Lunedì, 10 Giugno 2013 02:00

giugno 2013 - Movida: perchè sì!

punto_presidente

MOVIDA: PERCHÈ SÌ!

La posizione equilibrata di fipe rappresenta le aziende che hanno favorito il fenomeno ma non dimentica le esigenze di chi critica gli eccessi Come le rondini a primavera, con la bella stagione ritornano le discussioni sulla Movida, con il perenne contrasto tra chi considera il fenomeno positivamente, e non solo per gli aspetti di business che genera, e chi, invece, lo critica e lo contrasta, considerandolo elemento di disturbo e disordine sociale.

La Fipe, ovviamente, è schierata con i sostenitori del fenomeno, perché ha in prima linea imprese associate, che lo hanno favorito, adattato ai nuovi stili di vita e fatto occasione di business, ma lo fa con un atteggiamento che considera le esigenze di quanti lo criticano, perché vittime degli eccessi e delle devianze che vanificano tutto il buono che produce. La Fipe ha commissionato al Censis, in collaborazione con il Silb, una ricerca per approfondire il fenomeno, ricercando i presupposti, le ragioni e le prospettive di comportamenti che hanno stravolto abitudini, favorito tendenze, promosso aggregazione e socializzazione, alimentato interessi, generato nuovo traffico, rumori, sui quali si alimentano dibattiti e scontri, sui quali non si riesce mai a trovare una quadra, perché le ragioni e i torti sono ben distribuiti.


leggi l'intero articolo pubblicato su Mixer di giugno

2013-06-strop

link correlati - tutti gli articoli Fipe di Giugno:

Meglio studiare da ingegnere o fare il lavapiatti? - scambio di lettere Tra Gissi e Stoppani

I nodi della ristorazione in cinque punti - a cura di Luciano Sbraga

Cantiere aperto a favore della flessibilità - a cura di Silvio Moretti

tutti gli articoli Fipe

tutti gli interventi del Presidente

link correlati:

mixer rivista on line

mixer sito

Letto 1152 volte