Lunedì, 07 Maggio 2012 15:58

Adapt - Non bastano i buoni propositi

NON BASTANO I BUONI PROPOSITI
logo_adaptLe imprese femminili presenti in Italia sono 1,4 milioni secondo i dati dell’Osservatorio realizzato da Unioncamere e quelle presenti nel settore della ristorazione, gestite da donne, sono 171.795, pari al 54% del totale. Malgrado la crisi abbia messo a dura prova la capacità di resistenza degli imprenditori, le imprese a guida femminile hanno fatto un ulteriore passo avanti: alla fine di dicembre 2011 Unioncamere registra che sono quasi 7.000 in più le imprese in rosa rispetto al 2010, con un incremento dello 0,5%.


Nonostante questi numeri, nonostante sia stata riconosciuta la capacità imprenditoriale della donna, persiste l’incapacità di valorizzarne il ruolo. Eppure, numerose ricerche dimostrano come una maggiore rappresentanza delle donne ai vertici porti ad organizzazioni più armoniche e rispettose dei valori con migliori performance dal punto di vista economico/finanziario. Nei board italiani le donne sono, dopo le ultime nomine del 2011, solo il 7,2% del totale, in crescita di poco meno del 6% rispetto al +6,8% del 2010. Nei collegi sindacali, invece, si è registrata una lieve frenata: 6,9% contro il 7% del 2010. In aumento le donne fra i sindaci supplenti, salite al 16,4% dal 14,6% . Sono numeri che evidenziano la difficoltà per le donne ad accedere nei ruoli di vertice.
Una svolta si è avuta con la legge del 28 giugno 2011 che ha stabilito dal 2012 un quinto delle donne in tutti i Consigli di amministrazione delle società quotate in borsa e delle società a partecipazione pubblica ...

leggi l'intero articolo pubblicato sul bollettino Adapt del 7 maggio 2012 n. 17


a cura di Maria Cristina Pantanelli

{jcomments on}

Letto 1565 volte