News Centro Studi

Nel secondo trimestre 2021 l’indice del fatturato delle imprese della ristorazione cresce dell’82,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente che equivale ad un recupero di 6,4 miliardi di euro. Una crescita importante che tuttavia va interpretata sapendo che il confronto viene fatto su un trimestre in cui le aziende sono state chiuse per 48 giorni consecutivi. L’incremento sarebbe stato ben più consistente se non ci fossero state le tante restrizioni che le aziende hanno ancora subito in aprile e maggio di quest’anno.

Di recente l’Istat ha realizzato un’indagine per “misurare” la propensione alla mobilità da parte degli italiani nei prossimi mesi. L’obiettivo era quello di valutare gli effetti della pandemia sui comportamenti delle persone a cominciare da coloro che per ragioni di lavoro e studio si muovono abitualmente.

Lunedì, 26 Luglio 2021 12:41

Clima di fiducia ai livelli del 2019

Il clima di fiducia si attesta a 96,6, tornando ai livelli registrati nel secondo trimestre 2019. Tuttavia permane l’incertezza del futuro che incide sulle prospettive di breve termine.

Il 1 Giugno il Governo ha dato l’ok al consumo anche all’interno di bar e ristoranti e dal 22 Giugno, per la zona bianca, è venuto meno il limite massimo di capienza di 6 persone per tavolo negli spazi al chiuso. Abbiamo chiesto alle imprese di fare un bilancio di questa primo periodo di attività e quali aspettative nutrono nel prossimo futuro.

Venerdì, 11 Giugno 2021 09:58

Ristorazione: persi 5,8 miliardi di Euro

Il primo trimestre del 2020 si apre per le imprese della ristorazione con una contrazione del fatturato pari al -37,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Vanno in fumo 5,8 mld. di euro che si aggiungono agli oltre 34 persi nel 2020. Il danno è ancor maggiore se il confronto è fatto con il primo trimestre 2019, quando le attività erano a pieno regime; il settore perde circa 10 mld. di euro.

Questo rapporto fa il punto sullo stato dei pubblici esercizi in Italia utilizzando le informazioni disponibili al 31 marzo 2021. La “coda” sul 2021 si è resa necessaria non solo per meglio analizzare l’impatto di quello che può essere definito come l’annus horribilis del settore ma anche per cogliere i primi segnali di resilienza delle imprese e della sua lunga filiera.

Mercoledì, 19 Maggio 2021 10:54

Ancora bassa la fiducia delle imprese

Il clima di fiducia si attesta a 23,6, ben 54 punti al di sotto del valore registrato un anno fa (77,7). I giudizi sulle prospettive di breve termine restano segnati da forte pessimismo.

Scarica la nota

Il quarto trimestre 2020 registra una contrazione del fatturato della ristorazione pari a -44,3% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Il periodo si conferma come un vero e proprio secondo lockdown per le imprese del settore portando l’intero anno ad una perdita complessiva del 36,2 % pari a 34,4 miliardi di euro

dinamica

La dinamica imprenditoriale dei pubblici esercizi nel 2020 è stata caratterizzata da una diffusa incertezza sull’evoluzione della pandemia.

Il clima di fiducia scende a 22,9, ben 69 punti al di sotto del valore registrato un anno fa (91,7). I giudizi sulle prospettive di breve termine segnati da forte pessimismo.

 

Pagina 1 di 27