“Trentamila imprese balneari con 100 mila addetti diretti, (insieme all'indotto superano il milione), fanno della balneazione attrezzata italiana un fattore cruciale nel mercato internazionale delle vacanze, ha affermato Antonio Capacchione, presidente del Sindacato Italiano Balneari, oggi a Roma presso la sede nazionale di Confcommercio, in occasione del convegno dal titolo: “Pericolo Mediterraneo per l’economia del mare”, l’impatto dell’innalzamento delle acque per le attività turistico-balneari e marittimo-portuali.

Capacchione: “Si apre uno spiraglio per la categoria. Primo obiettivo: ricostruire gli stabilimenti distrutti dalle mareggiate e far ripartire gli investimenti”. 

“Apprendiamo che, finalmente, si è aperto uno spiraglio nella ‘battaglia’ degli imprenditori balneari italiani per veder riconosciuto il diritto ad esistere e a continuare a lavorare nell'interesse del Paese” afferma Antonio Capacchione, presidente del Sindacato Italiano Balneari aderente a Fipe Confcommercio. 

Circa 3.000 imprese danneggiate o distrutte dell'erosione o dai recenti eventi calamitosi rischiano di non aprire la prossima stagione balneare. Il 10% degli stabilimenti balneari potrebbe non essere operativo per l'estate 2019. Il 40% della nostra costa è oggetto di erosione e necessita, pertanto, di un piano straordinario di tutela. Non si può più perdere tempo. La questione balneare va affrontata adesso.

Venerdì, 03 Agosto 2018 13:39

Giornata Nazionale dei Balneari Italiani

Informare l’opinione pubblica sulla drammatica situazione in cui versano le imprese balneari italiane e per sollecitare Governo e Parlamento a proteggere questa importante componente del ‘Made in Italy’.

Il 26 agosto 2018 giornata di mobilitazione nazionale degli stabilimenti balneari per chiarire meglio ed illustrare ai nostri clienti e all’opinione pubblica la drammatica situazione in cui versa la balneazione attrezzata italiana. Questa l’iniziativa promossa dal S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente alla FIPE/Confcommercio, che associa 10.000 imprese balneari del nostro Paese.

“E’ francamente incomprensibile ed irrazionale la reintroduzione dei voucher anche nel turismo assicurandolo, però, solo alle imprese alberghiere ed escludendo proprio quelle balneari in cui si avverte maggiormente la loro necessità” – dichiara Antonio Capacchione, presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a FIPE/Confcommercio che associa circa 10.000 imprese.

 

La richiesta del Sindacato Italiano Balneari – Confcommercio oggi in un incontro con l’Assessore Marco Scajola. 
Chiediamo al Governo di rinunciare all’impugnativa davanti alla Corte Costituzionale e trasformare in nazionali le due leggi che la Regione Liguria ha emanato il 10 novembre 2017 a tutela dei balneari liguri: la n. 25, “Qualificazione e tutela dell’impresa balneare” e la n. 26, “Disciplina delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative”.

 

Non ci voleva la sfera di cristallo per prevedere che il Disegno di legge delega sulla riforma demaniale non avrebbe superato l’esame del Senato. Infatti già a metà ottobre, in occasione del SUN di Rimini, la nostra Organizzazione SIB – Confcommercio insieme a FIBA – Confesercenti e OASI - Confartigianato, a fronte di una situazione politica in grande fibrillazione - e che si avviava velocemente verso la fine della legislatura - chiese che fosse data concretezza ai punti più significativi del ddl (riconoscimento di un periodo transitorio di 30 anni legato anche al legittimo affidamento, riconoscimento del valore aziendale, superamento del meccanismo di calcolo del canone con l’eliminazione dei valori OMI), introducendoli nel Decreto Legge collegato alla Finanziaria.

 

Martedì, 10 Ottobre 2017 12:36

Turismo blu

In occasione della Fiera Sun di Rimini, FIPE ha organizzato per il pomeriggio di giovedì 12 ottobre p.v. un convegno in cui si parlerà di Turismo blu quale strategia dell’Unione Europea per determinare uno sviluppo sostenibile nei settori marino, marittimo e costiero quali settori di sviluppo del territorio, in generale, e del tessuto imprenditoriale, in particolare. Si parlerà inoltre, delle problematiche legate al turismo costiero, delle iniziative da attuare per lo sviluppo turistico, di sostenibilità e di qualità dei servizi.

 

Consegnato un documento con le richieste del Sindacato: proroga e indennizzo. Apprezzato l’impegno a seguire la vicenda che coinvolge oltre 30.000 imprese e 100.000 addetti diretti.

 

Pagare tutti ma al giusto prezzo

Nel documento di Economia e Finanza (DEF), appena licenziato dal Governo e di prossima discussione in Parlamento, vi è un capitolo riservato alle concessioni demaniali all'interno del quale viene trattato il comparto delle concessioni demaniali marittime.
Particolare attenzione è dedicata al problema dei canoni demaniali ricordando che a partire dal 1° gennaio 2017, al fine di contrastare l'evasione e consentire un più efficiente monitoraggio degli introiti, è stato introdotto il modello F24 Elide per il loro pagamento. 

Il 9 maggio u.s. una delegazione di Confturismo, che ha visto la partecipazione di FIPE, è stata audita presso le Commissioni VI e X della Camera dei Deputati relativamente al Disegno di Legge “Delega al Governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso ricreativo” – AC 4302.

 

Il 6 aprile p.v. entrerà in vigore il D.P.R. 13 febbraio 2017 n. 31 “Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura semplificata”. 
È un provvedimento che Fipe aspettava da tempo e di cui ha seguito l’iter fin dalla sua genesi nel 2014, partecipando insieme a Confcommercio al tavolo informale costituito sul tema dal Mibact e rappresentando al Ministro Franceschini le proprie istanze e preoccupazioni in più occasioni, da ultimo nell’Assemblea federale 2016 sul tema “Il valore dei pubblici esercizi per l’identità e l’attrattiva dei centri storici”, che ha visto anche la partecipazione del Ministro stesso.

Grande successo dell’incontro promosso dal Sindacato provinciale Balneari Confcommercio Ravenna rivolto ai soci per dibattere sul tema ‘Bokestein: quale futuro per le imprese balneari’. All’incontro-dibattito, che si è svolto nella sede di Confcommercio Cervia, hanno partecipato il presidente nazionale del SIB Riccardo Borgo, il presidente regionale SIB Simone Battistoni e il presidente provinciale SIB Graziano Parenti. "Al centro dei lavori la situazione degli stabilimenti balneari che vivono da troppo tempo una situazione di grave incertezza che rischia di affossare un settore che a livello nazionale conta 30.000 piccole e medie imprese con oltre 100.000 addetti e che costituiscono una eccellenza del nostro Turismo - spiega il Sindacato. 

Mercoledì, 12 Ottobre 2016 12:52

Balneari: esito incontro con Ministro Costa

Nel ricostruire l’esito dell’incontro tenutosi con il ministro Enrico Costa, il Presidente Borgo registra l’impegno del governo (il ministro ha più volte sottolineato non solo il suo ma anche quello dell’intero Governo e della Presidenza del Consiglio) a tutela e sostegno delle imprese balneari.
Impegno che il ministro ha ribadito in particolare sui seguenti punti:

Mercoledì, 03 Agosto 2016 11:35

BALNEARI: BENE DECRETO ENTI LOCALI

Borgo, SIB: “Si tratta di un passo importante, ma serve una riforma organica della materia che rilanci l’intero comparto compresi gli investimenti”
Soddisfazione per il decreto legge sugli Enti Locali, convertito in legge in via definitiva dal Senato.

Il 14 luglio u.s. la Corte di Giustizia dell’UE ha emanato la sentenza sull’annosa questione delle concessioni demaniali, come deferita dai Tribunali italiani.
Si riporta il testo della sentenza, il comunicato stampa del Sib – Fipe nonché il commento di Marco Buticchi, Dirigente Nazionale Fipe e Presidente di Fipe La Spezia.

15-07-2016

Nel mese di giugno 2016 abbiamo riscontrato una diminuzione fino al 60% delle presenze in spiaggia rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a causa delle avverse condizioni meteo - lo afferma Riccardo Borgo, presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a Confcommercio che associa 10.000 imprese balneari in tutta Italia. 

FederSicurezza e Silb, insieme agli altri rappresentanti delle associazioni di categoria dei gestori delle discoteche e dei servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo, hanno firmato al Viminale un Accordo Quadro finalizzato ad incrementare i livelli di sicurezza all'interno ed in prossimità delle discoteche, con particolare attenzione al contrasto di ogni forma di violenza, dell'uso di sostanze stupefacenti e psicotrope e dell'abuso di alcool, oltre che ad orientare i giovani verso forme di divertimento e di intrattenimento sani. 

“Difficile fare delle stime per questa estate, ma senza dubbio l’affluenza in spiaggia dipenderà dalle condizioni atmosferiche - dichiara Riccardo Borgo, Presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a FIPE/Confcommercio - tuttavia siamo ottimisti dal momento che le previsioni per giugno, luglio ed agosto sono abbastanza buone su tutta la Penisola ed indicano le località di mare quale meta preferita per trascorrere le vacanze”.

Le recenti dichiarazioni di Pierpaolo Baretta non collimano con quanto affermato dal Ministro Enrico Costa, dalle Regioni e da molti esponenti delle forze politiche.
La linea sindacale del doppio binario è chiara, concreta, possibile ed è stata ampiamente argomentata.

Prima di entrare nel tema specifico per cui mi è stata data l'opportunità di intervenire, e forse per farmi capire meglio, mi sia consentito di poter fare, seppur in maniera incompleta e schematica, un passaggio sulla coerenza tra questo sistema imprenditoriale, che vorrei definire con lo "spirito di Cernobbio", ed il modello del turismo balneare italiano che noi rappresentiamo.

 

"BASTA INGERENZE, SERVE INTERVENTO FORTE DAL GOVERNO"
"Un atto gravissimo mirato nei confronti dell'Italia". La Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi interviene a fianco di Confturismo e del SIB - Sindacato Italiano Balneari con una dura nota del Presidente Lino Enrico Stoppani dopo la pronuncia di ieri della Corte di Giustizia europea in merito alla proroga al 2020 delle concessioni balneari. 

Martedì, 16 Febbraio 2016 10:59

PRESIDIO NAZIONALE A ROMA IL 17 FEBBRAIO

Il 17 febbraio prossimo a Roma, in piazza S. S. Apostoli, il Sindacato Italiano Balneari manifesterà affinché si trovi una soluzione al problema delle concessioni demaniali che garantisca futuro e certezze alle 30.000 imprese balneari italiane.
Il presidio, che partirà dalle ore 12.00, il cui slogan è “…E ora ridiamo futuro alle imprese balneari …”, è organizzato dalle principali Organizzazioni di categoria, SIB-FIPE/Confcommercio, FIBA/Confesercenti, ASSOBALNEARI ITALIA/Confindustria e OASI/Confartigianato,

Riccardo Borgo, all’unanimità, è stato confermato dall'Assemblea degli iscritti  alla presidenza del Sindacato Italiano Balneari, il principale Sindacato di categoria aderente a F.I.P.E./Confcommercio che associa circa 10.000 imprese balneari.

Il 28 ottobre u.s. si è svolta la conferenza di presentazione dell’Intergruppo parlamentare a tutela delle piccole imprese turistico-balneari, promosso dalla Sen. Granaiola e costituito da altri 32 parlamentari. Alla conferenza era presente anche il Sottosegretario Baretta, come rappresentante del Governo, il SIB-Fipe-Confcommercio e le altre sigle di rappresentanza delle imprese del settore.

“Non dobbiamo aspettare le sentenze della Corte UE e l’esecutivo deve varare al più presto una  legge organica di riforma sulle concessioni   che tuteli le attuali 30 mila imprese balneari che sono il fulcro del turismo italiano” dichiara Riccardo Borgo Presidente di SIB-Fipe-Confcommercio dopo  il convegno tenutosi a Rimini il 9 ottobre 2015 tra tutte le associazioni di categoria del settore che ha approvato  un documento da inviare agli organi istituzionali per salvare il settore.
Non si può e non si deve continuare ad aspettare, bensì è oggi che il governo deve essere pronto con una legge sul “doppio binario” a tenere lontane le multinazionali che vogliono prendere tutto e ad assicurare lavoro ed investimenti al Paese assoggettando alla pubblica evidenza le nuove concessioni e garantendo un congruo regime transitorio a quelle attualmente vigenti.

Mercoledì, 14 Ottobre 2015 12:08

BAR IN MOSTRA ALL'ARCHIVIO DI STATO

Il Bar è il luogo dell’incontro, dove si beve, si mangia, si chiacchiera, ci si riposa, si legge il giornale, si perde tempo o si lavora. Al Bar e all'architettura che da sempre lo contraddistingue e dedicata la mostra 'BAR, Bellezza, Arte e Ristoro'. Architettura, cibo e design nell’Italia del ‘900', che ha aperto i battenti all'Archivio Centrale dello Stato il 15 ottobre e terminerà l'8 dicembre p.v.

Giornata di confronto, venerdì 9 ottobre, per i balneari a Rimini per difendere i diritti delle loro imprese, quasi tutte a gestione. Un convegno organizzato dagli imprenditori Balneari per interrogarsi sulle incognite della direttiva Bolkestein dell’Unione Europea e sullo stallo delle concessioni demaniali.

Giovedì, 08 Ottobre 2015 18:10

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA

SUCCESSI E SFIDE PER I PROSSIMI ANNI
La crescita economica italiana sta finalmente ritornando. Il tasso di disoccupazione è sceso sotto il 12 per cento ed il turismo si sta confermando come un importante driver della crescita. Le analisi tuttavia mostrano come questa lunga crisi (2008-2014) abbia cambiato le abitudini dei viaggiatori, sia degli Italiani che si recano all’estero, sia degli stranieri che visitano il bel Paese.

Presso il SUN di Rimini si svolgerà il convegno “Certezze alle imprese balneari per assicurare futuro al turismo italiano - confronto con le regioni”, organizzato dal SIB (Sindacato Italiano Balneari)  per il prossimo 9 ottobre.

Nel workshop organizzato e promosso da Confcommercio Pisa e Fipe nazionale, lo scorso 18 settembre all'Abitalia Tower Plaza a Pisa,  si sono confrontati rappresentanti delle istituzioni, imprenditori e professionisti,  su temi e concetti chiave come stagionalità, valorizzazione dei prodotti tipici locali, case history , novità normative ed eccellenze imprenditoriali.  

Come si diventa un’impresa “eccellente”? E che importanza riveste per il successo economico di un territorio e di un sistema di piccole e medie imprese, l’abitudine a pratiche e valori come Qualità, Gusto, Accoglienza, Servizio, Tipicità? Proveranno a dare una risposta i massimi esperti di settore a confronto con le Istituzioni,il 18 settembre a Pisa presso l’Hotel Tower Plaza, nel corso del workshop nazionale organizzato da Confcommercio Pisa in collaborazione con la Federazione Italiana Pubblici Esercizi “Fipe per l’eccellenza, pubblici esercizi in primo piano, tra qualità enogastronomica e sviluppo turistico. 

Venerdì, 24 Luglio 2015 12:25

BALNEARI: IL GOVERNO CI DEVE SOSTENERE

Il presidente del Sindacato Italiano Balneari Riccardo Borgo è stato ricevuto il 22 luglio u.s. a Palazzo Chigi, dal sottosegretario agli Affari Europei Sandro Gozi per fare il punto sul futuro delle imprese balneari italiane.
L’incontro, cordiale ed approfondito che si è protratto per circa due ore, ha affrontato tutti i temi e consentito di fare chiarezza sul percorso da sostenere per tutelare la categoria.

E’ arrivata l’estate e con essa il momento che i turisti italiani e stranieri amano di più e, cioè, quello del sole e del mare. La vacanza balneare si rivela sempre più come elemento trainante per il turismo italiano ed allora tutti in forma sotto il sole, come risposta all’afa di questi giorni sognando la riviera: sport d’acqua, e da spiaggia, musica e tornei, cure di bellezza e piscine con idromassaggio. Il tutto all’insegna di bellezza, salute e divertimento.
E’ questo il tormentone delle spiagge italiane dove gli esercenti degli stabilimenti balneari, dopo una stagione quella del 2014 funestata da condizioni meteorologiche a dir poco disastrose, puntano a migliorare l’offerta dei servizi di spiaggia con il ritorno al gusto del benessere fisico e del movimento.

 

TUTELA DAGLI ABUSIVI NELLE SPIAGGE: SIB PROPONE GLI STEWARD
Vertice al Viminale sull’abusivismo commerciale e la contraffazione delle merci sui litorali. Presente al tavolo anche il Sindacato Italiano Balneari SIB-FIPE che ha avanzato, tra le proposte, anche l’ipotesi di introdurre degli “steward” per il controllo delle spiagge e il rispetto delle regole.

 

IL CODICE DEL TURISMO AL VAGLIO DELLA CORTE COSTITUZIONALE
corte-di-cassazione1Con questa sentenza la Corte ha soppresso tra l’altro l’articolo del codice che dava la facoltà a tutti gli esercizi ricettivi di somministrare alimenti e bevande anche ai non alloggiati. E’ questa la norma che la Federazione aveva duramente contestato al Ministro del Tempo M.V. Brambilla

Venerdì, 16 Settembre 2011 14:12

SCONTRINO ALLO STABILIMENTO, ASSENTE GIUSTIFICATO

SCONTRINO ALLO STABILIMENTO, ASSENTE GIUSTIFICATO
La mancata battitura dello scontrino o ricevuta fiscale per i corrispettivi incassi all’ingresso degli stabilimenti balneari sarà perfettamente