Stampa questa pagina
Giovedì, 27 Febbraio 2020 14:56

Sardegna - provvedimenti

I provvedimenti Covid-19 della Regione Sardegna

 

17-05 Ordinanza n. 23 del 17 maggio 2020con il quale la regione ha previsto le misure per le riaperture (confronta il documento per la ristorazione e per  stabilimenti balneari)

03-05 ordinanza 3 maggio– proroga fino al 17 maggio delle disposizioni restrittive in entrata

02-05 ordinanza 2 maggio– Il Provvedimento reca le disposizioni relative alla “Fase 2”. In particolare viene consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione alimenti e bevande e da parte delle attività artigiane del settore dolciario/alimentare, con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è interdetto l'accesso, nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

- il servizio sarà effettuato, previa effettuazione di ordini on-line o telefonici, assicurando che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano, previo appuntamento, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno,

- garantendo all’interno del locale la presenza di un solo cliente alla volta, munito di adeguati dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherina) e di guanti, fermo restando che dovrà permanere per il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce, nel rispetto delle misure sul distanziamento.

- allo stesso modo, è consentito l'asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l'ordinazione e la consegna al cliente direttamente nel veicolo

13-04 Ordinanza che proroga, con alcune modifiche, le misure di contenimento già adottate con le precedenti Ordinanze. Si prevedono, inoltre, l’obbligo di indossare idonea mascherina e guanti monouso per chiunque intenda accedere ad un esercizio commerciale, che devono essere mantenuti per l’intero periodo di permanenza all’interno della struttura, e la chiusura degli esercizi commerciali nelle giornate festive del 25 aprile e del primo maggio, fatte salve farmacie e parafarmacie. Resta consentita, anche nelle giornate festive, l’attività di consegna a domicilio 

07-04 Ordinanza, che prevede il divieto, fatte salve le farmacie e le parafarmacie, dell’apertura nella giornata di lunedì 13 aprile 2020 degli esercizi commerciali di qualsiasi dimensione per la vendita di generi alimentari esentate dalla sospensione disposta con l’art. 1 del DPCM 11/03/2020, compresi gli esercizi minori interni ai centri commerciali, ferme restando le altre restrizioni relative alla vendita al dettaglio di cui all’anzidetto DPCM.

04-04 Ordinanza  che prevede la sospensione degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante sull’intero territorio regionale, e che consente espressamente, anche nelle giornate festive, i servizi di consegna a domicilio, a condizione che gli operatori siano dotati dei necessari DPI (mascherina e guanti), siano corrieri specializzati e/o soggetti che prestino la propria attività lavorativa per conto del fornitore, il quale dovrà espressamente autorizzarli, a mezzo di dichiarazione sostitutiva con l’indicazione del tragitto, l’orario di inizio e fine consegna;

03-04 Ordinanza che stabilisce la proroga al 13 aprile di tutte le misure precedenti adottate, nonché disposizioni attuative del decreto del MIT per il contrasto e la prevenzione della diffusione epidemiologica;

25-03 ordinanza  volta a prorogare le disposizioni in materia di TPL
25-03 ordinanza  sulla modifica delle disposizioni attuative del decreto MIT sulla sospensione dei collegamenti da e per la Sardegna;

24-03 ordinanza contenente ulteriori disposizioni per il contrasto dell'assembramento di persone;

23-03 ordinanza  in materia di protezione civile nel territorio regionale della Sardegna

14-03 Ordinanza 9 14 marzo 2020 (in allegato)
23-02 Ordinanza (Provvedimento)

 

Letto 119 volte
Joomla SEF URLs by Artio