Martedì, 27 Settembre 2016 18:02

IL TURISMO DELLA MARCA OSPITE DI UN’IMPORTANTE MISSIONE IN CINA

Secondo proiezioni dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), la Cina, si prepara a divenire una delle maggiori fonti al mondo di turismo verso l’estero con un tasso di crescita annuo stimato intorno al 12.5% fino al 2020. Proprio nel 2020, con più di 100 milioni di partenze, la Cina è destinata a collocarsi al quarto posto a livello mondiale in questo settore ed al primo in relazione all’incoming, con più di 130 milioni di arrivi. 

Nel 2015, l’outbound leisure cinese è cresciuto del 20% con 120 milioni di turisti, (fonte: Chinese National Tourism Administration), con di una spesa USD 205.7 miliardi, registrando un aumento consistente di ‘Free Independent Travelers’ che stanno creando opportunità commerciali per tutto il turismo globale. Nella sola Marca Trevigiana (pur avendo come destinazione finale Venezia) il turismo cinese è al primo posto rappresenta da solo il 20% del totale degli arrivi stranieri.
Secondo quanto dichiarato nel corso della cerimonia inaugurale da parte di Leo Lin, Responsabile del Business Staff di Trip Advisor, “Le imprese che operano con l'obiettivo di attrarre l’outbond dalla Cina, non devono limitarsi ad elaborare una sola strategia per attrarre ed accogliere il turista cinese ma devono essere pronte ad adattarsi costantemente alle loro aspettative in continua evoluzione”.
Ma chi è il turista cinese e, soprattutto, è pronto il nostro territorio per accoglierlo al meglio?
Le indagini di mercato mostrano l’avanzare di un nuovo gruppo di turisti cinesi giovani, benestanti e desiderosi di vivere il turismo all’estero in modo originale. Riconosciuti ed autorevoli esperti, sottolineano come i nuovi turisti cinesi siano sempre più esigenti. Si stanno muovendo da un modello di scelta basato sul prezzo verso un modello basato sull’esperienza; sta avvenendo un passaggio dal tradizionale viaggio di gruppo organizzato ad un’esperienza di viaggio più individuale e personalizzata. Desiderano dunque vivere viaggi meno frenetici come, ad esempio, erano i Grand Tour di qualche anno fa, caratterizzati dalla visita di due o tre Paesi europei. Ricercano e richiedono vacanze che diano loro l’opportunità di conoscere più da vicino la meta prescelte, entrando in contatto con le tradizioni a questa correlata. Risultano essere interessati anche a proposte più innovative, che possono prevedere dei viaggi legati ad un tema, come quello sportivo (golf, ciclismo, calcio…).
Questo ed altro, alla base delle missione – attualmente in corso – che ha portato il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso in Cina e, più esattamente, in Emeishan, Leshan nella provincia di Sichuan (90 milioni di abitanti..) per partecipare al 3° Sichuan International Travel Expo, l’evento più importante di trade turistico, organizzato dal Governo Cinese, che si tiene nella ricca provincia di Sichuan Cinese appunto dal 22 al 28 settembre 2016.
L’evento - arrivato alla 3^ edizione - ha lo scopo di creare una piattaforma internazionale per la cooperazione e la creazione di opportunità commerciali in un momento che vede in continuo aumento il turismo incoming e soprattutto outgoing cinese relativo al crescente wellfare delle classi medie e l’aumento della fase alta.
Gli Exhibitors provengono da 42 Paesi inclusi Stati Uniti, Germania, Francia, Italia, Malaysia, Giappone e Korea.
Il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, ha dichiarato Gianni GARATTI, Presidente del Consorzio, è stato tra i 5 selezionati Exhibitors Italiani ad essere stati invitati ed ospitati (completamente free of charge) dal Governo cinese per presentare le proprie eccellenze (dal Prosecco alle Ville Venete, dal Golf al Turismo dell’Arte) e questo, a seguito di un importante sostegno dato dal Consorzio trevigiano (grazie al sistema Turistico tematico Città d’Arte e Ville Venete della provincia di Treviso e, nello specifico, al sostegno della Camera di Commercio ed alcune delle proprie imprese associate direttamente coinvolte nell’evento) nell’organizzazione di un importante “Fam Trip DFS” che si terrà il prossimo ottobre e che ospiterà nel territorio veneto e trevigiano (dal Garda a Treviso), una serie di importanti ed esclusivi Buyers (definiti dalla stessa DFS, V.I.P.) che – tutti assieme . controllano il 70% dell’outgoing cinese verso l’Europa.
DFS, Duty Free Shopping, è il gruppo leader nel settore del travel retail in Asia e partecipato da LVMH, che il 1 ottobre p.v. aprirà a Venezia, T FONDACO DEI TEDESCHI, un départment store del lusso (da Gucci a Bottega Veneta) in un edificio del XVI° secolo a due passi da Ponte di Rialto che fù già di proprietà del Gruppo Benetton e dove T sta per “Turisti”.
DFS, è l’organizzatore del Fam trip ed investe in questa importante operazione con Buyers cinesi in quanto il turista cinese nel nostro territorio è da loro considerato un top spender che rappresenta il primo mercato come volume di vendite. Nel 2018 seguirà l’apertura di un equivalente DFS a Parigi.
Attirare l’attenzione di questi Buyers proponendo il Giardino di Venezia è stata vincente in quanto loro stessi hanno dimostrato interesse ad essere i primi a proporlo sui loro mercati. Ma questo è un altro film di cui vi racconteremo in una prossima puntata.

Ufficio stampa di Marca Treviso – Consorzio di Promozione Turistica
Via Venier, 55 – 31100 Treviso – mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

 

27-09-2016

Letto 645 volte