Lavoro e Welfare

icon temi BIG 04

Il settore dei pubblici esercizi consta di circa 700.000 lavoratori dipendenti e di più di 140.000 imprese. Il maggior numero di lavoratori nel settore del turismo è occupato presso i pubblici esercizi (pari al 71,3% del totale nazionale). Il settore dei pubblici esercizi rappresenta un’area caratterizzata da buone opportunità occupazionali per giovani, donne e lavoratori stranieri.

L’impresa rappresenta, per la FIPE, il punto di partenza, ma anche il punto di arrivo, stante il suo carattere unico, complesso, specifico e determinabile solo all’interno del proprio ambiente. Ogni impresa deve essere messa in condizione di poter determinare la combinazione unica e inimitabile di strumenti contrattuali e normativi utili a gestire le risorse umane presenti in azienda. La contrattazione collettiva permette alle imprese di rispondere alle sollecitazioni del mercato attraverso l’acquisizione di alcuni strumenti di gestione del personale, di concorrenza e di competitività in riferimento all’evoluzione dell’organizzazione dei servizi.

A tal proposito FIPE gestisce le relazioni sindacali e stipula i Contratti collettivi nazionali del settore. Assiste, inoltre le associazioni territoriali, i sindacati nazionali e le imprese multilocalizzate in materia contrattuale e previdenziale.

Di seguito le principali attività in materia di lavoro:

sottoicon 25 icon ccnl 2010  2018icon ccnl 2018 sottoicon 29 sottoicon 31 sottoicon 33

Di seguito le principali attività in materia di welfare:

sottoicon 35 sottoicon 37 sottoicon 39 sottoicon 41

News lavoro e welfare

  • Fondo Est - assistenza sanitaria integrativa
    Fondo Est - assistenza sanitaria integrativa Il Fondo Est è il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti a cui vengono applicati i contratti nazionali di lavoro del Terziario (distribuzione e servizi), delle Farmacie municipalizzate, dei Pubblici Esercizi, Ristorazione Collettiva e Commerciale e Turismo, degli Ortofrutticoli e agrumari, degli Impianti sportivi, delle Autoscuole, sottoscritti dalle Associazioni delle Aziende Confcommercio, Fipe, Fiavet, Assofarm, Aneioa (oggi FruitImprese), Confederazione Italiana dello Sport-Confcommercio imprese per l’Italia, Unasca e dai sindacati dei lavoratori Filcams, Flai, Sic e Filt Cgil, Fisascat e Filt Cisl, Uiltucs, Uilcom Uil e Uiltrasporti e dal 1° luglio 2018 per i dipendenti a cui viene applicato il contratto nazionale di lavoro per il personale dipendente da imprese esercenti l’attività funebre sottoscritto da Feniof (Federazione nazionale imprese onoranze funebri) e Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.  
    Scritto Lunedì, 03 Dicembre 2018 16:41 Leggi tutto...
  • Lavoro nero: maxisanzione
    Lavoro nero: maxisanzione L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la Nota n. 9294 del 9 novembre 2018, ha risposto ad un quesito posto dall’Ispettorato di Bergamo relativamente al caso in cui gli ispettori verifichino l’impiego di lavoratori in "nero" ed accertino che la corrispondente retribuzione sia stata erogata in contanti agli stessi lavoratori.
    Scritto Mercoledì, 21 Novembre 2018 12:38 Leggi tutto...
  • Pagamento retribuzione – divieto corresponsione in contanti
    Pagamento retribuzione – divieto corresponsione in contanti Si ricorda che dal 1° luglio 2018 entra in vigore il divieto di corrispondere la retribuzione (articolo 1, comma 910, legge n. 205 del 2017 – Ispettorato nazionale del lavoro, nota 22 maggio 2018, n. 4538), nonché ogni anticipo di essa, ai lavoratori subordinati e collaboratori mediante denaro contante.   
    Scritto Lunedì, 25 Giugno 2018 10:33 Leggi tutto...
Archivio News Lavoro e Welfare