Sopra

sottoicon 03A livello europeo, conformemente al trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE), la Commissione EU è tenuta a consultare le parti sociali prima di adottare qualsiasi azione in materia di politica sociale.
La Commissione europea ritiene di cruciale importanza che i rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro partecipino all'elaborazione delle, giacché le soluzioni individuate attraverso il dialogo sociale sono in genere più ampiamente accettate dai cittadini, più facili da attuare nella pratica e meno atte a suscitare conflitti.
Accordi consensuali con l'intervento delle parti sociali contribuiscono quindi a garantire la sostenibilità a lungo termine delle riforme economiche e sociali. Un dialogo sociale ben strutturato può contribuire alla ripresa economica dell'Europa.

FIPE aderisce a livello europeo ad HOTREC, associazione datoriale leader che rappresenta gli alberghi, i ristoranti, i bar e strutture affini in Europa. FIPE unitamente ad HOTREC ed al sindacato dei lavoratori europeo (EFFAT, la Federazione europea dell'alimentare, dell'agricoltura e del turismo e affini) si incontra a Bruxelles per sviluppare il dialogo settoriale comunitario del settore degli alberghi e dei pubblici esercizi.

Particolare attenzione viene dedicata all’evoluzione degli interventi comunitari che producono effetti sul turismo, con particolare riferimento agli aspetti concernenti la disciplina dei rapporti di lavoro e, più in generale, le condizioni di lavoro e le relazioni sindacali.

Tra i principali argomenti che hanno costituito oggetto di approfondimento e di monitoraggio:

  • La responsabilità sociale delle imprese;
  • L'impatto della riduzione dell'IVA sull'occupazione;
  • Tendenze nel settore dell'ospitalità;
  • Consultazione dei lavoratori (Comitato aziendale europeo, Informazione e consultazione dei lavoratori);
  • Work Life Balance (congedo di maternità, protezione sociale dei lavoratori autonomi e dei coniugi coadiuvanti, congedo parentale);
  • Discriminazione (Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di occupazione; Parità di trattamento tra uomini e donne al di fuori del posto di lavoro; Parità di trattamento in materia di occupazione al di fuori dell'area della parità di genere e l'origine razziale o etnica; Parità di trattamento fra le persone indipendentemente dalla razza e dall'origine etnica in materia di occupazione e di là;, La discriminazione sul posto di lavoro al di là);
  • Salute e sicurezza dei lavoratori (Salute e sicurezza sul luogo di lavoro, protezione contro il rumore, movimentazione manuale dei carichi);
  • Immigrazione;
  • Lavoro sommerso.

Ed ancora FIPE ed HOTREC hanno partecipato attivamente ad alcune iniziative contro il turismo sessuale; alla campagna per migliorare le condizioni di lavoro migliori nei paesi destinazione dei flussi turistici; la campagna per ridurre l’incidenza degli infortuni sul lavoro nel settore; il lavoro stagionale degli stranieri.

Inoltre, al fine di agevolare il contatto tra le persone in cerca di lavoro e i datori di lavoro, la Commissione Europea, insieme ad HOTREC ed EFFAT, ha attivato il Passaporto europeo delle competenze per la ricettività, uno strumento che consente ai lavoratori e ai datori di lavoro di superare le barriere linguistiche e di comparare le competenze dei lavoratori del settore turismo per agevolarne l’assunzione.

 

 
 

News dialogo sociale

Archivio News Dialogo Sociale