ASSEMBLEA FIPE  E GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO

FIPE ADERISCE ALLA GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO

La movida senza regole

Riportiamo in allegato l'articolo di Antonio Polito "Turismo e ordine pubblico. Le notti della Movida" pubblicato sul Corriere della sera di oggi, che ben descrive il pensiero della Fipe.

“Con l’Italia in zona bianca, il Green pass rappresenta uno strumento straordinario ed efficace sia per riaprire quelle attività al momento ancora chiuse, come le discoteche, sia per consentire l’accesso di un numero più ampio di persone in occasione di eventi culturali o spettacoli. Se invece i livelli di rischio, a cui si sta lavorando sulla base di nuovi parametri, dovessero cambiare in peggio allora, invece di tornare a misure restrittive non più sostenibili, si potrebbe introdurre il green pass per riservare l’accesso ad ogni attività esclusivamente alle persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Il green pass va, insomma, utilizzato in chiave positiva e non punitiva. È un cambio di prospettiva fondamentale in grado di garantire equilibrio e sicurezza sanitaria.”

Il tema del Turismo continua ad essere al centro della discussione, anche politica, non solo per l’imminenza del periodo estivo, ma anche perché è aumentata la consapevolezza delle sue enormi potenzialità di sviluppo, finora frenate da errori e distrazioni, anche da miopia organizzativa, oltre al fatto che per anni il Paese ha fatto affidamento e investimento su settori, come certa Industria, che gli epocali cambiamenti hanno mandato in crisi, lasciando eredità spesso pesanti sul fronte occupazionale ed ambientale.

Piazze, spiagge, ma soprattutto cibo. È questa la principale passione dei turisti stranieri al termine del loro soggiorno in Italia. A certificarlo è un’indagine semantica condotta da Sociometrica, che ha analizzato 570mila post social in lingua inglese, rilevando come il cibo e la ristorazione siano gli elementi di successo messi maggiormente in evidenza da parte dei visitatori stranieri.

PIU’ OCCUPAZIONE NEL TURISMO

PIU’ OCCUPAZIONE NEL TURISMO
Tra il 2005 ed il 2010, pur nell’ambito di una congiuntura particolarmente difficile, le grandi imprese del turismo (più di 500 dipendenti) hanno creato oltre 10mila posti di lavoro pari al 12,9% dello stock di inizio 2005. Nello stesso periodo l’occupazione complessiva nelle grandi imprese è scesa di circa tre punti percentuali come sintesi di un forte decremento nei settori dell’industria (-8,0%) e di un modestissimo incremento nei servizi (+0,2%).

PREMIATE LE ECCELLENZE PISANE

Bar, ristoranti, pizzerie, stabilimenti balneari, locali da ballo, pubblici esercizi in generale sono uno dei motori portanti del turismo e più in generale dello sviluppo nazionale. L'ultimo dato del Censis parla di crescita del +5% per i settori della ristorazione e dell'accoglienza. Questo è solo uno dei tanti aspetti emersi nel corso del workshop “Fipe per l'eccellenza, pubblici esercizi in primo piano tra qualità enogastronomica e svilippo turistico, organizzato e promosso da ConfcommercioPisa e Fipe nazionale, alla presenza di molti rappresentanti delle istituzioni, imprenditori, professisonisti riuniti all'Abitalia Tower Plaza.

IL SISTEMA BALNEARE, VALORE ITALIANO

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L'ITALIA