La Siae ha deciso di prorogare il termine di pagamento per l’abbonamento di musica d’ambiente al 18 marzo 2016.
Tale proroga si è resa necessaria poiché la Siae, su sollecitazione della Federazione, sta attivando un nuovo portale web per consentire agli operatori di svolgere tutte le operazioni relative all’abbonamento attraverso questo canale on line.

Iniziata nella Regione Puglia la sperimentazione di Mercoledì Live.
E’ un interessante offerta della Siae che premia le esecuzioni di giovani cantautori nei locali pubblici con condizioni economiche di estremo favore.

Su esplicita richiesta e successive sollecitazioni da parte dei rappresentanti di FIPE alla Direzione Generale della SIAE, quest’ultima ha formalizzato con propria comunicazione la proroga del termine di pagamento per l’abbonamento di musica d’ambiente al 24 marzo 2017.

Si ricorda che il termine di pagamento per gli abbonamenti musica d’ambiente è stato prorogato rispetto alla solita scadenza e scadrà il prossimo 24 marzo, ma vi sono delle disposizioni particolari per i territori che sono stati interessati dai recenti eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia.

Grazie all’azione dei rappresentanti di Fipe, SCF ha comunicato ufficialmente la proroga al 30 giugno 2017 del termine per il pagamento, tramite MAV inviato dalla SIAE, dell’abbonamento per l’anno in corso dei diritti connessi.
Si ricorda che, come già avvenuto per l’abbonamento SIAE, anche in questo caso i MAV verranno inviati riportando la vecchia tariffa, basata sul vecchio modello. Pertanto, per usufruire delle probabili convenienze del nuovo sistema tariffario, sarà necessario richiedere esplicitamente l’applicazione della tariffa del nuovo accordo.

Grazie alla continua azione di Fipe presso gli uffici della Siae, il termine di pagamento per gli abbonamenti musica d’ambiente nei Comuni interessati dai tragici eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia, già posticipato al 30 giugno 2017, è stato prorogato fino al 31 ottobre 2017.

È stato pubblicato sul sito dell’AGCOM il Regolamento attuativo del D.Lgs. 35/2017 in materia di diritto d’autore relativo ai poteri di vigilanza dell’Autorità stessa.
Nella delibera di approvazione del Regolamento, l’AGCOM riprende totalmente quanto più volte ribadito dalla Federazione e dai suoi rappresentanti in merito all’inapplicabilità dell’art. 23 del D.Lgs. sull’obbligo di rendicontazione dei contenuti trasmessi ai pubblici esercizi, in quanto fruitori essi stessi - prima ancora che utilizzatori - di repertori confezionati e scelti da altri soggetti quali radio, tv, ecc. e quindi impossibilitati ad avere a disposizione le informazioni richieste, scongiurando così il rischio delle pesanti sanzioni previste per il mancato adempimento (da 20.000 a 100.000 euro).

Le tariffe non hanno subito aumenti rispetto al 2017 grazie agli interventi Fipe e, come sempre, le imprese associate possono contare su sconti scaturenti dagli accordi tra Fipe-Confcommercio e SIAE.

SCF ha comunicato settimana scorsa le tariffe in vigore dal 1° gennaio 2018 per musica d’ambiente e per intrattenimenti in locali serali. Come previsto dall’accordo sottoscritto recentemente con SCF, le tariffe hanno subito un incremento dell’1,1% per effetto dell’applicazione dell’incremento ISTAT ivi previsto negli accordi tra le parti.

Si ricorda che oggi è l’ultimo giorno utile per effettuare il pagamento dei compensi per musica d’ambiente beneficiando delle riduzioni previste per gli Associati Fipe.
A tale proposito si segnala che SIAE ha pubblicato sui social un video spiegando il perché si paga la musica d’ambiente e come rinnovare ed attivare gli abbonamenti tramite il portale musica d'ambiente.