Centro studi

Sopra

I pubblici esercizi sono una componente essenziale dell’economia dei servizi.
Duecentosessantamila imprese, 1 milione di addetti ed un valore aggiunto di 40 miliardi di euro sono numeri che parlano da soli.
Nonostante la crisi sia costata al settore 8 miliardi di euro tra tagli e mancata crescita, il fuoricasa si conferma asset strategico della filiera agro-alimentare italiana e punto di forza dell’offerta turistica. L’evoluzione della domanda e dei modelli di consumo, la dinamica dei prezzi ed il turnover imprenditoriale sono soltanto alcune delle variabili tenute sotto osservazione perché “conoscerci” e “farci conoscere” sono cardini essenziali dell’attività di rappresentanza.
Particolare attenzione viene prestata ai meccanismi di funzionamento del mercato con l’obiettivo di rilevare le asimmetrie regolamentari e i problemi di applicazione normativa che, di norma, creano problemi di concorrenza.
Note, rapporti e osservatori sono gli strumenti principali in cui l’ufficio studi articola la sua attività di informazione verso il sistema associativo territoriale e nazionale e verso gli altri stakeholder della filiera, consumatori inclusi.
L’ufficio studi pubblica a cadenza regolare:

  • Nota sui prezzi dei pubblici esercizi (mensile)
  • Nota sui prezzi del settore turismo (mensile)
  • L'indagine congiunturale sulla ristorazione commerciale (trimestrale)
  • Indagini tematiche sui consumi svolte in prossimità delle festività (dicembre - aprile)
  • Indagine sul turismo estivo (agosto)

Inoltre, durante l’anno, vengono pubblicati e diffusi studi, rilevazioni e osservatori su temi di attualità e di interesse delle Associazioni e Gruppi rappresentati.

 

ANNO 2016

Periodo di riferimento: natale 2016
Pubblicato: 12-12-2016

Periodo di riferimento: ottobre 2016
Pubblicato: 30-11-2016

Periodo di riferimento: ottobre 2016
Pubblicato: 30-11-2016

Periodo di riferimento: settembre 2016
Pubblicato: 21-10-2016

Periodo di riferimento: settembre 2016
Pubblicato: 21-10-2016

Indagine presentata in occasione dell'Assemblea Fipe
data presentazione: 20-10-2016

Periodo di riferimento: III trimestre 2016
Pubblicato: 06-10-2016

Periodo di riferimento: agosto 2016
Pubblicato: 21-09-2016

Periodo di riferimento: agosto 2016
Pubblicato: 21-09-2016

Periodo di riferimento: luglio 2016
Pubblicato: 06-09-2016

Periodo di riferimento: luglio 2016
Pubblicato: 06-09-2016

Periodo di riferimento: giugno 2016
Pubblicato: 21-07-2016

Periodo di riferimento: giugno 2016
Pubblicato: 21-07-2016

Periodo di riferimento: II trimestre 2016
Pubblicato: 19-07-2016

Periodo di riferimento: maggio 2016
Pubblicato: 20-06-2016

Periodo di riferimento: maggio 2016
Pubblicato: 20-06-2016

Periodo di riferimento: aprile 2016
Pubblicato: 17-05-2016

Periodo di riferimento: aprile 2016
Pubblicato: 17-05-2016

Periodo di riferimento: marzo 2016
Pubblicato: 03-05-2016

 
 

News Centro Studi

  • Turismo: +3,5% su settembre 2016
    Turismo: +3,5% su settembre 2016 In decelerazione i prezzi dei beni e dei servizi turistici la cui variazione tendenziale passa dal + 4,3% di agosto a +3,5% di settembre. Gli aumenti più consistenti si registrano soprattutto per i trasporti (+7,8%) e i servizi di alloggio (+4,3%). L’aumento dei prezzi nei servizi di ristorazione si ferma a +1,1%.  Scarica la nota 16-10-2017
    Scritto Lunedì, 16 Ottobre 2017 13:27
  • Ristorazione commerciale: +1,1 % su settembre 2016
    Ristorazione commerciale: +1,1 % su settembre 2016 A settembre 2017 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,1% rispetto allo stesso mese di un anno fa. L’inflazione acquisita per l’anno 2017 si conferma sullo 0,5% sia per l’intero settore che per i comparti della ristorazione commerciale e della ristorazione collettiva. I prezzi della ristorazione si allineano con quelli generali. A livello  generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,1%.  Per la ristorazione collettiva l’ incremento è dell’1,2%. Scarica la nota 16-10-2017
    Scritto Lunedì, 16 Ottobre 2017 13:15
  • Clima di fiducia: balzo in avanti
    Clima di fiducia: balzo in avanti Nel terzo trimestre 2017 rimbalzo superiore alle attese del clima di fiducia che tocca quota 120,3. Non è mai accaduto in 10 anni di rilevazione che il clima di fiducia toccasse questi livelli. L’indice è superiore di 14 punti rispetto a quanto rilevato un anno fa e di 17,3 punti rispetto al trimestre precedente. Il buon esito della stagione estiva alimenta l’ottimismo tra le imprese del settore. Anche l’occupazione risente del miglioramento del clima di fiducia. Scarica la nota
    Scritto Lunedì, 09 Ottobre 2017 16:09
Archivio News Centro Studi