Concorrenza

E’ stato pubblicato in GU il D.Lgs n. 14/2019 recante il “Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della Legge 19 ottobre 2017, n. 155”, la cui entrata in vigore è prevista per il 15 agosto 2020 (salvo alcuni specifici articoli). 
In estrema sintesi, tale provvedimento risponde all’esigenza di riformare in modo organico la disciplina delle procedure concorsuali prevista nella c.d. Legge Fallimentare (RD n. 267/1942) e la normativa sulla composizione delle crisi da sovraindebitamento specificatamente dedicata alle persone fisiche (L. n. 3/2012), coordinando tali testi con le previsioni europee ed i princìpi elaborati in materia di insolvenza dalla Commissione delle Nazioni Unite per il diritto commerciale internazionale (UNCITRAL).

Il 12 febbraio 2019, è stata pubblicata in GU la Legge di conversione del Decreto Legge “Semplificazioni” che ha confermato le disposizioni del D.L. concernenti l’abolizione del SISTRI, l’abrogazione dell’obbligo della tenuta del libro unico del lavoro in modalità telematica e l’istituzione di una Sezione Speciale nel Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese.

Il DDL Concorrenza è stato definitivamente approvato in Senato.
Tra le disposizioni contenute nel provvedimento ve ne sono alcune di interesse per la categoria.  

In particolare: 
• abolizione della licenza fiscale Utf relativa alla somministrazione di prodotti alcolici per i pubblici esercizi;
• diritti connessi: distinzione tra diritti dei produttori fonografici e quelli degli artisti interpreti per l’esercizio dei diritti e la riscossione dei compensi relativi da parte delle collecting di riferimento, che prima erano unificati nelle mani dei produttori. 

Il D.L. Mezzogiorno emanato il 20 giugno u.s. è stato approvato al Senato ed è ora all’esame della Camera, dove verrà approvato quasi sicuramente senza ulteriori modifiche. 

Tra le disposizioni di interesse per il settore vi sono:

Venerdì, 31 Marzo 2017 11:47

Listino prezzi e Antitrust

L’Antitrust continua ad esercitare una attenta vigilanza sulle iniziative intraprese da organizzazioni di categoria volte ad influenzare collettivamente la formazione dei prezzi. 
Notizie stampa (agir e agen press) riportano che l’Antitrust ha convocato l’Associazione Pubblici Esercenti di Roma, estranea al sistema Fipe-Confcommercio, per fornire chiarimenti in merito alla richiesta di aumento del prezzo del caffè, si ritiene opportuno ribadire alle Associazioni valutare con attenzione e prudenza qualsiasi tipo di iniziativa inerente all’argomento “prezzi”.

Il 21 settembre u.s. si è svolta presso la Commissione Agricoltura e produzione agroalimentare del Senato l’audizione della FIPE sul disegno di legge sulla ristorazione collettiva.
La Federazione segue da sempre questo settore e nel suo documento ha espresso i propri suggerimenti per rendere trasparente e sicura questa attività per i 5 milioni di persone che ogni giorno si recano nelle mense per mangiare.

L’uso corretto degli strumenti digitali apre formidabili opportunità agli operatori dell’accoglienza, con la conseguente nascita di nuove figure professionali
HOTREC Hospitality Europe, associazione datoriale leader che rappresenta gli alberghi, i ristoranti e i bar in Europa cui Fipe aderisce, e TripAdvisor, il sito di viaggi più grande al mondo, accendono i riflettori su una sfida importantissima per l’industria del turismo: quella delle recensioni online, e si impegnano a far conoscere alle aziende come contribuire a combattere il problema delle recensioni fraudolente. Le due organizzazioni come primo intervento si impegnano insieme a sensibilizzare da un lato albergatori e ristoratori e dall’altro i consumatori dell’esistenza di società produttrici su larga scala di recensioni false e il loro impegno a combatterle.

 

Il 23 giugno si è svolta un’importante tavola rotonda dal titolo “I diritti e i doveri dei controllori e dei controllati nelle attività di pubblico esercizio e nelle pasticcerie”.
L’obiettivo dell’incontro è stato quello di promuovere un momento di confronto tra rappresentanti degli esercenti e gli organi competenti in materia di controlli, per approfondire e comprendere i diritti e i doveri degli operatori relativamente ai principali aspetti legati alla loro quotidiana attività, quali la sicurezza degli alimenti, gli obblighi fiscali, tributari e amministrativi e quelli inerenti la normativa sul lavoro.

SENZA IMPRESA NON C'È ITALIA. RIPRENDIAMOCI IL FUTURO
La Fipe in piazza al fianco delle imprese e di Confcommercio.
Le imprese in piazza a Roma: Sangalli, "chiediamo rispetto, a rischio la pace sociale"
In una Piazza del Popolo gremita, si è svolta la manifestazione organizzata da Rete Imprese Italia "Senza impresa non c'è Italia. Riprendiamoci il futuro". Il presidente di Confcommercio: " Senza consumi e senza riforma fiscale non c'e' futuro".

CONFCOMMERCIO, RECESSIONE E CRIMINALITÀ VANNO A BRACCETTO
SPECIALE CERNOBBIO 22-23 MARZO 2013
Rapina-Orefice02-midPer più di otto imprenditori su dieci (83%, per l'esattezza) la recessione ha fatto aumentare la criminalità. È il  risultato dell’indagine Censis-Confcommercio sulla percezione degli esercenti rispetto alla malavita.

Pagina 1 di 2