Prosegue il progetto, nato da un’iniziativa di Ascom Bergamo, Associazione Angelman e Fondazione per la ricerca sulle malattie rare e diffuso da Fipe a livello nazionale, per favorire l’inclusione di chi ha difficoltà a comunicare.
Il Comune di Parma, in collaborazione con l’Azienda USL e con le associazioni “Noi uniti per l’autismo”, ANFASS Parma e ANGSA, finanziata con il contributo di Ascom Parma e di Confesercenti Parma, hanno presentato il 30 marzo il progetto “Al bar scelgo io!” che coinvolgerà alcuni esercenti della città disponibili a consegnare le tovagliette a tutti coloro che abbiano difficoltà comunicative.

Un’iniziativa che valorizza il ruolo sociale dei bar e dei ristoranti italiani, in grado di garantire accoglienza e qualità nel servizio. Con queste poche parole si può riassumere lo spirito del progetto “Al bar e al ristorante scelgo io”.

In allegato parte della rassegna stampa 

Roma, 8 aprile 2016 - "Un'iniziativa da promuovere su base nazionale, a favore di bar e ristoranti che garantiscano a tutti accoglienza e qualità del servizio". Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi plaude al progetto "Al bar scelgo io", ideato da Gruppo Bar e Caffetterie Ascom Confcommercio di Bergamo, che prevede la distribuzione gratuita ai locali aderenti di tovagliette con illustrazioni e semplici diciture che potranno semplificare le ordinazioni da parte dei bambini in età prescolare o delle persone che non conoscono le lingue o diversamente abili.

L'INIZIATIVA DI CONFCOMMERCIO BERGAMO E FIPE PER UN SERVIZIO SENZA BARRIERE
Grazie al progetto della Confcommercio Bergamo tutte le persone con difficoltà linguistiche o disabilità potranno fare le proprie ordinazioni con semplicità e senza disagi, grazie ad apposite tovagliette. Un'idea nata da Bergamo ora, grazie a FIPE, attiva in tutta Italia.