Mercoledì, 15 Luglio 2020 12:34

DPCM 14 luglio 2020: proroga fino al 31 luglio 2020 delle disposizioni anti covid-19

Nella notte è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM 14 luglio 2020 che proroga, fino al 31 luglio 2020, le disposizioni per fronteggiare l’emergenza Covid-19 previste nel DPCM dell’11 giugno 2020, nonché quelle contenute nelle Ordinanze del Ministro della Salute del 30 giugno 2020 e del 9 luglio 2020 (disposizioni in ordine all’ingresso nel territorio nazionale di cittadini stranieri).

Pertanto, con riferimento ai pubblici esercizi rimane fermo il regime previgente, secondo cui, previo accertamento da parte delle Regioni e delle Province autonome della compatibilità di tali attività con la situazione epidemiologica dei relativi territori:

- restano consentite le attività di ristorazione e degli stabilimenti balneari, nel rispetto delle indicazioni fornite nei Protocolli o Linee guida disciplinanti le specifiche misure di prevenzione;

- restano consentite le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo, condizionate all’adozione di linee guida o protocolli finalizzati a prevenire o ridurre il rischio di contagio.

Tuttavia,  restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, fermo restando la possibilità che le Regioni di dare il via libera a tali attività, anche in considerazione della specificità del proprio territorio e della relativa situazione epidemiologica. Inoltre, a partire dal 15 luglio 2020 possono riaprire le attività di fiere e congressi, atteso che del DPCM dell’11 giugno u.s. ne veniva disposta la sospensione solo fino al 14 luglio.

Al testo sono allegate anche le Linee guida per la ripresa delle attività economiche della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome parzialmente modificate in data 14 luglio 2020: tra le modifiche di maggior rilievo per il settore (sul punto vedi anche Focus Fipe) figura la possibilità di consentire agli utenti la consultazione di riviste e quotidiani. Sulla base di tali modifiche sono state aggiornate le check lists elaborate dalla Federazione, riepiloganti le misure di prevenzione applicabili alle attività di ristorazione, agli stabilimenti balneari, alle discoteche, e alle sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse.

Per saperne di più, rivolgiti all’Associazione di categoria a te più vicina i cui contatti puoi trovare a questo link https://www.fipe.it/territorio.html

 

15-07-2020

Letto 1678 volte