Venerdì, 01 Maggio 2015 05:43

A TUTTOFOOD FIPE PORTA IN TAVOLA LA FILIERA DEL FUORICASA: QUALITÀ, FORMAZIONE, ASSISTENZA PER LA VALORIZZAZIONE DEL “MADE IN ITALY”

A TUTTOFOOD FIPE PORTA IN TAVOLA LA FILIERA DEL FUORICASA: QUALITÀ, FORMAZIONE, ASSISTENZA PER LA VALORIZZAZIONE DEL “MADE IN ITALY”

I pubblici esercizi come punto di riferimento per tutta la filiera all’insegna dell’innovazione, in linea con i tempi che cambiano. Dai prodotti ai servizi offerti alla clientela. A Tuttofood la Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi si fa portavoce del “fuoricasa” e racconta le best practice che fanno di caffetterie, ristoranti, pub e dei pubblici esercizi in generale un esempio di eccellenza “made in Italy” di cui andare fieri nel mondo. 

Dal prossimo 3 al 6 maggio a Fieramilano, presso il padiglione 14 all’interno dell’Area Multimediale Fipe riunirà i professionisti del settore in un ricco programma di appuntamenti all’interno di uno stand in cui saranno protagonisti i prodotti di qualità dello Stivale, dalla mozzarella alla frutta di stagione per arrivare al caffè, che ogni giorno allieta le giornate di milioni e milioni di italiani. 
Tra i momenti più importanti per la Federazione a Tuttofood, la presentazione di una ricerca di scenario che costituirà un importante spunto per i professionisti del settore nell’ottica di un approccio improntato sempre più a qualità e innovazione: lunedì 4 maggio, dalle ore 14.30 alle 16.30, in un convegno dedicato, Fipe racconterà infatti “La filiera del fuoricasa: qualità, efficienza, valore”. L’occasione per fare il punto sullo stato del mercato, sui passi compiuti e sul lavoro che va ancora portato avanti per incrementare le performance e la qualità dei servizi offerti, senza trascurare gli aspetti normativi e socio-culturali”. 
Di particolare impatto visivo sarà anche lo stand della Federazione, allestito presso il padiglione 14: una location in cui Fipe racconterà anche l’eccellenza di molte produzioni del “made in Italy”, negli spazi dedicati alla mozzarella (corner a cura del caseificio Capurso), della frutta (corner a cura di Abbascià), dell’olio (corner a cura di Olio Viragi) e del caffè (corner a cura di Caffè Cosmai).

 

05-05-2015

Letto 1082 volte