DISTRIBUZIONE E RISTORAZIONE INSIEME PER FERMARE UN SISTEMA DISTORTO  
Tavolo unitario tra le associazioni di categoria: “Su ogni ticket c'è una tassa occulta del 30%.  
Così le imprese falliscono e il sistema collassa. Il caso Qui!Group non ha insegnato nulla”.  
Scatta la causa contro Consip 
#BuoniPastoInsostenibili

Aspettiamo risposte concrete dal Governo

“Niente servizio di buoni pasto se i ribassi di gara vengono scaricati sulla pelle dei ristoratori. Questo è il principio che abbiamo sempre sostenuto e che ora anche alcune realtà locali stanno applicando. A cominciare dalla Provincia di Trento che recentemente ha deciso di gestire in proprio la gara da 55 milioni di euro per il servizio di erogazione dei buoni pasto per i suoi dipendenti, senza appoggiarsi a Consip. 

In allegato i principali articoli pubblicati sulla conferenza stampa congiunta Fipe Confcommercio, Federdistribuzione, ANCC Coop, Confesercenti, FIDA e ANCD Conad il giorno 5 febbraio 2020

FIPE, Federdistribuzione, ANCC Coop, ANCD Conad, FIEPet Confesercenti e FIDA il 5 febbraio 2020 si sono unite in conferenza stampa per denunciare l’insostenibilità del sistema dei buoni pasto.
In tale sede, è stato presentato l’inedito tavolo unitario, che si propone di essere permanente, volto all’individuazione di proposte concrete che consentano una vera e propria riforma del sistema.