"BASTA INGERENZE, SERVE INTERVENTO FORTE DAL GOVERNO"
"Un atto gravissimo mirato nei confronti dell'Italia". La Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi interviene a fianco di Confturismo e del SIB - Sindacato Italiano Balneari con una dura nota del Presidente Lino Enrico Stoppani dopo la pronuncia di ieri della Corte di Giustizia europea in merito alla proroga al 2020 delle concessioni balneari. 

Il 14 luglio u.s. la Corte di Giustizia dell’UE ha emanato la sentenza sull’annosa questione delle concessioni demaniali, come deferita dai Tribunali italiani.
Si riporta il testo della sentenza, il comunicato stampa del Sib – Fipe nonché il commento di Marco Buticchi, Dirigente Nazionale Fipe e Presidente di Fipe La Spezia.

Consegnato un documento con le richieste del Sindacato: proroga e indennizzo. Apprezzato l’impegno a seguire la vicenda che coinvolge oltre 30.000 imprese e 100.000 addetti diretti.

“Siamo pienamente a favore di una revisione della normativa attesa da anni, che tuteli la clientela degli stabilimenti balneari e che riconosca gli sforzi profusi in questi anni dagli imprenditori del settore. Marco Buticchi, Presidente di Fipe La Spezia, commenta la presa di posizione di Regione Liguria in merito alla riforma della normativa sul settore balneare messa in atto da parte del Governo, e la richiesta di prorogare di trent'anni le concessioni. 

"Una stagnazione che potrebbe portare a risvolti drammatici". La Federazione Italiana Pubblici Esercizi si unisce alle associazioni del comparto turistico ed esprime fortissima preoccupazione circa i ritardi che stanno frenando l'iter in Senato del Disegno di legge delega per la riforma del demanio ad uso turistico. "Un provvedimento che stava per vedere la luce dopo anni di rinvii, e a cui hanno collaborato attivamente in sede parlamentare tutte le categorie del nostro Sistema, con l'obbiettivo di far approvare almeno il Ddl delega: azzerare tutto solo perché si è arrivati a fine legislatura è un'autentica presa in giro per il nostro settore".

"BASTA INGERENZE, SERVE INTERVENTO FORTE DAL GOVERNO"
"Un atto gravissimo mirato nei confronti dell'Italia". La Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi interviene a fianco di Confturismo e del SIB - Sindacato Italiano Balneari con una dura nota del Presidente Lino Enrico Stoppani dopo la pronuncia di ieri della Corte di Giustizia europea in merito alla proroga al 2020 delle concessioni balneari.