Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi interviene con una nota a firma del Presidente Lino Enrico Stoppani sui risultati emersi dall'ultimo rapporto sulle Agromafie, che toccano da vicino il mondo della ristorazione.
"Il rapporto sulle Agromafie informa sulle illegalità diffuse nell’Agricoltura, confermando la gravità e la resilienza di un fenomeno che produce caporalato, manipola la formazione dei prezzi, commercializza prodotti di illecita provenienza e inquina il mercato, oltre che gravemente l’ambiente.

Lo scorso 28 dicembre il Ministero della Salute ha trasmesso al Parlamento la Relazione sulla “Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia”, nella quale sono riepilogate le azioni ispettive realizzate nel corso del 2017 dalle Autorità competenti.

Non tutti i regali di Natale risultano graditi. Quello che i Nas di Torino hanno recapitato a Cannavacciuolo appartiene a questa categoria. “Mettere alla pubblica berlina un professionista per un supposto asterisco mancante è davvero un po’ troppo, farlo nel periodo natalizio appare anche strumentale”. È questo il commento di Giancarlo Deidda, vice Presidente di Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi, alla notizia della denuncia e delle sanzioni comminate dai Nas a Antonino Cannavacciuolo. 

Fipe fa il punto sull'attuale scenario dei controlli riunendo ad uno stesso tavolo operatori e autorità per un confronto diretto e richiede il rispetto delle regole poste a tutela dei controllati.
Controlli basati su norme modulate sulle diverse realtà aziendali, programmati e non ripetuti sempre sulle medesime aziende, effettuati con modalità tali da comportare la minore turbativa possibile allo svolgimento delle attività aziendali nonché alle relazioni commerciali o professionali del controllato. 

L'APPELLO DI FIPE A GOVERNO E AMMINISTRAZIONI LOCALI
Le liberalizzazioni senza freno possono rivelarsi molto pericolose per i consumatori. È la denuncia di Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi, a seguito della morte di un turista francese in un bed and breakfast di Borgo La Noce (Firenze), in Toscana, a seguito di esalazioni di monossido di carbonio da una caldaia difettosa. 

TORNA IL CONTROLLO DELLA POLIZIA NEI CIRCOLI PRIVATI
Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, attesa a giorni, della legge di conversione del decreto 79 sulla sicurezza dei cittadini, le forze dell’ordine potranno nuovamente mettere piede per effettuare controlli anche negli spacci dei circoli privati che per svolgere attività di somministrazione di alcolici dovranno darne comunicazione al questore.