Mercoledì, 31 Maggio 2017 08:58

Alternanza Scuola Lavoro a misura di impresa

E' on line la guida pratica sull' "Alternanza Scuola Lavoro" pensata a misura di pubblico esercizio, in allegato a questo articolo.
Fipe con questa guida intende fornire semplici indicazioni alle imprese su come accogliere al meglio gli studenti in alternanza nonché informazioni sulle forme di raccordo tra scuola e impresa, sull’organizzazione dei percorsi e sui requisiti delle strutture ospitanti. Per fare questo la Fipe ha risposto alle 8 principali domande che più frequentemente le imprese si pongono sul tema dell’alternanza.onsabilità civile verso terzi competono all’istituto scolastico.


Chi
Identikit dello studente in alternanza
Lo studente in alternanza è un giovane delle scuole secondarie di secondo grado che presumibilmente ha tra i 16 e i 19 anni.


Che cosa
Cosa può fare lo studente in azienda
Lo studente può entrare in contatto con tutte le diverse aree di attività dell’azienda utili alla crescita professionale dello studente stesso.
Le attività di alternanza non costituiscono rapporti di lavoro.


Quando
Periodo per accogliere studenti in alternanza
Sulla base del progetto messo a punto dalla scuola l’inserimento degli studenti può essere organizzato nell’ambito dell’orario scolastico oppure nei periodi di sospensione, per esempio nel periodo estivo.

Dove 
Le caratteristiche dell’impresa
L’alternanza scuola lavoro si può realizzare anche nelle piccole imprese purché abbiamo adeguate capacità strutturali, tecnologiche e organizzative.


Perché 
I vantaggi dell’impresa e dello studente
L’impresa è facilitata a trovare le figure professionali di cui ha bisogno. Lo studente acquisisce competenze professionali e trasversali spendibili nel mercato del lavoro.

Quanto 
Durata dell’alternanza
La durata dell’alternanza scuola lavoro da effettuare nel corso dell’ultimo triennio di scuola è differente per tipologia di istituto scolastico: per i licei almeno 200 ore, per gli istituti tecnici e professionali almeno 400 ore.

In che modo 
Come attivare percorsi di alternanza
La scuola unitamente all’azienda progettano i percorsi di alternanza coerentemente con le competenze, abilità e conoscenze che possono essere esercitate in azienda.
I percorsi di alternanza si attivano con una Convenzione stipulata tra scuola e azienda.

Con quali mezzi
Risorse e coperture assicurative
Non è prevista nessuna forma di retribuzione o di rimborso spese da erogare allo studente.
All’impresa sono attribuiti i costi della formazione (ad es. sicurezza sui luoghi di lavoro). I costi per la copertura assicurativa INAIL e quelli relativi alla polizza per la responsabilità civile verso terzi competono all’istituto scolastico.

 

Il convegno:

31-05-2017

Letto 2694 volte

Articoli a cura di FIPE

  • Mixer ott. 2019 - Tassa sui rifiuti: un peso sempre più insostenibile per le imprese della ristorazione
    Mixer ott. 2019 - Tassa sui rifiuti: un peso sempre più insostenibile per le imprese della ristorazione Il principio comunitario “chi inquina paga” in Italia non vale Insostenibile, iniqua, ingiustificata. La TARI (tassa sui rifiuti) rappresenta ormai un peso inaccettabile per le imprese della ristorazione e della somministrazione.Su bar e ristoranti gravano tariffe per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti che non hanno riscontro nella quasi totalità delle attività economiche e produttive del Paese. Solo i negozi di ortofrutta registrano un costo per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti più elevato.
    Scritto Martedì, 15 Ottobre 2019 10:11 Leggi tutto...
  • Mixer ott. 2019 - LessGlass: la movida ecologica in centro storico
    Mixer ott. 2019 - LessGlass: la movida ecologica in centro storico Un’idea pensata per ridurre gli effetti negativi della “movida” dei centri cittadiniLessGlass nasce e si sviluppa nel centro storico di Genova (ma è stato già lanciato in altre città italiane quali Torino, La Spezia, Ferrara e prossimamente si realizzerà anche a Milano e in Sardegna), ed è il primo progetto in Italia di riutilizzo continuativo dei bicchieri della “movida”, tanto innovativo da vincere, lo scorso 14 giugno, il premio ShareIt – dedicato al mondo della giovane imprenditoria del Sistema Confcommercio – ed essere presentato alla Conferenza di Sistema di Confcommercio tenutasi presso Villasimius a fine settembre.
    Scritto Martedì, 15 Ottobre 2019 09:03 Leggi tutto...
  • La cultura finanziaria come leva di sviluppo
    La cultura finanziaria come leva di sviluppo Le piccole imprese, ed in particolare quelle del mondo dei pubblici esercizi, hanno sempre subito condizioni difficili di accesso al credito. Le ragioni riguardano da un lato la scarsa disponibilità di dati economici affidabili e dall’altro un uso poco razionale degli strumenti finanziari con uno sbilanciamento forte sullo scoperto di conto corrente. Non a caso la fotografia del passivo dello stato patrimoniale mostra un squilibrio verso fonti esterne, soprattutto i fornitori.
    Scritto Lunedì, 16 Settembre 2019 10:02 Leggi tutto...
Archivio News Articoli a cura di FIPE