Giovedì, 27 Febbraio 2020 14:56

Liguria - provvedimenti

I provvedimenti Covid-19 della Regione Liguria

25-05 Ordinanza con la quale la Regione recepisce le modifiche introdotte in sede di conferenza delle Regioni in data 22 maggio 2020 alle “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive” di cui all’Allegato 17 del DPCM del 17 maggio 2020

22-05 Ordinanza con la quale è stato previsto che, per la sola stagione balneare 2020, al fine di poter meglio gestire il distanziamento sociale e garantire un migliore controllo dell’affollamento nelle spiagge libere attrezzate, in deroga all’art. 11-ter del Legge Regionale 28 aprile 1999, n. 13 e s.m. e i. e alla DGR n. 512 del 21 maggio 2004, il Comune può autorizzare il gestore (o il concessionario nel caso si tratti di privato) ad occupare con le sue attrezzatura da spiaggia, anziché il 50%, il 70% del fronte mare e dell’area in concessione.

17-05 Ordinanza n. 30 del 17 maggio 2020con la quale la regione ha previsto le misure per le riaperture (confronta il documento per la ristorazione e per  stabilimenti balneari)

10-05 Ordinanza con la quale si stabilisce che è consentito l’accesso ai locali delle attività commerciali ad oggi chiusi (tra cui quindi anche i pubblici esercizi che hanno scelto di non fornire i servizi di delivery e take away) per effettuare interventi di manutenzione, sanificazione, consegne magazzino, predisposizione delle attività per adeguarsi alle linee guida INAIL a tutela della salute pubblica e dei lavoratori e comunque per ogni attività connessa alla riapertura delle attività medesime nel rispetto del distanziamento sociale

03-05 ordinanza 3 maggio– che consente la vendita di cibo e bevande da asporto, oltre al servizio di consegne a domicilio (che resta consentito) da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività artigiane del settore dolciario/alimentare con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati nelle aree o spazi pubblici in cui è interdetto l’accesso, che dovrà esser fornita nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

- ove possibile, dovrà esser effettuata previa ordinazione on-line o telefonica;

- garantire che gli ingressi e il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti dilazionati nel tempo allo scopo di evitare assembramenti all’esterno;

- consentire nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce;

- rispettare le misure di prevenzione di cui all’allegato 5 del DPCM 26 aprile 2020;

- resta sospesa ogni forma di consumo all’interno dei locali;

- il servizio potrà esser fornito anche di domenica (senza restrizioni orarie)

Allo stesso modo è consentito l’asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l’ordinazione e la consegna al cliente direttamente dal veicolo

26-04 Ordinanza n. 22 che consente il take away nel rispetto di determinate condizioni https://www.fipe.it/igiene-e-sicurezza/news-igiene-e-sicurezza/item/download/2777_a183751f68fd4d65ca424424675ed393.html

19-04 FAQ domande e risposte su Ordinanza 19/2020 con le quali si forniscono alcuni chiarimenti in merito alla possibilità di svolgere attività di manutenzione presso gli stabilimenti balneari: in particolare si chiarisce che tali attività si devono svolgere solo all’interno dei limiti della concessione demaniale marittima e pertanto, per le installazioni e gli allestimenti stagionali necessari per l’apertura degli stabilimenti balneari e piccoli chioschi già autorizzati, non devono essere occupati spazi pubblici esterni ai limiti della concessione che devono essere segnalati, ad esempio, con l’usuale nastro bianco e rosso; sono ovviamente consentiti gli accessi da spazi pubblici per il trasporto del materiale necessario, ma non lo stoccaggio sullo spazio pubblico in attesa di essere trasferito all’interno della concessione o attività di installazione che avvengano occupando spazi pubblici

14-04 Ordinanza che reca alcune disposizioni ulteriori in ordine al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, riconfermando, tra l’altro, quanto già previsto con Decreto del 13 aprile, in ordine all’autorizzazione delle installazioni e gli allestimenti stagionali necessari per l’apertura degli stabilimenti balneari. Viene, inoltre, precisato che tali attività dovranno svolgersi nel pieno rispetto di tutte le disposizioni attualmente in vigore in relazione all'emergenza epidemiologica in essere con particolare riguardo ai contenuti del "Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro" sottoscritto il 14 marzo 2020 fra il Governo e le parti sociali laddove applicabili

13-04 Decreto che autorizza sul territorio ligure le installazioni e gli allestimenti stagionali necessari per l’apertura degli stabilimenti balneari, oltre che di piccoli chioschi già autorizzati e pertanto senza esecuzione di modifiche o nuove opere ed i ripascimenti stagionali e la sistemazione delle spiagge con mezzi meccanici nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

- svolgimento all’interno della concessione demaniale marittima senza interferire con spazi pubblici;

- l’area di cantiere deve essere segnalata e recintata per impedire l’accesso ad estranei

06-04 Ordinanza che prevede, nelle giornate domenicali e festive, la chiusura obbligatoria entro le ore 15:00 degli esercizi commerciali;

03-04 Ordinanza che dispone ulteriori misure restrittive fino al 13 aprile per l’assembramento e spostamento di persone fisiche sul territorio;

01-04 Ordinanza che introduce nuove disposizioni sulla consegna a domicilio di beni di prima necessità

31-03 Ordinanzasui servizi effettuati da taxi e noleggio con conducente.

30-03 ordinanza con la quale viene consentito l’esercizio di commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio (Ateco 47.62.20) all’interno di attività di vendita di generi alimentari ovvero altre attività commerciali non soggette a chiusura

24-03 ordinanza che prevede la proroga di termini previsti dalle leggi regionali 30/2019 in materia urbanistico-edilizia e 12/2012 in materia di attività estrattive scadenti, in conseguenza dell’emergenza COVID-19

16-03 ordinanza in per garantire la messa a disposizione dei DPI (dispositivi protezione individuale) in giacenza presso le farmacie

16-03  ordinanza in materia di trasporto pubblico locale

24-02 Ordinanza (Provvedimento)

25-02 Chiarimenti applicativi (Chiarimenti)  

 

 

20-05 Ordinanza n. 62 del 20 maggio 2020, con la quale la regione ha previsto le misure per le riaperture (confronta il documento per la ristorazione e per  stabilimenti balneari)

06-05 Ordinanza , con la quale è stata adottata apposita disciplina della ristorazione con asporto. A decorrere dal 6 maggio e fino al 17 maggio, le attività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pub) sono consentite con modalità di consegna a domicilio e d’asporto, nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

- per le consegne a domicilio e per l’asporto di cibo cucinato, sarà necessaria una previa ordinazione on line, telefonica o tramite app;

- per l’asporto di cibo pronto, caffè, cappuccini o altre bevande non è necessaria una previa prenotazione;

- gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati dovranno avvenire per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all’esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce;

- il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali;

- il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi;

- occorrerà osservare le misure di prevenzione di cui all’allegato 5 del DPCM 26 aprile 2020

03-05 Ordinanza 3 maggio– Procedure per la gestione domiciliare di casi accertati o sospetti COVID-19”. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica (allegato)

04-05 Ordinanza 3 maggio– Nuove disposizioni recanti misure urgenti per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 - Norme per il rientro di corregionali da altre Regioni italiane e norme transitorie per il riavvio delle macro-associazioni di persone all’aperto

30-04 Ordinanza 30 aprile– Disposizioni in materia didisciplina dell’attività sportiva individuale; apertura fiorai e vivai il 3 e 10 maggio; deroga per le feste patronali dei comuni di Bellante e Ortona; precisazioni impianti disanificazione 

26-04 Ordinanza  che reca ulteriori misure relative al trasporto pubblico. Disposizioni in materia di manutenzione a unità da diporto

23-04 Ordinanza  che reca disposizioni in ordine ai Comuni della “zona rossa”. Viene revocata la zona rossa nei Comuni della Val Fino

20-04 Ordinanza  recante disposizioni relative alla sanificazione degli impianti aeraulici al servizio di edifici pubblici e privati aperti al pubbliconei luoghi di lavoro ed in genere nei luoghi soggetti all’accesso di persone dall’esterno

18-04 Ordinanza relativa ai Comuni della “zona rossa”, contenente inoltre disposizioni per il Comune di Avezzano (AQ) per la giornata del 27 aprile

15-04 Ordinanza recante, tra l’altro:

- l’obbligo di chiusura nei giorni festivi delle attività di vendita di generi alimentari, le quali, dal lunedì al sabato devono osservare l’orario 07:00/21:00, dovendo in ogni caso garantire l’osservanza delle misure di prevenzione di cui all’allegato 5 del DPCM del 10 aprile 2020;

- una precisazione rispetto all’Ordinanza del 13 aprile 2020 che ha previsto la possibilità di accedere presso gli stabilimenti balneari al personale impegnato in comprovate attività di manutenzione: gli operatori, per poter accedere presso gli stabilimenti devono dare previa comunicazione al Prefetto ai sensi dell’art. 2, comma 12, DPCM 10 aprile 2020

13-04 Ordinanza che prevede nuove misure restrittive sul territorio regionale, tra cui la chiusura al pubblico dei parchi acquatici, degli stabilimenti balneari e delle relative aree di pertinenzal’accesso è consentito solo al personale impegnato in comprovate attività di manutenzione e vigilanze, anche relative alle aree in concessione o di pertinenza; gli operatori turistico-balneari ed il personale addetto, al fine di tutelare le risorse naturali del mare e della costa, sono autorizzati ad effettuare i necessari ed urgenti lavori nelle aree demaniali in concessione per avviare a smaltimento/recupero i rifiuti spiaggiati accumulatisi a seguito dei recenti fenomeni di maltempo; tutto ciò ferma restando la preventiva attuazione delle azioni e modalità sicure e protette rispetto ai rischi di contagio attivo e passivo ai sensi dei provvedimenti statali e regionali già adottati.

11-04 Ordinanza che prevede nuove disposizioni restrittive in ordine ai Comuni della c.d. “zona rossa”

10-04 Ordinanza recante “Misure straordinarie per il contrasto ed il contenimento sul territorio regionale della diffusione del virus COVID-19 nell’ambito delle strutture eroganti, in regime residenziale, prestazioni sanitarie e/o socio- sanitarie”

09-04 Ordinanza che prevede specifiche misure restrittive per i comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore, tra cui la sospensione completa di tutte le attività di somministrazione alimenti e bevande e di tutti gli esercizi commerciali che non praticano la vendita di prodotti alimentari

08-04 Ordinanza recante ulteriori misure in materia di edicole, di ingresso nel territorio regionale e indicazioni alle Società partecipate e agli Enti strumentali;
07-04
Ordinanza, che prevede che tutte le attività lavorative autorizzate a svolgersi in modalità non agile devono, in ogni caso, sottostare al rispetto delle misure previste dall’Accordo stipulato dal Governo e dalle Parti Sociali in data 14 marzo 2020, avente ad oggetto il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

07-04 Ordinanza recante limitazioni orarie alla vendita di generi alimentari e di prima necessità di cui all’allegato 1 del DPCM 11 marzo 2020, nonché l’obbligo di chiusura domenicale.

03-04 Ordinanzache dispone la proroga dell’efficacia di alcune misure urgenti adottate in materia di sanità pubblica, sospensione tirocini e di TPL,

03-04 Ordinanza in materia di assistenza socio-sanitaria a pazienti autistici e alle loro famiglie

02-04 Ordinanzarecante la proroga dell’efficacia delle misure urgenti adottate nei comuni della  “zona rossa” fino al 13 aprile.

31-03 Ordinanzacontenente indicazioni sulle attività e mobilità delle Caritas d’Abruzzo

30-03 ordinanza recante indicazioni sulla gestione del Banco Alimentare dell’Abruzzo;

29-03 ordinanza che apporta integrazioni alle ordinanze n. 15 del 25.03.2020 e n. 17 del 27.03.2020, volta a precisare i casi in cui è possibile l’uscita da un Comune della “zona rossa”;

26-03 ordinanzain materia di igiene e sanità pubblica indirizzate agli operatori, agli utenti, alle Aziende, agli Enti pubblici e alle strutture private;

25-03 ordinanza  volta ad instituire una “nuova zona rossa”;

24-03 ordinanza recante ulteriore riduzione del trasporto pubblico locale a seguito della chiusura di molte attività produttive.

22-03 ordinanza n.13 del 22 marzo 2020, che introduce disposizioni tecnico-gestionali per il sistema dei rifiuti urbani

22-03 ordinanza n. 12  del 22 marzo 2020 in materia di igiene e sanità.

18-03 ordinanza (18 marzo)  in tema di sospensione dei termini di pagamento delle rate dei mutui/prestiti facenti capo alle società in-house Abruzzo Sviluppo S.p.A. e Fi.R.A. S.p.A. Unipersonale

18-03 ordinanza (18 marzo) in merito all’ individuazione di comuni “zona rossa”

17-03 ordinanza che prevede ulteriori misure relative al trasporto  pubblico

13-03 Ordinanza 7 13marzo2020 ( in allegato)

24-02 Nuove indicazioni e chiarimenti (Chiarimenti)

Letto 90 volte