Mercato del lavoro

Mercoledì, 15 Maggio 2019 14:46

Incentivo Occupazione Sviluppo Sud

L’Incentivo Occupazione Sviluppo Sud, è stato istituito con decreto ANPAL n. 178 del 19 aprile 2019, per favorire l’assunzione di persone con difficoltà di accesso all’occupazione.

Destinatari dell’incentivo
L’incentivo spetta ai datori di lavoro privati che assumono, nel periodo compreso tra il 1° maggio 2019 al 31 dicembre 2019: persone disoccupate e beneficiari del reddito di cittadinanza.

 

Con una “dichiarazione congiunta” in materia di stagionalità, la Fipe e le altre Parti firmatarie il CCNL per i dipendenti da aziende dei settori pubblici esercizi, ristorazione collettiva e commerciale e turismo dell’8 febbraio 2018, recentemente, hanno condiviso la coerente applicazione del lavoro stagionale rispetto alle modifiche introdotte dal “decreto dignità”.

Lunedì, 11 Febbraio 2019 10:21

INPS: valori minimali e massimali 2019

L’INPS ha reso noto con la circolare n. 6 del 25 gennaio 2019 i valori aggiornati, per l’anno in corso, che i datori di lavoro dovranno prendere in considerazione per il calcolo delle contribuzioni. 

Minimali di retribuzione giornaliera per la generalità dei lavoratori dipendenti

L’Istituto ribadisce che per la generalità dei lavoratori la retribuzione da assumere ai fini contributivi deve essere determinata nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di retribuzione minima imponibile (minimo contrattuale) e di minimale di retribuzione giornaliera stabilito dalla legge.

 

E’ istituito a partire dal 1 aprile 2019 il Reddito di cittadinanza (Rdc) 

I beneficiari  

Per i requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno: 
- essere cittadini italiani, europei o residenti in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa;

 

Mercoledì, 21 Novembre 2018 12:38

Lavoro nero: maxisanzione

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la Nota n. 9294 del 9 novembre 2018, ha risposto ad un quesito posto dall’Ispettorato di Bergamo relativamente al caso in cui gli ispettori verifichino l’impiego di lavoratori in "nero" ed accertino che la corrispondente retribuzione sia stata erogata in contanti agli stessi lavoratori.

Si ricorda che dal 1° luglio 2018 entra in vigore il divieto di corrispondere la retribuzione (articolo 1, comma 910, legge n. 205 del 2017 – Ispettorato nazionale del lavoro, nota 22 maggio 2018, n. 4538), nonché ogni anticipo di essa, ai lavoratori subordinati e collaboratori mediante denaro contante. 

 

Venerdì, 11 Agosto 2017 09:40

Prestazioni occasionale

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato, in data 9 agosto 2017, la circolare n. 5/2017, con la quale fornisce i primi chiarimenti, al proprio personale ispettivo, in materia di regime sanzionatorio in caso di violazioni alla normativa delle Prestazioni occasionali (libretto di famiglia e contratto di prestazione occasionale).

È possibile richiedere l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nella misura massima di euro 3.250 annui, per le assunzioni a tempo indeterminato, anche in apprendistato, di studenti che hanno svolto, presso il medesimo datore di lavoro, attività di alternanza scuola lavoro.

Mercoledì, 28 Giugno 2017 10:48

Nuova disciplina per il lavoro occasionale

La Manovra correttiva 2017 introduce la nuova disciplina per il lavoro occasionale:
• il Libretto di Famiglia per le prestazioni in ambito familiare
• il contratto di prestazione occasionale negli altri settori.

 

Lunedì, 15 Maggio 2017 10:12

Alternanza Scuola Lavoro

Si svolgerà il 31 maggio con inizio alle ore 10.00, presso la Sala Orlando della sede Confcommercio di Piazza G.G.Belli 2 a Roma, il convegno promosso da Fipe e intitolato “Alternanza Scuola Lavoro – Sapere, Saper fare, saper essere dentro e fuori la scuola”. 

Il motivo che ha spinto la Federazione a impegnarsi sul tema dell’alternanza scuola lavoro è rappresentato dalla volontà di agevolare il passaggio dei giovani tra scuola e impresa, riducendo il possibile divario tra ciò che si impara sui banchi di scuola e quello che si apprende sul luogo di lavoro. La scuola da una parte, e il mondo delle imprese dall’altra, possono e devono inoltre alimentare la nascita di una vera politica strutturale a favore della crescita e della formazione di nuove competenze, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro.

Pagina 1 di 5