Mercoledì, 08 Febbraio 2012 18:32

RIFORMA DEL LAVORO: LA FIPE SCRIVE AL MINISTRO FORNERO

RIFORMA DEL LAVORO: LA FIPE SCRIVE AL MINISTRO FORNERO
min_forneroIl presidente Stoppani ha preso carta e penna ed ha fatto sentire la voce dei pubblici esercizi al ministro Elsa Fornero sulla riforma del mercato del lavoro.
La Fipe ha ribadito che è necessario superare quella logica che vuole riformare il mercato del lavoro italiano attraverso ipotesi e formule preconfezionate ed astratte che mal si adatterebbero al settore, soprattutto perché potrebbero comportare il sacrificio di quelle tipologie contrattuali

che hanno consentito flessibilità e regolarità nei diversi modi di lavorare.
Le imprese di p.e. devono, infatti, confrontarsi con flussi della domanda che cambiano continuamente anche nel corso della stessa giornata. Per rispondere a queste esigenze c’è bisogno di rapporti di lavoro elastici e variabili nel tempo, impossibili da coniugare solo con contratti a tempo indeterminato.
Inoltre , è stato sottolineato che un eventuale ridimensionamento delle flessibilità renderebbe onerosa ed improduttiva la gestione economica delle imprese del settore, tale da sottrarre importanti risorse ad investimenti, ad interventi di miglioramento della qualità dei prodotti e servizi e allo sviluppo di percorsi di crescita professionale, senza trascurare le inevitabili conseguenze che potrebbero esserci sul fronte occupazionale.

visualizza la lettera inviata

{jcomments on}

Letto 2439 volte