Martedì, 14 Luglio 2015 04:25

LA CENA SOSPESA - UN PROGETTO SOCIALE PER MILANO EXPO 2015

Nell’anno di Expo, Cena sospesa è una grande iniziativa di solidarietà promossa dall’Arcidiocesi di Milano e dal Comune di Milano, realizzata con la collaborazione di Confcommercio e Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi). L’iniziativa si svolgerà nei mesi di Expo nei ristoranti della città che aderiranno alla proposta. L’obiettivo ambizioso dell’iniziativa è invitare i cittadini milanesi a un gesto di condivisione che si auspica possa diventare una buona prassi diffusa e prolungata nel tempo.

Trae spunto dalla nota tradizione napoletana del “caffè sospeso”, secondo cui il cliente, entrando in un bar, prende un caffè lasciandone un altro pagato, a beneficio di chi verrà dopo di lui e ne farà richiesta.
Analogamente, durante i sei mesi di Expo, nei ristoranti che avranno aderito alla proposta, i clienti avranno la possibilità di lasciare un’offerta che servirà a pagare un pasto a una persona in difficoltà.

Nel dettaglio, il ristoratore che aderisce all’iniziativa esporrà sui tavoli del locale un pieghevole che illustra il contenuto e le finalità del progetto. Ne riproduciamo qui un estratto: “Lei può dare il suo contributo per un mondo più aperto e solidale, ricordandosi anche di chi non sta alla sua tavola. Può iniziare a farlo da oggi. Perché ha scelto un ristorante che ha aderito a “Cena Sospesa”, una rete di locali solidali promossa da Caritas Ambrosiana, Comune di Milano e le organizzazioni di categoria. In questo momento ha la possibilità di offrire un pasto a chi non può pagarselo. Con un semplice gesto, la sua offerta, di qualsiasi entità, contribuirà all’acquisto di ticket restaurant solidali “Cena Sospesa” del valore di 10 euro. I volontari di Caritas Ambrosiana distribuiranno i buoni pasto alle persone che hanno bisogno di aiuto. Chi li riceverà potrà spenderli nei ristoranti e nei caffè della città come una qualsiasi altro cliente”.

Il cliente, all’atto del pagamento della cena, potrà fare una donazione da depositare all’interno di una teca di vetro sigillata con il marchio dell’iniziativa. Un volontario della Caritas si recherà periodicamente presso il ristorante aderente per prelevare le offerte. Con le risorse raccolte, Caritas acquisterà dei buoni pasto da distribuire alle persone in difficoltà. I beneficiari potranno spendere i ticket in tutti gli esercizi che li accettano.

I ticket saranno distribuiti alle famiglie dai Centri di ascolto Caritas. Per stabilire il numero dei ticket e la frequenza di erogazione, il Centro di ascolto valuterà la situazione socio-economica, il numero di minori a carico, lo stato di disoccupazione dei componenti attivi della famiglia e quali azioni sono in corso per la ricerca del lavoro, l’attivazione della rete dei servizi territoriali.
I volontari dei Centri di ascolto avranno cura di riferire periodicamente alla direzione di Caritas Ambrosiana il numero di ticket- buoni pasto erogati, l’elenco dei beneficiari con le loro caratteristiche e i risultati ottenuti.

L'operazione Cena Sospesa sarà promossa attraverso canali radio e stampa quotidiana, sui canali online di Comune di Milano, Caritas e Confcommercio Milano. La presentazione avverrà durante una conferenza stampa il 15 luglio prossimo alla presenza di Chef Cracco, che ha prestato il suo volto come testimonial dell’iniziativa.

Qui sotto riproduciamo il fac simile di ticket che sarà distribuito attraverso Caritas.

icona buonopasto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

18-12-2015 Adnkrons: A Natale regala una "Cena sospesa', ogni euro donato vale il doppio

 

 

link correlati:

cenasospesa.caritasambrosiana.it

 

Letto 4752 volte