Mercoledì, 25 Marzo 2020 16:57

Focus delibera giunta regionale Lombardia: sospensione adempimenti tributari

Con la Delibera n. 2965 del 23 marzo 2020, la Giunta Regionale lombarda ha disposto, per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio della regione, la sospensione di alcuni adempimenti tributari.

 

Tra le motivazioni che hanno indotto il Governo regionale ad adottare tali misure vi è quella di evitare l’eventuale assembramento nelle date di scadenza dei versamenti tributari nei luoghi aperti al pubblico abilitati alla riscossione con conseguente grave situazione di contagio e di pericolo per la salute e la sicurezza delle persone.

In particolare, la Delibera ha ad oggetto i tributi regionali non amministrati in convenzione con l’Agenzia delle Entrate (Bollo Auto, Ecotassa e Tassa sulle Concessioni), per i quali viene disposta la sospensione:

  • degli adempimenti tributari e dei termini dei versamenti con scadenza nel periodo compreso tra l’8.03.2020 e il 31.05.2020purché vengano effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30.06.2020 (la misura è valida anche per i 10 Comuni della ex “zona rossa”, per i quali, in base ai provvedimenti precedentemente assunti, la sospensione dei versamenti decorre a partire dalle scadenze successive al 23.02.2020);
  • della riscossione della rate in scadenza tra il 31.03.2020 e il 31.05.2020 dei debiti tributari senza che il contribuente incorra nella decadenza automatica della rateizzazione stessa, purché proceda al pagamento delle rate residue, con cadenza mensile, a decorrere dal 30.06.2020. Tale disposizione si applica anche al concessionario Publiservizi Srl per le rateizzazioni in essere.

La Delibera, inoltre, chiarisce che per effetto del DL n. 18/2020, restano sospese fino al 31.05.2020 tutte le attività in capo al concessionario Publiservizi Srl per la riscossione coattiva dei tributi regionali.

A tal proposito, è bene ricordare che tali misure si aggiungono a quelle già previste a livello nazionale con il D.L. Cura Italia, per l’esame delle quali si rinvia alla lettura delle schede tecniche redatte dalla Federazione.

Resta comunque aperta la possibilità di pagamento per tutti quei contribuenti che volessero assolvere all'obbligo tributario alle scadenze previste (lo stesso vale per i pagamenti in domiciliazione bancaria).

 

Link correlati:

Coronavirus - aggiornamenti quotidiani 

25-03-2020

Letto 257 volte