Ad aprile 2015 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) hanno subito una variazione nulla rispetto al mese precedente e di nove decimi di punto rispetto allo stesso mese di un anno fa. Fattoristagionali, quali le festività pasquali, non hanno influito sulla dinamica dei prezzi.

Focus internazionale e comparato
Le imprese turistiche si trovano oggi ad operare in un contesto in cui la forte pressione competitiva internazionale ridisegna i flussi turistici e le condizioni economiche dei paesi di destinazione. In un periodo in cui si assiste alle difficoltà di mantenere costanti tali flussi, diventa fondamentale per le imprese del turismo essere in possesso degli strumenti necessari per guadagnare e mantenere costante il proprio posizionamento nel mercato globale.

Si riporta in allegato l'articolo pubblicato sul Corriere della Sera del 10 febbraio "Bar e ristoranti, arriva il primo contratto"

Gli attentati di Parigi hanno sconvolto il mondo, seminando comprensibili nuove preoccupazioni e paure tra la gente, ponendo interrogativi sul futuro di pace e di rispetto tra i popoli, senza i quali non cresce nessuna civiltà.
I fatti terroristici hanno avuto come diretto bersaglio anche le nostre attività, mettendo in apprensione operatori e in discussione, invece, un modo di vivere, che fa della convivialità, della socialità, dello stare insieme un elemento di forza delle società occidentali.

A maggio 2015 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) hanno subito una variazione dello 0,2% rispetto al mese precedente e di un punto percentuale rispetto allo stesso mese di un anno fa. L’inflazione acquisita per l’anno in corso è pari allo 0,9%. A livello generale i prezzi al consumo crescono dello 0,1% sia rispetto al mese precedente sia rispetto a maggio 2014.

Una valutazione sull’andamento  dell’estate per i pubblici esercizi.
L'instabilità' delle condizioni meteo del mese di agosto non ha compromesso i risultati di una stagione che, a consuntivo, sarà senz'altro migliore di quella dell'anno precedente. Oltretutto per la fine dell’estate, si attendono giornate di bel tempo che favoriranno ulteriormente i flussi turistici verso le località balneari e, conseguentemente, anche i consumi nei pubblici esercizi.

A settembre 2016 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,1% rispetto allo stesso mese di un anno fa. Per la ristorazione collettiva l’incremento invece è del 2,2. L’inflazione acquisita per l’anno in corso si attesta rispettivamente sull’1,0% e sul 2,1%, mentre per l’intero settore sul +1,2%.

Negativo il saldo tra le imprese iscritte e cessate nei “servizi di ristorazione” per l’anno 2016
A livello nazionale il settore ha perso 3,3 imprese ogni 100 attive.

Negli ultimi anni il settore dei pubblici esercizi è stato attraversato da rilevanti cambiamenti che vedono nella digitalizzazione un riferimento importante per comunicare, intercettare e fidelizzare gli utenti ma anche per la gestione delle aziende.

Il Bar è il luogo dell’incontro, dove si beve, si mangia, si chiacchiera, ci si riposa, si legge il giornale, si perde tempo o si lavora. Al Bar e all'architettura che da sempre lo contraddistingue e dedicata la mostra 'BAR, Bellezza, Arte e Ristoro'. Architettura, cibo e design nell’Italia del ‘900', che ha aperto i battenti all'Archivio Centrale dello Stato il 15 ottobre e terminerà l'8 dicembre p.v.