Martedì, 28 Luglio 2015 14:15

PROGRAMMA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEL LAVORO - PROROGATI I TERMINI

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, promuove e coordina iniziative a sostegno della cooperazione con i Paesi di origine e del rafforzamento delle reti tra i soggetti coinvolti nella gestione dei flussi migratori.
Nell’ambito del suddetto Programma è stato pubblicato l’avviso “a sportello” per la richiesta di contributi finalizzati a sostenere tirocini formativi individuali di cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea, che fanno ingresso in Italia ai sensi dell’art. 27, comma 1 lettera f), del D.lgs. n.286/1998 e dell’art.40, comma 9 lettera a) e comma 10, del DPR n.334/1999. (Cfr nostra circolare n. 19/2015)

 

Con Nota del Ministero sono stati prorogati i termini per partecipare. In particolare: 

- Il termine di presentazione delle domande di contributo è prorogato al 31 dicembre 2015
- La conclusione delle attività di tirocinio è prorogata al 30 aprile 2016.

Si ricorda che i tirocini di cui all’avviso dovranno avere una durata compresa tra un minimo di tre ed un massimo di sei mesi e concludersi in ogni caso entro il 30 aprile 2016.

Italia Lavoro S.p.A. erogherà contributi a favore dei soggetti beneficiari fino ad un totale massimo di € 6.000,00 (seimila/00) per ciascun tirocinio a rimborso di un’indennità effettivamente corrisposta al tirocinante e per la effettiva realizzazione di servizi di supporto al percorso formativo.

Sono beneficiari dei contributi i soggetti promotori e i soggetti ospitanti abilitati all’attivazione e all’accoglienza di percorsi di tirocinio formativo, così come previsti dalle normative regionali di attuazione delle “Linee Guida in materia di tirocini” oggetto dell’Accordo del 24 gennaio 2013 tra Stato, Regioni e Province autonome.

Le richieste di ammissione a contributo potranno essere presentate da soggetti promotori abilitati all’attivazione di tirocini formativi, verranno prese in considerazione in ordine rigorosamente cronologico, secondo la modalità a sportello, e dovranno essere presentate entro e non oltre il 31 dicembre 2015; inoltre, dovranno essere relative a progetti di tirocinio già approvati e vistati da parte della competente Regione o Provincia Autonoma e corredate di documentazione attestante l’avvenuta presentazione della richiesta del visto d’ingresso in Italia da parte del destinatario del tirocinio.

Gli uffici della Federazione restano a disposizione per eventuali richieste di chiarimento.

 

28-07-2015

Letto 912 volte