Venerdì, 10 Agosto 2018 14:37

Via alla campagna “un’estate originale”

Fipe e Sib rinnovano il sostegno alla campagna del MISE contro l’abusivismo e la contraffazione nei luoghi di vacanza 

Si rinnova anche quest’anno il sostegno di SIB-Sindacato Italiano Balneari e Fipe-Federazione Italiana Pubblici Esercizi alla campagna di sensibilizzazione e informazione contro l’abusivismo e la contraffazione “Un’estate originale“, promossa nelle principali località turistiche italiane dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), Direzione Generale Lotta alla Contraffazione-UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi). La campagna, che prevede la diffusione di materiale informativo e l’affissione di locandine e comunicati stampa, sia a livello locale che nazionale, punta a diffondere un messaggio di legalità nei luoghi di villeggiatura e mettere al corrente degli impatti negativi che l’acquisto di merci contraffatte comporta sull’economia del Paese e dei rischi per la salute.

 


“L’abusivismo commerciale e la contraffazione sono due deplorevoli fenomeni che danneggiano l’intera economia del nostro Paese, oltre che la sua immagine all’estero, ed è anche per questo motivo che la nostra Federazione ha fatto sua questa battaglia - ha dichiarato Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe. Oltre al danno economico e occupazionale, questi fenomeni alimentano la criminalità organizzata e mettono a rischio la sicurezza e la salute dei consumatori, nonché l’attività di quegli operatori del settore che svolgono il proprio lavoro nel pieno rispetto della legalità. È fondamentale, dunque, che stabilimenti balneari, ristoranti, bar e pizzerie nei luoghi di villeggiatura, ma non solo, svolgano una funzione educativa e informativa per far aumentare la consapevolezza di come un prodotto realizzato con materie prime scadenti, in alcuni casi pericolose e nocive, non è soltanto un danno per tutti, ma comporta anche pesanti multe e sanzioni per il singolo”.


“La vendita di merci contraffatte è un fenomeno che in estate vede purtroppo una notevole intensificazione, ed è per questo che teniamo particolarmente all’importante Campagna di sensibilizzazione promossa dal MISE. Come Sindacato Italiano Balneari supportiamo questa campagna perché riflette la nostra volontà di far trascorrere a tutti i turisti delle serene vacanze nelle nostre località di villeggiatura, sensibilizzandoli sui negativi effetti che il mercato del falso produce sulla nostra economia e sulla salute – ha dichiarato Antonio Capacchione, Presidente del SIB-Sindacato Italiano Balneari. Utilizzando il materiale informativo messo a disposizione dal Ministero e limitando concretamente, grazie al nostro personale, il contatto tra i clienti e i venditori abusivi che popolano le spiagge italiane, sono certo che riusciremo a combattere in maniera ancora più incisiva questo fenomeno”.


La Campagna “Un’estate originale” è un valido strumento di lotta nei confronti di un fenomeno che rappresenta un danno enorme per l’erario. Secondo i dati del MISE, Direzione Generale Lotta alla Contraffazione-UIMB, infatti, ogni anno in Italia si spendono 7 miliardi di euro in merci contraffatte, pari allo 0,45% del PIL, per acquistare soprattutto capi di abbigliamento e accessori, cd e dvd, alimenti. Proventi che vengono reinvestiti in altre attività illecite come droga, traffico d’armi e che alimentano il riciclaggio di denaro sporco. Se questi oggetti fossero venduti legalmente, invece, notevoli sarebbero i benefici per l’intera economia del Paese: la produzione interna crescerebbe di 19 miliardi di euro, con un aumento delle entrate fiscali di quasi 6 miliardi di euro (il 2,3% del totale delle entrate) e aumenterebbe anche l’occupazione, nella misura di 100.000 posti di lavoro in più (lo 0,44% dell’occupazione nazionale complessiva). 


La DGLC-UIBM mette a disposizione dei consumatori una linea telefonica (+39 0647053800) e un indirizzo di posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) attraverso i quali poter segnalare casi di contraffazione o chiedere informazioni. 

Ufficio Stampa FIPE - Roma, 10 agosto 2018 

Letto 326 volte

Articoli correlati (da tag)