La Conferenza delle Regioni nel documento del 25 maggio scorso presentato al Governo ha accolto due importanti modifiche chieste della Federazione nell'interesse delle imprese del settore.
La prima riguarda il tema dei buffet. Con il DPCM del 17 maggio scorso tra le attività della ristorazione che non erano consentite vi erano i buffet.