#StesseRegolePerStessoMercato
Il 1° gennaio 2018 è entrata in vigore la legge di bilancio che ha istituito i “distretti del cibo” ampliando la platea dei soggetti contemplati nella previgente disciplina e stanziando risorse finanziarie per la loro creazione e consolidamento.
Inoltre, la suddetta legge ha rafforzato le facoltà commerciali già riconosciute agli imprenditori agricoli, aggiungendo la possibilità di vendere prodotti agricoli già pronti per il consumo anche in modalità itinerante.

La Federazione il 10 ottobre è stata audita dalla IX Commissione del Senato sul disegno di legge recante “norme per la valorizzazione delle piccole produzioni agroalimentari di origine locale”, e, in tale sede, ha espresso la propria contrarietà alle disposizioni che prevedono che gli imprenditori agricoli possano effettuare anche attività di somministrazione.  

Il comma 746 dell’art. 1 della legge di bilancio per l’anno 2019 prevede che, ai fini dell’accertamento della normale tollerabilità delle immissioni acustiche, si debba fare riferimento ai criteri di accettabilità del livello di rumore di cui alla legge n. 447/1995(in allegato).
Pertanto, occorrerà fare riferimento ai limiti oggettivi e ben definiti – distinti in ragione dell’orario e delle classi di destinazione d’uso del territorio – di cui alle tabelle allegate al D.P.C.M. 14/11/1997 (in allegato) e del quale si produce di seguito un estratto.