Con Ordinanza n. 14 del 26 marzo 2020, vista l’emergenza epidemiologica in atto, la Provincia Autonoma di Bolzano ha previsto la  sospensione di alcuni adempimenti in materia tributaria.

 

A tutti i Pubblici Esercizi Italiani

Cari amici Imprenditori,

a distanza di qualche settimana Vi scrivo nuovamente. Stavolta lo faccio allargando la comunicazione anche ai colleghi riuniti in un neonato Comitato Permanente, che mi hanno co-indirizzato pochi giorni fa un pubblico appello, nel quale elencano i bisogni primari ed urgenti di cui il settore avrebbe bisogno. Raccolgo questa occasione per una riflessione ulteriore, che riguarda anche la vita associativa.

Prosegue a livello locale l’emanazione di Ordinanze regionali recanti misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto che si aggiungono a quelle previste a livello nazionale.

In data 28.03.2020 la Giunta Regionale della Campania ha emanato una nuova Ordinanza con la quale si prevede la sospensione delle “attività e i servizi di ristorazione, fra cui pub, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, anche con riferimento alla consegna a domicilio”, fino al prossimo 14 aprile.

 

Segnaliamo che si è appena conclusa la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il Premier ha espresso la vicinanza e la presenza dello Stato al fianco dei cittadini che versano in condizioni economiche gravi al punto da rendere difficoltoso l’approvvigionamento di beni di prima necessità. Ha annunciato pertanto il varo di un DPCM che dispone 4 miliardi e 300 milioni di euro a valere sul Fondo di solidarietà comunale a cui, con un’ordinanza della Protezione civile, si aggiungono 400 milioni destinati ai comuni con un vincolo di utilizzo finalizzato alla distribuzione ai cittadini di buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità o direttamente di derrate alimentari.
 

Con Ordinanza n. 11 del 24 marzo 2020, la Regione Sardegna ha previsto ulteriori misure straordinarie di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-2019, che si aggiungono a quelle disposte a livello nazionale.

Il D.L. n. 19/2020 conferma il proseguire della decretazione d’urgenza per l’emanazione di misure di contenimento dell’emergenza sanitaria e modifica del trattamento sanzionatorio in caso di violazione 

Si comunica che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. 25 marzo 2020, n. 19, recante “misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”, le cui disposizioni sono già in vigore dalla data odierna, 26 marzo 2020. Il contenuto del Provvedimento era stato già anticipato nella news pubblicata ieri, alla quale si rinvia.

E’ bene qui ricordare che, secondo il nuovo provvedimento:

- potranno continuare ad essere adottate misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica restrittive per cittadini e imprese fino al prossimo 31 luglio, a seconda della contingenza sanitaria;

- le misure saranno adottate con uno o più DPCM;

- rimane consentito alle Regioni di emanare provvedimenti in ordine ad emergenze c.d. locali, ma con limiti più stringenti;

- le violazioni delle disposizioni anti-COVID-19 saranno punite con una sanzione amministrativa pecuniaria (da 400 a 3.000 euro) e con la sanzione accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività (da 5 a 30 giorni).

 

Link alla circolare 35
https://www.fipe.it/comunicazione-rass/rassegna-stampa/2018/item/download/2570_bcf5023a0bc2fd492f5c1fac1d1f1b2d.html 
Link al relativo allegato
https://www.fipe.it/comunicazione-rass/rassegna-stampa/2018/item/download/2571_078a364d2c00adf54864e23a520a12a5.html 

 

Link correlati:

Coronavirus - aggiornamenti quotidiani 

26-03-2020

E’ stato pubblicato il DM 25.03.2020 del MISE e del MEF recante modifiche dei Codici Ateco di cui  all’allegato I del DPCM dello scorso 22 marzo,  che sostituisce la lista delle attività che possono proseguire anche in questo periodo.

 

Con la Delibera n. 2965 del 23 marzo 2020, la Giunta Regionale lombarda ha disposto, per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio della regione, la sospensione di alcuni adempimenti tributari.

 

Come annunciato dal Presidente Conte nella conferenza stampa tenutasi nel tardo pomeriggio di ieri, il Consiglio dei Ministri ha approvato un Decreto Legge che introduce un nuovo assetto in ordine alle misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

CIRCOLARE n. 33 del 24 marzo 2020
Crisi COVID 19 – Si fornisce un modello di comunicazione da inviare ai proprietari di immobili concessi per lo svolgimento delle attività dei pubblici esercizi, per sospensione e rinegoziazione dei termini contrattuali  
Come noto l’emergenza epidemiologica di COVID 19 ha comportato la necessità di adottare, da parte delle autorità competenti, una serie articolata di misure di contenimento che hanno dapprima fortemente limitato e successivamente precluso, la possibilità di operare da parte della stragrande maggioranza dei pubblici esercizi italiani.

 

Focus circolare Ministero dell’Interno sul DPCM 22 marzo 2020 

Con Circolare del Capo di Gabinetto del Ministero dell’Interno (allegata), trasmessa, tra l’altro, a tutte le prefetture del territorio nazionale, sono stati resi alcuni chiarimenti in ordine alle nuove misure di contenimento adottate dal Governo con il DPCM dello scorso 22 marzo.

 

Articolo 65 – Credito di imposta per botteghe e negozi

La disposizione in esame, al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica COVID-19, riconosce ai soggetti esercenti attività d’impresa un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1 (e cioè negozi e botteghe). 

Dato i numerosi quesiti che sono arrivati in questi giorni abbiamo realizzato queste schede tecniche per una maggiore facilità di comprensione di alcune delle disposizioni di specifico interesse per il nostro settore. (in allegato a questo articolo il file pdf)

Lunedì, 23 Marzo 2020 16:18

Focus DPCM 22.03.2019 - Pubblici Esercizi

L’art. 1 lett. a) stabilisce espressamente che per le attività commerciali (tra cui quelle di somministrazione di alimenti e bevande) si applica quanto disposto dal DPCM dell’11.03.2020 e dall’Ordinanza del Ministro della Salute del 20.03.2020.

 

ATTIVITÀ CHE POSSONO ESSERE SVOLTE
(DPCM 22 marzo 2020)

Tabella riepilogativa

Si comunica che è stato appena firmato dal Presidente del Consiglio Conte, il DPCM le cui misure, come noto, sono state anticipate ieri notte.

A partire dal 23 marzo p.v. fino al 3 aprile 2020 sull’intero territorio nazionale vengono dettate ulteriori restrizioni, tra cui:

 

Il Presidente del Consiglio ha appena terminato la conferenza stampa per annunciare nuove misure concordate al termine di una serie di incontri con i capi delegazione della maggioranza e dopo il confronto in video conferenza con le parti sociali.

Si anticipa il contenuto dell’Ordinanza che dovrebbe essere firmata questa sera dal Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Come comunicato dalla stessa Regione, il Provvedimento dispone misure maggiormente restrittive degli spostamenti e delle attività, tra cui:

 

Sabato, 21 Marzo 2020 08:30

Focus: delivery – consegna a domicilio

L’art. 1 pto 2) del DPCM dell’ 11marzo 2020 stabilisce la chiusura al pubblico delle attività che svolgono  servizio di ristorazione (codice ateco 56 - l’elenco completo è consultabile sul nostro sito internet https://www.fipe.it/coronavirus-aggiornamenti/coronavirus-aggiornamenti-quotidiani), con l’eccezione delle mense (ad es. negli ospedali), dei catering continuativi su base contrattuale (ad es. nei servizi aerei)  e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimenti di carburanti lungo le reti stradali, autostradali e all’interno di stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri a condizione che sia garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

 

Venerdì, 20 Marzo 2020 21:07

Ordinanza 20.03.2020 Ministero della Salute

Pur non essendo ancora stata pubblicata in gazzetta ufficiale, vista l'eccezionalità delle misure contenute si anticipa che il Ministero della Salute, con l’ordinanza in oggetto ha disposto ulteriori misure restrittive volte a contenere il diffondersi del COVID-19.

Dal 21 marzo 2020 al 25 marzo 2020, su tutto il territorio nazionale:

 

Venerdì, 20 Marzo 2020 11:32

FOCUS PROVVEDIMENTI MARCHE E EMILIA ROMAGNA

CHIUSURA AL PUBBLICO PER GLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE NELLE AREE DI SERVIZIO ALL’INTERNO DEI CENTRI ABITATI 

Le Regioni Marche (con Ordinanza del 19 marzo 2020) e Emilia Romagna (con Decreto del 18 marzo 2020), al fine di contrastare ulteriormente le forme di assembramento di persone a tutela della salute pubblica sul territorio regionale, hanno introdotto misure di contenimento ancora più restrittive rispetto a quelle già previste a livello nazionale con i DPCM dell’8, 9 e 11 marzo 2020, prescrivendo, tra l’altro, nuove prescrizioni concernenti l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio lungo la rete stradale.

 

Invitalia ha pubblicato un comunicato (link) indirizzato alle imprese che intendono offrire aiuto per il contrasto al COVID-19 (link) in cui si informa che è a disposizione di tutte le aziende che vogliano offrire aiuto un indirizzo email dedicato.

 

L’Agenzia delle Entrate ha emanato la risoluzione n. 12/E, con la quale si forniscono i primi chiarimenti relativi alla sospensione dei versamenti tributari e contributivi a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

Mercoledì, 18 Marzo 2020 16:24

FOCUS ORDINANZA 17 MARZO 2020 REGIONE LAZIO

LE NUOVE RESTRIZIONI ORARIE NON SI APPLICANO AI PUBBLICI ESERCIZI NELLE AREE DI SERVIZIO (STRADE, AUTOSTRADE, STAZIONI FERROVIARIE ECC.) 
La Regione Lazio, con Ordinanza del 17 marzo 2020, ha introdotto misure di contenimento ancora più restrittive rispetto a quelle già previste a livello nazionale con i DPCM dell’8, 9 e 11 marzo 2020, prescrivendo, tra l’altro, nuovi limiti in ordine agli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali ai quali, in virtù di quanto previsto dall’art. 1, comma 1, n. 1, del DPCM dell’11 marzo, è consentito restare aperti al pubblico, seppur garantendo il distanziamento interpersonale di un metro.

 

CIRCOLARE n. 26 del 18 marzo 2020

Questa notte è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge c.d. ”Cura Italia”, già in vigore, che prevede anche misure di sostegno al settore rappresentato, molte preannunciate nella lettera circolare del 16 marzo 2020. Tra le disposizioni di maggiore interesse figurano:

 

Pubblichiamo e aggiorniamo a seguire le principali domande e risposte pervenute in questi giorni dal settore dei Pubblici Esercizi in federazione.

ATTIVITÀ CHE POSSONO ESSERE SVOLTE
(DPCM 11 marzo 2020)

Tabella riepilogativa

Si è appena conclusa la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, congiuntamente al Ministro di Economia e Finanza Roberto Gualtieri e alla Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, a seguito del termine della riunione del Consiglio dei Ministri ove è stato approvato il DL c.d. “Cura Italia”.

 

È stata pubblicata nel supplemento del Bollettino Ufficiale del 13.03.2020 della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia la Legge regionale n. 3/2020 recante “prime misure urgenti per far fronte all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, tra le quali figurano anche delle misure a sostegno delle imprese.

 

Con Circolare del 14 marzo 2020, il Ministero dell’Interno ha chiarito che è da ritenere confermata la chiusura, nei giorni prefestivi e festivi, delle medie e grandi strutture di vendita, nonché degli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e i mercati.

 

L’Emilia Romagna, con Ordinanza n. 35 del 14 marzo 2020, ha definito più nel dettaglio alcune misure già previste dal Governo con i DPCM dell’8, 9 e 11 marzo 2020.

In particolare, tale Provvedimento sembra voler chiarire la portata dell’art. 1, comma 1, punto 2), del DPCM dell’11 marzo 2020, che prevede, fino al prossimo 25 marzo, la sospensione “dei servizi di ristorazione”, disponendo che la sospensione si applichi a tutte le attività che prevedono la somministrazione ed il consumo sul posto e quelle che prevedono l’asporto (compresi preparazione di pasti da portar via “take-away” quali, a titolo d’esempio, rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio che non dispongono di posti a sedere). Dunque, anche per dette attività resta consentito unicamente il servizio di consegna presso il domicilio o la residenza del cliente (nel rispetto delle misure di prevenzione igienico sanitarie) – cfr. pto 1.

 

Lunedì, 16 Marzo 2020 11:48

Circolari Fipe su coronavirus

In allegato a questo articolo le circolari Fipe ed i relativi allegari su Covid-19. A seguire l'indice completo (dalla più recente)



Nelle giornate festive e prefestive, sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita e gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati? 

Sì. Le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e i mercati sono chiusi nelle giornate festive e prefestive, ad esclusione delle farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività. 

Chiarimenti in ordine alle attività dei servizi di ristorazione sospese dall’art. 1, comma 1, punto 2, del DPCM dell’11 marzo 2020;

Nota del Ministero dell’Interno del 12.03.20;

Dossier riepilogativo dei provvedimenti nazionali e regionali, aggiornato alla data odierna.

Misure di contenimento per l’emergenza epidemiologica 

1. Quali sono gli obblighi oggi applicabili ai pubblici esercizi? E per le discoteche?

Con il DPCM dell’11 marzo 2020 è stata prevista la sospensione delle attività dei servizi di ristorazione, tra cui bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie. Inoltre, per le disposizioni che non risultano incompatibili, permane il regime normativo previsto dal DPCM dell’8 del 9 marzo 2020, ragione per cui è ancora efficace la sospensione di ogni attività nelle discoteche e locali assimilati lungo tutto il territorio nazionale.

 

A tutti i Pubblici Esercizi Italiani

Cari amici imprenditori,

alla fine, purtroppo, si è materializzato quello che ritenevamo tra i peggiori scenari possibili: un provvedimento draconiano, di grande severità, che lascia però allo stesso tempo spazio ad incertezze ed iniquità. Gli ultimi provvedimenti del Governo hanno infatti imposto la chiusura delle attività commerciali, bar e ristoranti compresi, ma con eccezioni, alcune delle quali difficilmente comprensibili.

 

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo, pubblicato questa notte in Gazzetta Ufficiale, il Governo ha deciso di adottare misure di contenimento del contagio da COVID-19 ancor più restrittive rispetto a quelle già previste con i DPCM dell’8 e del 9 marzo.

 

 

Mercoledì, 11 Marzo 2020 22:19

Coronavirus ultimi aggiornamenti 11 marzo

Informiamo che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è appena intervenuto in diretta riferendo sulle ulteriori misure da adottare per arginare l’emergenza Coronavirus.  Pur in assenza di un testo scritto, vista l'eccezionalità delle misure annunciate, si riporta di seguito un recap dei punti trattati. Priorità. Nelle scelte assunte finora sono stati presi in considerazione tutti gli interessi in campo, compresi quelli economici. Al primo posto c’è però la salute degli italiani. Attività commerciali.

Mercoledì, 11 Marzo 2020 18:24

FAQ per i pubblici esercizi 11 marzo 2020

Misure di contenimento per l’emergenza epidemiologica

1. Quali sono gli obblighi applicabili ai bar e ai ristoranti?
Attualmente bar e ristoranti di tutta Italia sono sottoposti ai seguenti obblighi:
• predisporre le condizioni per garantire la possibilità per gli avventori del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
• rispettare l’orario di apertura dalle ore 06,00 alle ore 18,00.

 

Il Consiglio dei Ministri si è riunito questa mattina a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte, ed è stata approvata, ai sensi dell’articolo 6 della legge 24 dicembre 2012, n. 243, un’integrazione alla relazione al Parlamento per il 2020, ai fini dell’autorizzazione da parte del Parlamento di un ulteriore ricorso all’indebitamento.

 

Consiglio dei Ministri  si è riunito questa mattina e ha approvato la richiesta al Parlamento di uno scostamento complessivo dal deficit di 25 miliardi di euro, contro i 7.5 miliardi precedentemente approvati. Oggi stesso Camera e Senato voteranno la Relazione relativa alla richiesta per permettere lo scostamento.

 

Con Ordinanza del Presidente della Regione Lazio del 10 marzo 2020, è stato previsto che gli esercizi che svolgono “attività di somministrazione di alimenti e bevande e tutti i soggetti che trasformano, producono, tengono in deposito o comunque manipolano per poi vendere o somministrare prodotti alimentari, in relazione all'attività svolta, sono tenuti all’utilizzo obbligatorio di mascherine e guanti.

 

Con Decreto del Presidente della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna del 10 marzo 2020, è stato previsto che a decorrere dalla data odierna (11 marzo 2020) le disposizioni di cui all’art. 1, comma 1, lett. n) del DPCM dell’8 marzo 2020 si estendono anche alle attività che effettuano  il consumo [immediato] e quelle che prevedono l’asporto (compresi preparazione di pasti da portar via ‘take-away’ quali a titolo d’esempio rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio che non dispongono di posti a sedere)”.

 

In allegato il dossier riepilogativo delle disposizioni in vigore a livello nazionale e Regionale aggiornato al 10 marzo 2020

 

Questa notte è stato pubblicato in GU il nuovo DPCM, volto ad estendere all’intero territorio nazionale le misure di contenimento più rigorose previste – inizialmente – per la sola Regione Lombardia e le 14 Province collegate.
Già a decorrere dalla data odierna – e fino al 3 aprile – tutte le misure previste nell’art. 1 del DPCM dell’8 marzo sono quindi applicabili lungo tutto la penisola italiana.

Martedì, 10 Marzo 2020 10:26

Prime FAQ "DPCM #iorestoacasa"

Proviamo a fare chiarezza: sono uscite ora le FAQ del Governo che rispondono anche alle richieste della Federazione.
In particolare:

Aggiornamenti al 09-03-2020
Nella Gazzetta Ufficiale di ieri, 8 marzo, sono stati pubblicati due provvedimenti di interesse:

  • DPCM 8 marzo (link) contente misure straordinarie sul COVID-19, sia per le zone ad alto rischio (c.d. zone arancioni) che per il resto del territorio nazionale (le cui disposizioni sono già in vigore e saranno efficaci fino al 3 aprile 2020)
  • Dl su attività giudiziaria per COVID-19 (link)
  • Nota esplicativa al DPCM 8 marzo 2020

Domenica, 08 Marzo 2020 14:43

CoronaVirus - aggiornamenti 8 marzo 2020

E’ stato pubblicato in GU il nuovo DPCM, volto a adottare nuove misure per il contenimento del contagio da Coronavirus.

Il provvedimento è efficace a partire da oggi, 8 marzo 2020 fino al 3 aprile 2020, ed è espressamente disposto che perdono immediatamente di efficacia i DPCM del 1° marzo e del 4 marzo 2020.

Il nuovo DPCM prevede una nuova suddivisione del territorio nazionale, non più in tre zone ma in due parti:

 

 

Mercoledì, 04 Marzo 2020 11:00

Coronavirus: misure a sostegno delle imprese

Il decreto legge n. 9 del 2 marzo 2020 ha introdotto misure urgenti per imprese e lavoratori che riguardano l’ampliamento delle possibilità di ricorso agli ammortizzatori sociali sia ordinari che in deroga

In particolare, a seguire si evidenziano le principali novità di interesse: 

Ieri 1 marzo 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM “ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.
Il Decreto prevede diverse misure per la zona rossa (in Lombardia i Comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; in Veneto il Comune di Vò), la zona gialla (L'Emilia Romagna, la Lombardia, il Veneto, le Province di Pesaro e Urbino, Savona) e il resto del territorio nazionale.

 

Mercoledì, 26 Febbraio 2020 14:35

Coronavirus aggiornamenti Regione Lombardia

Grazie anche agli interventi della Federazione Italiana Pubblici Esercizi i bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande non sono soggetti a restrizioni e pertanto possono rimanere aperti come previsto per i ristoranti, purché sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio, ad eccezione dei Comuni della “zona rossa”.

Mercoledì, 26 Febbraio 2020 11:37

Aggiornamenti coronavirus: DPCM 25 febbraio 2020

Nuovo DPCM recante l’adozione di ulteriori misure urgenti per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemologica da COVID-19

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato ieri sera in Gazzetta Ufficiale sono state adottate ulteriori misure per contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19.
In particolare, si segnala l’art. 2 che in materia di lavoro agile ha soppresso e sostituito l’art. 3 del DPCM 23 febbraio 2020 come segue.

Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ieri è stata disposta in favore dei soggetti che, alla data del 21 febbraio 2020, avevano la residenza ovvero la sede legale o operativa nel territorio dei Comuni delle Regioni Lombardia e Veneto* interessati dall’emergenza epidemiologica da COVID-2019, la sospensione:

Lunedì, 24 Febbraio 2020 17:40

Riepilogo provvedimenti normativi coronavirus

Di seguito il riepilogo completo dei provvedimenti emanati, a livello nazionale e a livello regionale, per fronteggiare la diffusione del COVID-19 (c.d. Coronavirus).

aggiornato al 01-04-2020

INVITALIA - EMERGENZA CORONAVIRUS, ECCO L’EMAIL PER LE IMPRESE CHE OFFRONO AIUTO

Lunedì, 24 Febbraio 2020 11:01

Aggiornamenti contenimento del Coronavirus

Vista la situazione di emergenza che si è venuta a creare con la diffusione del Coronavirus (COVID-19) si invitano tutti i Pubblici Esercizi ad attenersi alle indicazioni diramate dalle autorità competenti. 
La Federazione Italiana Pubblici Esercizi e gli uffici territoriali sono costantemente in contatto con le Istituzioni al fine di presidiare l’evoluzione della situazione. 

Il Ministero dell’Interno, con circolare destinata alle Autorità e alle Forze di Polizia, ha riepilogato le regole applicative relative al potere di sospensione e revoca delle autorizzazioni per la gestione dei pubblici esercizi di cui all’art. 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, definendo l’attuale quadro degli orientamenti interpretativi di detta normativa.

La Federazione il 7 marzo 2019 ha stipulato un Protocollo d’Intesa con il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari (OTAN) volto alla promozione di iniziative congiunte sulle tematiche inerenti la sicurezza alimentare
Tale accordo si inserisce all’interno del percorso intrapreso dalla Federazione volto a far emergere (e possibilmente superare) la discrasia tra quanto previsto dalla normativa europea e quanto invece statuito dalla granitica (e obsoleta) giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione in tema di congelato.

 

Mercoledì, 13 Marzo 2019 11:25

Le pillole di Fipe - Vademecum Ispezioni

La Federazione ha realizzato il nuovo Vademecum Ispezioni, una guida su tutto ciò che un pubblico esercizio deve sapere in merito alle ispezioni sul lavoro, salute e sicurezza e igienico sanitarie. 
Nel corso degli anni, la normativa di riferimento dei Pubblici Esercizi è divenuta sempre più ampia e complessa. L'obiettivo perseguito dal legislatore è quello di assicurare un’informazione corretta, completa e aggiornata al consumatore, permettendo, anche a chi ha delle particolari esigenze, di poter godere di un pasto fuori casa in piena tranquillità. 

 

Al via gli incontri effettuati dalla Federazione per la presentazione del nuovo Vademecum Ispezioni .

Il Primo incontro, in cui sarà presentato ufficialmente il manuale, si terrà a Milano il 4 febbraio 2019 alle ore 10:30 presso l’Unione Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza –Sala Castiglioni.

 

L’entrata in vigore del D.Lgs 231/17, relativo alle informazioni sugli alimenti, rende doveroso soffermarsi su alcune disposizioni vigenti in materia di commercializzazione dei prodotti della pesca. 
Il regolamento (CE) n. 1224/09 prescrive, per gli operatori che acquistano i prodotti ittici messi in vendita direttamente da un peschereccio, l’obbligo di registrazione presso le Autorità competenti dello Stato membro in cui ha luogo la prima vendita.

Il 9 maggio 2018 è entrato in vigore il D.Lgs. 231/2017 che adegua la normativa nazionale e sanziona la violazione delle disposizioni previste dal Regolamento UE 1169/2011, volto ad assicurare una adeguata informazione sugli alimenti ai consumatori.

Mercoledì, 14 Febbraio 2018 12:00

Sanzioni sulla mancata indicazione degli allergeni

In data 8 febbraio 2018 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.Lgs. n. 231/2017 recante le disposizioni applicative e le sanzioni relative al Reg. UE n. 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti.

Il suddetto atto normativo entrerà in vigore il 9 maggio 2018.

Venerdì, 02 Febbraio 2018 11:05

Sicurezza alimentare - Salmone affumicato

Il salmone affumicato con la tecnica a “freddo” (vale a dire ad una temperatura non superiore ai 60°C) deve essere sottoposto, prima della somministrazione al consumatore finale, al trattamento di bonifica preventiva. 

La tecnica dell’affumicatura “a freddo” - tipica del salmone selvatico dell’Atlantico o del Pacifico e del salmone d’allevamento - avviene ad una temperatura generalmente non superiore ai 60°, ragione per cui il pesce così trattato rientra nel regime prescritto per la preparazione alimentare a base di pesce crudo o “praticamente crudo”.

 

L’11 aprile 2018 sarà applicato il Regolamento (UE) 2017/2158 della Commissione che, al fine di garantire la sicurezza alimentare, istituisce misure di attenuazione e livelli di riferimento per la riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti. Si tratta di una molecola cancerogena che può formarsi durante la cottura di alcuni alimenti.

Il 12 dicembre è entrata in vigore la Legge 167/2017 recante “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea” che prevede alcune disposizioni in merito alla preparazione di alimenti con l’utilizzo di caseine e caseinati (Dir. (UE) 2015/2203), ossia di quei preparati che possono essere utilizzati per l’elaborazione di piatti da parte di ristoranti, pizzerie, ecc. (es. mozzarella/formaggio per pizza).

Il 20 novembre p.v. si terrà a Roma presso il Ministero della Salute un workshop sulla prevenzione del soffocamento da alimenti nei bambini. Fipe ha partecipato al tavolo ministeriale per la redazione delle linee di indirizzo per gli operatori del settore alimentare che verranno presentate durante workshop. Fipe invita quindi a dare la più ampia diffusione all’iniziativa e a partecipare all’evento inviando la propria richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Martedì, 26 Settembre 2017 16:50

Etichettatura degli alimenti


È stato approvato dal CdM lo schema di D.Lgs. con le disposizioni applicative e le sanzioni relative al Reg. UE n. 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti. Lo schema è ora all’esame delle Camere e della Conferenza Stato-Regioni per l’espressione del parere previsto.

 

Divieto di somministrazione e vendita di alcolici ai minori di 18 anni e la possibilità del Sindaco di emanare provvedimenti specifici per limitare gli orari di vendita e somministrazione di bevande alcoliche.

Questi i due punti di fondamentale importanza per le imprese di pubblico esercizio contenute nel D.L. n. 14/2017 conv. con mod. in L. 48/2017.

In particolare l’art. 8 del Decreto va a modificare l’art. 50 del TUEL aggiungendo alcuni commi tutti inerenti alla possibilità del Sindaco di disciplinare la materia degli orari di vendita e somministrazione di bevande alcoliche per assicurare la vivibilità urbana e la tranquillità ed il riposo dei residenti e contrastare situazioni di degrado del territorio.

 

Lunedì, 27 Marzo 2017 15:29

Alcol e consumo responsabile

“Impegno e credibilità della collettività nel costruire un modello di consumo responsabile delle bevande alcoliche” è il titolo del seminario organizzato dal Laboratorio Istituzionale dell’Osservatorio Permanente sui Giovani e L’Alcool, dove per Fipe sarà presente il Vice Presidente Vicario di Fipe, Aldo Mario Cursano.

Il 27 giugno u.s. si è tenuta presso la Sala Cerroni della Fipe la conferenza stampa congiunta di Fipe e Federvini per annunciare, dopo il successo della fase pilota realizzata a Padova con la collaborazione della APPE, l’avvio della fase successiva del progetto, che verrà esteso al Centro e al Sud del Paese per promuovere una cultura del “bere mediterraneo” all’interno dei pubblici esercizi italiani e formare gli addetti al servizio di bevande alcoliche.

Martedì, 01 Marzo 2016 10:47

# BEREMEGLIO – PRIMO INCONTRO A PADOVA

Il 23 febbraio u.s. si è tenuto il primo seminario sul “Servizio responsabile di bevande alcoliche”, inserito nel progetto #Beremeglio, la “sfida” per un consumo di bevande alcoliche di qualità, lanciata qualche tempo fa FIPE e Federvini, con la collaborazione dell’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) di Padova, che ospita la fase pilota del progetto.

Fipe e Federvini insieme per #Beremeglio hanno presentato a Padova il progetto pilota per la formazione degli addetti al servizio delle bevande alcoliche

• Un progetto congiunto per promuovere consumi responsabili e di qualità all'interno dei pubblici esercizi italiani: si parte dalla città veneta
• In programma venti corsi che coinvolgeranno complessivamente 600 addetti
• Conclusa la prima fase sperimentale di sei mesi il progetto verrà presentato al Ministero della Salute con l'obiettivo di essere proposto su scala nazionale

 

Consumo responsabile è consumo di qualità. Il 27 novembre, nella sala Bresciani-Alvarez del Comune di Padova, Fipe e Federvini presenteranno insieme il progetto #Beremeglio e daranno il via alla fase pilota, in collaborazione con l’Appe.
Questa prima fase, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Padova, durerà sei mesi e sarà articolata in una serie di corsi di formazione specifica per gli esercenti del territorio di Padova e provincia sul tema del servizio responsabile di bevande alcoliche. Una volta terminata la fase pilota, l’obiettivo sarà di estendere l’iniziativa su tutto il territorio nazionale.

Martedì, 20 Ottobre 2015 13:25

SEMINARIO: "ALLERGENI E RISTORAZIONE"

Il prossimo 22 ottobre 2015 dalle ore 15,30 presso l'Auditorium Confcommercio Imprese per l'Italia Ascom Modena in via Piave 125 si terrà il seminario "Allergeni e ristorazione".

Lunedì, 05 Ottobre 2015 15:29

ALLERGENI E RISTORAZIONE

Fipe presenta al TG2 Insieme il suo progetto sulla corretta comunicazione degli allergeni nella ristorazione. In quella sede il Direttore Generale, Marcello Fiore, ha chiarito come i ritardi nella comunicazione ai consumatori del contenuto di allergeni presenti nei piatti dipende, in questo momento, soprattutto dalla mancata emanazione da parte del Governo dei provvedimenti che danno attuazione al Regolamento Comunitario 1169/2011 che è entrato in vigore orma da quasi un  anno.

 

Ancora una volta il Silb scende in campo a favore della sicurezza nei locali di intrattenimento e del divertimento sano. Martedì 22 settembre 2015, presso l’hotel Holiday Inn Imperiale di Rimini, si terrà la V Convention Nazionale dei Presidenti Provinciali Silb, dal titolo “Giovani e qualità del divertimento: il vero volto della discoteca” con l’obiettivo di mettere in luce le questioni di maggiore rilevanza per il settore e trovare assieme ai rappresentanti Silb di ogni provincia nuovi spunti e linee guida per il futuro dell’intrattenimento notturno.

Alla presenza del Ministro Dario Franceschini si svolgerà il convegno “Cibo, globalità e dieta mediterranea” organizzato per il prossimo 11 settembre ad Argenta, in provincia di Ferrara, durante il quale la FIPE, l’Ascom-Confcommercio Ferrara,

Il 9 giugno u.s. si è svolta presso la Commissione Agricoltura del Senato della Repubblica l’audizione della Federazione su due disegni di legge (AS 313AS 926) finalizzati a promuovere nel nostro Paese ed all’estero la Dieta mediterranea che l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha riconosciuto essere Patrimonio immateriale dell’umanità.

 

Un marchio che puo' creare turismo e un menu tipico 'dieta mediterranea' garantito: le proposte della Fipe in audizione con il Vicepresidente Giancarlo Deidda

Mercoledì, 06 Maggio 2015 15:45

RAVENNA: SEMINARIO INFORMATIVO

RAVENNA: SEMINARIO INFORMATIVO

Si è tenuto ieri martedì 5 maggio presso la sala la Sala Bini di Confcommercio Ravenna il seminario “Etichettatura dei prodotti alimentari e allergeni. Le novità nella vendita e nella somministrazione”. 

Mercoledì, 22 Aprile 2015 13:17

GIULIANOVA: SEMINARIO INFORMATIVO

GIULIANOVA: SEMINARIO INFORMATIVO

Nuove disposizioni in materia di informazioni sugli alimenti. 
Si è tenuto ieri martedì 21 aprile presso la sala Buozzi di Giulianova il seminario in oggetto. Il Ca. Lav. Giandomenico di Sante, Presidente Confcommercio Teramo ha aperto i lavori. 

ETICHETTATURA PRODOTTI ALIMENTARI: LE NOVITA’ NELLA VENDITA E NELLA SOMMINISTRAZIONE
Si è svolto oggi 17 marzo 2015 a Comacchio il seminiario sugli allergeni. Sono intervenuti Vitali Franco - Presidente Ascom Comacchio, Alberto Succi - Vice Presidente Fida, Rosa Caterina Cirillo - Direttore Area Legale e Legislativa Fipe Nazionale, Stefano Duo - Azienda Usl Ferrara.

ALLERGENI: COME COMPORTARSI NEL LAVORO QUOTIDIANO PER CHI OPERA NEL SETTORE DELLA RISTORAZIONE E DELL’ALIMENTARE?
E’ il titolo del convegno, promosso da Confcommercio Chieti in collaborazione con la Federazione italiana dei pubblici esercizi (Fipe), che si è tenuto oggi 16 marzo  a partire dalle 15, nella sede di Lanciano dell’associazione di categoria.

 

Lunedì, 09 Marzo 2015 11:34

LA SPEZIA: GESTIONE ALLERGENI

LA SPEZIA: GESTIONE ALLERGENI
Proseguono i seminari tecnici sugli allergeni. Oggi 9 marzo 2015 Confcommercio Imprese per l'Italia La Spezia – F.I.P.E. ha organizza un nuovo incontro, presso la sala Carlo Barilli, sull’argomento alla luce delle ultime novità che “semplificano” gli adempimenti a carico degli operatori del settore alimentare, ottenute grazie all’attività del tavolo tecnico istituito presso il ministero dello Sviluppo Economico del quale fa parte anche F.I.P.E.

Lunedì, 09 Febbraio 2015 18:03

FERRARA: SEMINARIO ALLERGENI

FERRARA: SEMINARIO ALLERGENI

Una sala piena di operatori della ristorazione e del dettaglio alimentare ha fatto da cornice oggi (9 febbraio) al seminario tecnico sugli allergeni promosso da Ascom Confcommercio in collaborazione con Fipe e Fida nei locali dell'Accademia del Gusto a Ferrara.
Si è tratta di un appuntamento tecnico importante per fornire un aggiornamento dopo l'entrata in vigore dal dicembre scorso di una normativa europea - in termini di allergeni da indicare obbligatoriamente - e dunque da considerare necessariamente per chi lavora settori dell'alimentazione (vendita e somministrazione).

Lunedì, 09 Febbraio 2015 13:20

FIPE: ALLERGENI NO-PROBLEM

FIPE: ALLERGENI NO-PROBLEM

Nella giornata di lunedì 9 febbraio 2015, il Direttore Generale Marcello Fiore e la dott.ssa Caterina Cirillo, illustreranno la piattaforma informatica www.gestioneallergeni.it  durante seminari informativi presso le sedi territoriali di Ferrara, Latina e Gaeta. Spiegheranno nel dettaglio che cosa sono gli allergeni, quale è la genesi di questa norma, quali sono le disposizioni per i ristoratori e quali le potenziali sanzioni.

Martedì, 20 Gennaio 2015 18:36

FIPE AL SIGEP PER GLI ALLERGENI

FIPE AL SIGEP PER GLI ALLERGENI

Grande interesse del pubblico al seminario sugli allergeni organizzato da Fipe al Sigep, il Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria e Panificazione, in corso alla Fiera di Rimini. In questa occasione è stato illustrato anche il software "Gestione Allergerni", realizzato dalla Federazione.

Tra i relatori: Marcello Fiore - Direttore Generale Fipe, Gaetano Callà -  Presidente Fipe Rimini, Rosa Caterina Cirillo – Ufficio Legislativo Fipe, Nanni -  Asl Romagna, Goisis – ispettore Guardia Forestale, Sbaraglio – tecnico Guardia Forestale.

20-01-2015

Giovedì, 18 Dicembre 2014 15:14

GESTIONE ALLERGENI

all18-12-2014-a
SEMINARIO GESTIONE ALLERGENI

Il giorno 18 dicembre 2014 si è tenuto a Roma un seminario di formazione per i funzionari del sistema federale sulle tematiche degli allergeni e sull’utilizzo del software "Gestione Allergerni", realizzato dalla Federazione.

ic-pescaraall2014-u
CONVEGNO: LE NUOVE DISPOSIZIONI SU ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI

Si è tenuto a Pescara venerdì 12 dicembre il convegno "Le nuove disposizioni su etichettatura degli alimenti". Erano presenti oltre al Presidente Ardizzi, in veste di relatori:

Lunedì, 15 Dicembre 2014 13:06

GESTIONE ALLERGENI

allergeni1
GESTIONE ALLERGENI
Il 13 dicembre è entrato in vigore il Regolamento UE n. 1169/2011 che prevede per i ristoranti ed i bar l’obbligo di indicare la presenza di allergeni nei piatti serviti alla clientela.
Questa novità sta creando preoccupazione tra gli operatori del settore, anche per il fatto che mancano delle precise indicazioni ministeriali al riguardo.

Martedì, 02 Dicembre 2014 14:03

GRANDE SUCCESSO DI FIPE A PADOVA

ico-padova-nov2014
GRANDE SUCCESSO DI FIPE A PADOVA

Grande successo alla fiera di Padova, Tecno&Food, dove la Fipe è stata presente il primo dicembre per illustrare nel dettaglio la normativa sugli allergeni che entrerà in vigore da sabato 13 dicembre. Il seminario è stato organizzato dal Gruppo Pasticceri Appe sulla nuova normativa in vigore dal 13 dicembre che riguarda l’etichettatura e il trattamento degli allergeni nei listini e nei menu.

Lunedì, 01 Dicembre 2014 10:56

TEMA SCOTTANTE E ATTUALE: GLI ALLERGENI

2014-mig01
TEMA SCOTTANTE E ATTUALE: GLI ALLERGENI

La prossima entrata in vigore della normativa sugli allergeni ha mobilitato il forte interesse di operatori del settore presenti al MIG di Longarone, dove ieri 30 novembre si è tenuto il talk show organizzato da Fipe “Gelato e sicurezza alimentare.

iconaseminario10-11-2014
CONFCOMMERCIO VERCELLI – SEMINARIO IN MATERIA DI ALLERGENI
Il giorno 10 novembre 2014 presso la Confcommercio di Vercelli si è tenuto  un seminario per spiegare alle oltre 200 aziende presenti le regole che entreranno in vigore dal 13 dicembre p.v. sull’indicazione degli allergeni nei prodotti somministrati.

icona-fi06-11-2014
RIVOLUZIONE NEI BAR: SCATTA L’OBBLIGO DI INDICARE GLI ALLERGENI CONTENUTI NEI PRODOTTI VENDUTI

Convegno Fipe-Confcommercio Firenze
Crostacei, arachidi, soia e cereali contenenti glutine. Cos’hanno in comune tutti questi prodotti? Possono provocare allergie o intolleranze. È bene dunque che chi acquista un primo, un dolce o un panino sappia se in esso sono contenuti allergeni o meno.

Lunedì, 27 Ottobre 2014 17:46

FIPE CONTRO GLI AUMENTI DELLE ACCISE

FIPE CONTRO GLI AUMENTI DELLE ACCISE
Il Presidente di Fipe-Confcommercio, Lino Enrico Stoppani, parteciperà alla tavola rotonda “Ridurre la pressione fiscale, creare valore e occupazione” in calendario per il 29 ottobre alla Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in via del Seminario, 76 a Roma per illustrare gli effetti prodotti dall’aumento delle accise sulla birra.

Mercoledì, 06 Agosto 2014 10:50

E' GUERRA DEI TAPPI

E' GUERRA DEI TAPPI
Si pubblica un articolo uscito su Italia Oggi il 6 agosto 2014, "Olio/scontro aperto tra Fipe e Associazione frantoi - E' guerra dei tappi - Chiusura antirabocco nel mirino

 

leggi intero articolo

 

06-08-14

PRESENTAZIONE DEL NUOVO MANUALE DI PRASSI OPERATIVA PER LA GELATERIA E LA RISTORAZIONE (HACCP)

Si è svolto il 20 gennaio 2014 al Sigep-Rhex il Convegno: Presentazione del nuovo Manuale di Prassi Operativa per la Gelateria e la Ristorazione (HACCP).

SICUREZZA STRADALE:TORNA CAMPAGNA 'BRINDO CON PRUDENZA'

Rendere più sicure le notti del fine settimana sulle strade per evitare che i giovani perdano la vita negli incidenti stradali e contribuire a diffondere la figura del "guidatore designato" quando si va in discoteca. Per raggiungere questi obiettivi parte per il sesto anno consecutivo la campagna 'Brindo con Prudenza'. La formula è quella consolidata. 

"Mangiare Informati": l’UE invita a tavola

Sapere cosa si mangia è importante, ma altrettanto importante è conoscere le procedure per un’alimentazione sana, corretta e completa. Già nel mese di luglio bar, ristoranti, esercizi commerciali e supermercati (unitamente alle scuole e alle maggiori imprese del settore alimentare) hanno contribuito alla distribuzione di oltre 10 milioni di copie del Decalogo della sicurezza alimentare nell’ambito della Campagna "Mangiare Informati" per l’educazione sulla sicurezza alimentare, promossa dall’UE e coordinata dalle Associazioni di consumatori. Ad ottobre, inoltre, i pubblici esercizi italiani hanno distribuito oltre 150mila copie di un Vademecum nutrizionale che, con poche e fondamentali regole, invita ad una corretta pianificazione alimentare: controllare le calorie, mangiare frutta e verdura a volontà, limitare il consumo dei dolci e del sale, bere molta acqua e pochi alcolici.
Mercoledì, 14 Luglio 2010 02:00

Iniziativa Silb “Guido con prudenza”

INIZIATIVA SILB: GUIDO CON PRUDENZA

Anche il ministro degli Interni, Roberto Maroni, plaude all'iniziativa "Guido con Prudenza" e cita esplicitamente il Silb fra gli organizzatori della campagna portata avanti da sette anni per contrastare il fenomeno degli incidenti stradali mortali collegati all'abuso di alcol.

 

Linea comune fra il presidente Fipe, Lino Enrico Stoppani, e il ministro per l’Agricoltura, Luca Zaia sulla demonizzazione dell’alcol.

«I ristoratori – ha spiegato Stoppani alla presenza del Ministro durante un convegno al Vinitaly – hanno solo subito questa campagna contro l'alcolismo. Ma dietro il vino non ci sono solo devianze, anzi il settore enologico è di primaria importanza per l'economia nazionale e non può essere cosi maltrattato. Chi ha competenze istituzionali deve tralasciare i divieti e non lasciare soli gli esercenti dei locali e produttori di vino. I ristoratori sono un facile bersaglio, ma colpire loro non contrasterà l’abuso di alcol. L'alcolismo si combatte con iniziative di formazione, dice la Fipe, e con la cultura».

Giovedì, 31 Luglio 2008 02:00

Novità sul fumo

Mentre in Germania la Corte Costituzionale dichiara che il divieto di fumo in bar e ristoranti così come è formulato è incostituzionale, in Italia l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato segnala che non è possibile limitare il numero dei punti vendita al dettaglio dei prodotti del tabacco alle sole tabaccherie, aprendo la strada ad una vera liberalizzazione.

Un tribunale tedesco ha accolto il ricorso presentato da due ristoratori e dal titolare di una discoteca dichiarando inaccettabile le leggi regionali che vietano le bionde nei pubblici esercizi, imponendo una divisione dei locali tra aree non fumatori e fumatori. 

Accordo Ministero Sanità - Protocollo d'intesa in tema di salute e sicurezza alimentare tra il Ministero della Salute e la Federazione Italiana Pubblici Esercizi

 

Saint Vincent 04-06-2002

visualizza l'accordo