Martedì, 14 Marzo 2017 17:57

Osservatorio sul mercato del lavoro nel turismo

E' on line l’ottavo rapporto sul mercato del lavoro nel turismo è stato realizzato da Fipe in collaborazione con Federalberghi ed Ente Bilaterale Nazionale del Turismo. 
Un rapporto che, a partire dai dati contenuti negli archivi INPS, fa una radiografia dello stato dell’occupazione dipendente nelle imprese del turismo nel corso del 2015 con l’obiettivo di valorizzare tutte le dimensioni del fenomeno, da quelle territoriali, con approfondimenti fino al livello provinciale, a quelle settoriali con la descrizione dell’occupazione in ciascuno dei comparti di cui si compone l’imprenditoria turistica.

Particolare attenzione è stata data all’analisi delle caratteristiche dei lavoratori impiegati nel settore mentre per l’occupazione il rapporto si focalizza su figure professionali, tipologia di contratti, orario di lavoro e retribuzioni.

 

 

Questo lavoro è il risultato dell’analisi dei dati relativi al 2015 contenuti negli archivi sul lavoro dipendente dell’Inps. 
Il settore di riferimento è quello del turismo articolato in cinque comparti:
1. servizi ricettivi (alberghi e campeggi);
2. pubblici esercizi (bar, ristoranti, mense, discoteche e stabilimenti balneari);
3. intermediazione (agenzie di viaggi);
4. stabilimenti termali;
5. parchi divertimento.

Il report si compone di tre capitoli finalizzati a dare una rappresentazione completa del settore secondo tre dimensioni: nazionale, di comparto, territoriale.

Le variabili considerate sono:
- aziende con lavoratori dipendenti;
- lavoratori dipendenti;
- categorie di lavoratori;
- tipologie contrattuali;
- lavoratori per genere;
- retribuzioni.

La disponibilità di informazioni su base mensile permette di seguire il ciclo produttivo del settore che, come è ben conosciuto, si caratterizza per una forte componente di stagionalità. Nell’allegato vengono riportati i dati regionali sul numero dei dipendenti e sul numero delle aziende per tipologia di attività.

 

In allegato il file completo

 

 

14-03-2017

Letto 3273 volte

Articoli a cura di FIPE

  • Mixer gen. 2020 - L’assedio alla ristorazione: quale la tutela del consumatore?
    Mixer gen. 2020 - L’assedio alla ristorazione: quale la tutela del consumatore? NORMATIVE - Da sempre il cibo fa parte della storia e del patrimonio culturale del nostro Paese e, nel corso degli ultimi anni, si è registrata un’accresciuta attenzione e un notevole interesse per la sua qualità da parte di una società di consumatori che vive correndo e quotidianamente consuma sempre più pasti fuori casa.
    Scritto Venerdì, 28 Febbraio 2020 09:00 Leggi tutto...
  • Mixer gen. 2020 - È la ristorazione il volano dei consumi
    Mixer gen. 2020 - È la ristorazione il volano dei consumi ANALISI-Il 36% della spesa delle famiglie per prodotti alimentari transita fuori casa. Tra il 2008 e il 2018 i consumi delle famiglie nei servizi di ristorazione hanno registrato un incremento reale del 5,7%, pari a 4,9 miliardi di euro a fronte di una contrazione dei consumi alimentari in casa di oltre 8 miliardi di euro a prezzi costanti.
    Scritto Venerdì, 28 Febbraio 2020 08:45 Leggi tutto...
  • Mixer gen. 2020 - Alcolici. Il ritorno della licenza fiscale
    Mixer gen. 2020 - Alcolici. Il ritorno della licenza fiscale Con la conversione in legge del D.L. n. 58/2019, c.d. “Decreto Crescita”, è stato reintrodotto l’obbligo di denuncia fiscale per la vendita di alcolici per gli esercizi pubblici, gli esercizi di intrattenimento pubblico, gli esercizi ricettivi e i rifugialpini, i quali erano stati espressamente esclusi da tale obbligo ad opera della legge n. 124 del 2017 (legge annuale per il mercato e la concorrenza). Dunque dal 30 giugno 2019 – data di entrata in vigore della norma – anche i pubblici esercizi che effettuano attività di somministrazione di bevande alcoliche tornano a rientrare nel novero dei soggetti che devono dotarsi della licenza fiscale.Non può nascondersi che la novella normativa abbia fin da subito generato non pochi dubbi interpretativi: ci si riferisce, anzitutto, agli esercizi che, avendo avviato l’attività in data successiva al 29 agosto 2017 (data di entrata in vigore della legge n. 124/2017), sono ad oggi privi di licenza.
    Scritto Giovedì, 23 Gennaio 2020 12:30 Leggi tutto...
Archivio News Articoli a cura di FIPE