Mercoledì, 15 Gennaio 2020 16:50

La Gelateria

Questa nuova guida della Collana Le Bussole è dedicata ai tanti imprenditori del mondo della gelateria artigianale ed a quelli che aspirano a diventarlo. Sono oltre 35 mila alla guida di diversi format commerciali che vanno dal bar gelateria, alla gelateria-pasticceria, alla gelateria “pura” sia con attività annuale che stagionale.

Un piccolo “popolo” di imprenditori che hanno trasformato un prodotto in un’eccellenza del made in Italy conosciuta e apprezzata in tutto il mondo e, purtroppo, anche imitata. D’altra parte non bisogna dimenticare che si copia solo da quelli bravi.
Per gli italiani il gelato artigianale è tante cose insieme: piacere, qualità, salubrità, convivialità, tempo libero. Per l’Italia è prestigio, immagine, posti di lavoro, valore aggiunto, filiere della meccanica e dell’agro-alimentare con una forte proiezione verso l’export.

Dentro questo spazio, fatto di emozioni e grandezze economiche, stanno le straordinarie caratteristiche di un comparto che può e deve ancora dispiegare le grandi potenzialità di sviluppo di cui è portatore non tanto nella dimensione del prodotto, già eccellente, quanto invece in quella più strettamente imprenditoriale.
Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che la guida si concentra non con la presunzione di insegnare il “mestiere” a chi lo fa già in modo brillante ma con l’obiettivo di fornire strumenti per migliorare il business o per avviarlo con la necessaria consapevolezza.

«In questa Bussola si recupera così prima di tutto una mappa di contesto e tante indicazioni fattive per chi vuole misurarsi in questo settore, così come per chi vuole ripensare il suo posizionamento, ma si trova anche uno spunto di riflessione per chi vuole affrontare il food italiano nel suo complesso con uno sguardo consapevole». Con queste parole, nella sua prefazione, il presidente Stoppani dà pieno significato alle ragioni che ci hanno spinto a scrivere questa nuova Bussola.
Ad esse ne aggiungo un’altra. La volontà di affermare la “dignità” imprenditoriale di un comparto a cui poco si guarda sotto questo profilo forse perché distratti da un prodotto che prende per la gola.

La guida vuole parlare alle imprese ed agli imprenditori affrontando le problematiche principali della vita quotidiana di una gelateria con un linguaggio pratico, semplice ed efficace.

Si articola in 9 capitoli ricchi di dati, grafici, casi di studio, esempi e foto per far toccare con mano la concretezza di ciò di cui si parla.

 

Scarica parte della guida

per informazioni sull’acquisto clicca qui

Per maggiori informazioni invia una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

15-01-2020

Letto 631 volte

Articoli a cura di FIPE

  • Mixer gen. 2020 - L’assedio alla ristorazione: quale la tutela del consumatore?
    Mixer gen. 2020 - L’assedio alla ristorazione: quale la tutela del consumatore? NORMATIVE - Da sempre il cibo fa parte della storia e del patrimonio culturale del nostro Paese e, nel corso degli ultimi anni, si è registrata un’accresciuta attenzione e un notevole interesse per la sua qualità da parte di una società di consumatori che vive correndo e quotidianamente consuma sempre più pasti fuori casa.
    Scritto Venerdì, 28 Febbraio 2020 09:00 Leggi tutto...
  • Mixer gen. 2020 - È la ristorazione il volano dei consumi
    Mixer gen. 2020 - È la ristorazione il volano dei consumi ANALISI-Il 36% della spesa delle famiglie per prodotti alimentari transita fuori casa. Tra il 2008 e il 2018 i consumi delle famiglie nei servizi di ristorazione hanno registrato un incremento reale del 5,7%, pari a 4,9 miliardi di euro a fronte di una contrazione dei consumi alimentari in casa di oltre 8 miliardi di euro a prezzi costanti.
    Scritto Venerdì, 28 Febbraio 2020 08:45 Leggi tutto...
  • Mixer gen. 2020 - Alcolici. Il ritorno della licenza fiscale
    Mixer gen. 2020 - Alcolici. Il ritorno della licenza fiscale Con la conversione in legge del D.L. n. 58/2019, c.d. “Decreto Crescita”, è stato reintrodotto l’obbligo di denuncia fiscale per la vendita di alcolici per gli esercizi pubblici, gli esercizi di intrattenimento pubblico, gli esercizi ricettivi e i rifugialpini, i quali erano stati espressamente esclusi da tale obbligo ad opera della legge n. 124 del 2017 (legge annuale per il mercato e la concorrenza). Dunque dal 30 giugno 2019 – data di entrata in vigore della norma – anche i pubblici esercizi che effettuano attività di somministrazione di bevande alcoliche tornano a rientrare nel novero dei soggetti che devono dotarsi della licenza fiscale.Non può nascondersi che la novella normativa abbia fin da subito generato non pochi dubbi interpretativi: ci si riferisce, anzitutto, agli esercizi che, avendo avviato l’attività in data successiva al 29 agosto 2017 (data di entrata in vigore della legge n. 124/2017), sono ad oggi privi di licenza.
    Scritto Giovedì, 23 Gennaio 2020 12:30 Leggi tutto...
Archivio News Articoli a cura di FIPE