«Ministro appiattito verso gli agricoltori» 
Un manifesto politico di denuncia di una situazione inaccettabile che mortifica senza ritegno la categoria dei ristoratori. Lino Stoppani, presidente della Federazione italiana pubblici esercizi, è furioso. «Il ministro Martina deve capire che la ristorazione è una priorità di questo Paese». La Legge di stabilità 2018 ha inserito all’articolo 47 l’istituzione di “distretto del cibo” e di “enoturismo”, consentendo di fatto alle aziende e cooperative agricole di vendere prodotti trasformati e pronti per il consumo, non specificatamente di produzione propria, anche attraverso strutture mobili e in modalità itineranti.

Si riporta l'intervista al Vicepresidente Giancarlo Deidda andata in onda il 30 novembre 2017 su Radio Monte Carlo sul tema dei ‘distretti del cibo’.

Distretti del cibo e street food agricoli, la protesta dei pubblici esercizi 
“Non vogliamo pensare che al Ministero delle Politiche Agricole apprezzino solo la ristorazione degli agricoltori a scapito di chi fa questo lavoro da anni rispettando precise regole". Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi con il suo Presidente Lino Enrico Stoppani si esprime duramente in merito all'istituzione dei "distretti del cibo" prevista dall'art. 47 della legge di stabilità, considerati "un ulteriore privilegio che il Governo concede agli agricoltori". Questo provvedimento consentirà, infatti, alle aziende e cooperative agricole di vendere anche prodotti trasformati e pronti per il consumo, attraverso l'utilizzo di strutture mobili e in modalità itinerante. 

#StesseRegolePerStessoMercato
Il 1° gennaio 2018 è entrata in vigore la legge di bilancio che ha istituito i “distretti del cibo” ampliando la platea dei soggetti contemplati nella previgente disciplina e stanziando risorse finanziarie per la loro creazione e consolidamento.
Inoltre, la suddetta legge ha rafforzato le facoltà commerciali già riconosciute agli imprenditori agricoli, aggiungendo la possibilità di vendere prodotti agricoli già pronti per il consumo anche in modalità itinerante.