Venerdì, 21 Febbraio 2014 01:00

Febbraio 2014 - L’etica del guadagno

punto_presidente

L’ETICA DEL GUADAGNO
SE NE È ANDATO IL DIFFICILE 2013 NEL QUALE I MORSI DELLA CRISI SI SONO FATTI SENTIRE COME I DENTI DI UN MASTINO E SONO AUMENTATI I COSTI DEL VIVERE E QUELLI DI GESTIONE


Per il 2014 si parla di ripresa, anche se per ora motivata solo da migliorati indici di fiducia - di consumatori e aziende - e dalla sensazione di un minor rischio di ulteriore scivolamento verso il basso, forse perché già in prossimità del fondo.
Evito però la triste litania del lamento, prendendo fiducia dall’intraprendenza di molti operatori del settore, che aprono e investono all’estero, andando cioè alla ricerca del “guadagno”, oggi sempre più difficile da ottenere in Italia. Non è solo prerogativa di forti e organizzati Gruppi, ma anche di imprenditori più piccoli,che sfruttano il felice momento del “Food in Italy”, andando ad esplorare mercati dove è molto facile non avere successo, perché spesso sono mercati saturi. Serve osservare questi mercati e capire il segmento mancante, sul quale impostare una offerta commerciale vincente, come hanno fatto molti dei nostri ristoratori stellati, quasi tutti impegnati in partnership internazionali che danno lustro e nuova ricchezza, oltre che rafforzare il brand italiano. La ricerca del guadagno è propria dell’imprenditore e dietro questo giusto obiettivo c’è spesso del falso moralismo, che lo combatte e lo critica, senza approfondire il sacrificio e il rischio che impone ogni attività imprenditoriale, soprattutto quella di un Esercente.


leggi l'intero articolo a cura di Lino Enrico Stoppani su Mixer di febbraio 2014

STOPPANI


link correlati - tutti gli articoli Fipe su Mixer di febbraio:

Il coraggio di decidere - a cura di Marcello Fiore
Le aspettative di fronte al rinnovo del CCNL - a cura di Silvio Moretti
Tares o Tari costano 150 milioni di troppo -  a cura di Luciano Sbraga

link correlati:

mixer rivista on line

mixer sito

Letto 1269 volte