Lunedì, 16 Gennaio 2017 12:50

Mixer dic. 2016/gen. 2017 - Cibo e Musica: dal mito greco a Parigi

Lo scrittore Ugo Ojetti (Roma 1871-Fiesole 1946), noto anche per i suoi aforismi, scriveva che nella vita bisogna evitare tre sciocchezze: “amare al buio, dormire al sole, mangiare in silenzio”, dove proprio l’ultimo suggerimento sottolinea l’abbinamento della tavola alla convivialità, alle chiacchiere, ma anche, da sempre, all’ascolto della musica. Cibo e musica: parti integranti della vita quotidiana delle persone e delle comunità, veicoli materiali di cultura, estensori di tradizione e termometri d’innovazione nella società, sono accomunati da tante affinità, da diventare complementari, anche negli interessi. 

Sono numerosi, infatti, i pubblici esercizi che fanno della musica una componente importante della loro offerta commerciale, diffusa come sottofondo nei bar, organizzata in concertini nei ristoranti in occasione di feste o, addirittura, elemento di richiamo principale nei locali serali o nelle discoteche.

leggi l'intero articolo di Lino Enrico Stoppanti pubblicato su Mixer dicembre 2016/gennaio 2017 in allegato


Gli articoli di Fipe su Mixer dicembre 2016/gennaio 2017

Ecco i vincitori - articolo dell'Ufficio Stampa Fipe
Cambia la musica nei pubblici esercizi - articolo di Rosa Caterina Cirillo
Più take away e meno ristoranti e bar - articolo di Luciano Sbraga

link correlati:
http://www.mixerplanet.com  
http://www.mixerplanet.com/sfoglia-rivista/?ID=116605

Letto 1652 volte