Lo scorso 28 dicembre il Ministero della Salute ha trasmesso al Parlamento la Relazione sulla “Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia”, nella quale sono riepilogate le azioni ispettive realizzate nel corso del 2017 dalle Autorità competenti.

Un’analisi della situazione delle ispezioni nei pubblici esercizi  
Il tema dei controlli e delle ispezioni nei pubblici esercizi è argomento che richiama sempre l’attenzione delle imprese. Da un lato c’è una normativa di riferimento che negli anni è diventata sempre più ampia e complessa e di non facile applicazione ed interpretazione.

Fipe fa il punto sull'attuale scenario dei controlli riunendo ad uno stesso tavolo operatori e autorità per un confronto diretto e richiede il rispetto delle regole poste a tutela dei controllati.
Controlli basati su norme modulate sulle diverse realtà aziendali, programmati e non ripetuti sempre sulle medesime aziende, effettuati con modalità tali da comportare la minore turbativa possibile allo svolgimento delle attività aziendali nonché alle relazioni commerciali o professionali del controllato. 

Il 23 giugno si è svolta un’importante tavola rotonda dal titolo “I diritti e i doveri dei controllori e dei controllati nelle attività di pubblico esercizio e nelle pasticcerie”.
L’obiettivo dell’incontro è stato quello di promuovere un momento di confronto tra rappresentanti degli esercenti e gli organi competenti in materia di controlli, per approfondire e comprendere i diritti e i doveri degli operatori relativamente ai principali aspetti legati alla loro quotidiana attività, quali la sicurezza degli alimenti, gli obblighi fiscali, tributari e amministrativi e quelli inerenti la normativa sul lavoro.