Note per la stampa 2019

Sabato, 24 Agosto 2019 18:36

Sagre: ad agosto il picco di eventi

32mila le manifestazioni prive di requisiti di autenticità più business, meno trazioni

• Scenario: ogni anno in Italia si svolgono oltre 42 mila sagre, in media 5 per ogni comune, per un complesso di 306.000 mila giornate di attività ed un fatturato di 900 milioni di euro;
• L’80% delle sagre si concentra nei mesi estivi, da giugno a settembre. Picco assoluto nel mese di agosto con Il 34% delle giornate complessive dedicate;
• La Federazione Italiana Pubblici Esercizi fa il punto sull’abusivismo e sulle false sagre denunciando oltre 32.000 eventi privi di requisiti di autenticità e legami con il territorio;

La mappa di Fipe delle ricette della tradizione italiana per il giorno più atteso dell'anno 

È stato L'Imperatore Augusto nel 18 a.C. a inventarsi il ferragosto (da feriae augusti). Una giornata libera per staccare la spina e rilassarsi. Ecco perché tutti gli italiani sono da sempre molto affezionati a questa data, il 15 agosto, perché sinonimo di vacanza, di tempo libero speso insieme alla propria famiglia e ai propri amici.

È di questi giorni la pubblicazione del nuovo bando Consip ed. 9 per l’aggiudicazione dei buoni pasto ai pubblici dipendenti. Fipe conferma le sue preoccupazioni sull’impostazione della gara, che sarà ancora aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più significativa.

 

• La spesa per il cibo degli italiani in vacanza è di 6,5 miliardi. Si tratta della prima voce nel budget del turista;
• Il fenomeno dell’estate è il food sharing, la condivisione sui social di foto di piatti e pietanze, da quelli degli chef a quelli “casalinghi”;
• Il bilancio dei consumi estivi rimane comunque precario, tra i ristoratori la maggioranza pensa che la stagione chiuderà pari, o anche peggio, di quella dello scorso anno.

 

Lunedì, 29 Luglio 2019 15:11

La lotta allo spreco non va in vacanza

Fipe presenta il suo manifesto per una ristorazione sostenibile e un decalogo scritto con lo chef Franco Aliberti per aiutare le famiglie italiane a cucinare senza sprechi   
Fipe lancia il Manifesto per una ristorazione sostenibile. L’idea che il cibo non sia una merce qualsiasi ma un condensato di valori sociali culturali e ambientali ha spinto la Federazione Italiana Pubblici Esercizi a diffondere delle vere e proprie linee guida per aiutare i professionisti in maniera concreta nella lotta allo spreco alimentare. Acquistare materie prime di qualità al giusto prezzo, valorizzare e formare il personale, incentivare i clienti a portare via quanto non viene consumato, sono solo alcune delle indicazioni che Fipe invita a seguire per rendere il settore davvero sostenibile.

Lino Enrico Stoppani è stato riconfermato Presidente di Fipe Lombardia, l’Associazione Regionale dei pubblici esercizi lombardi. Ringraziando per la riconferma della fiducia nei suoi confronti il presidente Stoppani ha dichiarato: “In questi anni abbiamo lavorato per rispondere alle esigenze dei nostri associati del territorio lombardo, per valorizzare il valore economico, sociale, storico e culturale del settore, strumento strategico anche per la promozione turistica della Regione”.

Fipe: il nostro pieno appoggio a chi si esprime per cambiare il sistema in vigore
Come riportato puntualmente nel testo dell’interrogazione al Senato a prima firma del Senatore Castaldi, capogruppo M5S della Commissione Industria, il caso Qui!Group ha fatto emergere le storture e le inefficienze delle attuali modalità di assegnazione delle gare di appalto dei buoni pasto. 

Martedì, 09 Luglio 2019 10:04

Fipe su andamento spesa alimentare

La flessione dei consumi in casa è un fenomeno strutturale, al contempo cresce la spesa alimentare fuori Casa 
 “La stagnazione, o meglio, la flessione dei consumi alimentari in casa non è un più un fatto congiunturale. Si tratta oramai di un fenomeno strutturale che viene da lontano e riguarda il cambiamento dei modelli di consumo e degli stili di vita piuttosto che il livello di reddito disponibile. Nel 2001 gli italiani spendevano oltre 146 miliardi di euro per mangiare in casa, oggi la spesa vale 135 miliardi di euro. 

“I prezzi di bar e ristoranti mantengono un profilo di vivacità, se visti in relazione alla dinamica generale, ma senza particolari condizionamenti dovuti ad effetti di carattere stagionale”
“A giugno si registra una variazione tendenziale dell’1,3%, mezzo punto al di sopra dell’inflazione generale, con una funzione di calmieramento della più vivace dinamica delle strutture ricettive che per alcune componenti è andata oltre i due punti percentuali”

Mercoledì, 26 Giugno 2019 15:03

Fipe premia l’imprenditrice del Roxy bar

Roxana Roman simbolo dell’impegno per la legalità  
Federazione italiana Pubblici Esercizi sì è sempre schierata dalla parte della giustizia: contrapponendosi in modo deciso agli atti intimidatori e di violenza nei confronti degli esercenti, ma anche contro le realtà malavitose che tentano di infiltrarsi nelle attività imprenditoriali del settore, minandone la reputazione.