Direttiva servizi

L’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ribadisce il principio secondo cui è vietato applicare ai consumatori un sovrapprezzo per l’uso di specifici strumenti di pagamento , secondo quanto stabilito dall’art. 62 del Codice del Consumo e dalla Direttiva (UE) 2015/2366 relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno, recepita dal D.Lgs n. 218/2017.

È stata pubblicata in GU la Legge (Legge n. 132 del 1 dicembre 2018) di conversione del Decreto Sicurezza (decreto legge n. 113 del 4 ottbre 2018) che contiene disposizioni anche riguardanti i pubblici esercizi.
In particolare, si segnala:

• la facoltà del questore di disporre il divieto d’accesso ai p.e. nei confronti di persone già condannate non solo per reati in materia di stupefacenti, ma anche per reati commessi in occasione di gravi disordini avvenuti in pubblici esercizi, o per delitti non colposi contro la persona e il patrimonio;

I Comuni devono adeguare la modulistica in uso per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni ed istanze presso i SUAP comunali per le attività commerciali e similari, tra cui quelle di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico, in base a quanto stabilito dall’Accordo tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali (G.U. 5/6/2017) con cui sono stati adotti tali moduli standardizzati, e pubblicarla sul proprio sito istituzionale entro la stessa data.

Mercoledì, 28 Settembre 2016 12:45

FIPE AL SENATO PER IL DECRETO LEGISLATIVO SCIA 2

Il 20 settembre u.s. si è svolta presso le Commissioni riunite Industria, commercio, turismo e Territorio, ambiente, beni ambientali del Senato l’audizione della FIPE sullo schema di Decreto Legislativo sulla revisione dei regimi abilitativi delle attività commerciali.
La Federazione sta seguendo con attenzione questo provvedimento che rischia di operare uno stravolgimento in tema di procedimenti amministrativi per l’avvio di un’attività di pubblico esercizio.