Nuovo importante accordo per SCF Italia, siglato con FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e relativo alla diffusione di musica registrata presso i pubblici esercizi.
L'intesa determina una fondamentale semplificazione per gli esercizi coinvolti, uniformando i criteri per il calcolo delle tariffe SCF per i diritti connessi a quelle SIAE per il diritto d'autore e aggiungendo la possibilità di attivare o rinnovare gli abbonamenti per la musica d'ambiente tramite il "Portale Musica d'Ambiente".

Grazie all’azione dei rappresentanti di Fipe, SCF ha comunicato ufficialmente la proroga al 30 giugno 2017 del termine per il pagamento, tramite MAV inviato dalla SIAE, dell’abbonamento per l’anno in corso dei diritti connessi.
Si ricorda che, come già avvenuto per l’abbonamento SIAE, anche in questo caso i MAV verranno inviati riportando la vecchia tariffa, basata sul vecchio modello. Pertanto, per usufruire delle probabili convenienze del nuovo sistema tariffario, sarà necessario richiedere esplicitamente l’applicazione della tariffa del nuovo accordo.

Si ricorda che il termine per il rinnovo degli abbonamenti annuali SIAE per la musica d’ambiente nei pubblici esercizi scadrà il 28 febbraio 2019.


Pubblicate le tariffe relative ai diritti connessi discografici in vigore dal 1° gennaio 2019 per musica d’ambiente e per intrattenimenti in locali serali. 
Come previsto dagli accordi sottoscritti con SCF, le tariffe hanno subìto un incremento dell’1,3% per effetto dell’applicazione dell’incremento ISTAT.