Il Premier Conte e il Ministro Speranza hanno firmato il DPCM con il quale vengono introdotte nuove e più stringenti misure per contenere e contrastare la diffusione del Covid-19 sull’intero territorio nazionale. E’ bene evidenziare che il provvedimento non è ancora stato pubblicato in GU e che le zone con fasce di rischio c.d. “ ad elevata gravità” e quelle c.d. “di massima gravità” saranno individuate con provvedimento del Ministero della Salute, sentiti i Presidenti delle Regioni interessate, sulla base di quanto stabilito nel documento di “Prevenzione e risposta a Covid 19”.

Stretta sulle Regioni

Con Ordinanza del 10 novembre pubblicata nella serata di ieri in Gazzetta Ufficiale, il Ministero della Salute, sentito il CTS e i Presidenti delle Regioni interessate, ha individuato i territori che, alla luce dell’evolversi della situazione epidemiologica locale, devono da oggi collocarsi negli scenari di “tipo 3” o “ tipo 4”, con conseguente applicazione delle misure di contenimento rispettivamente previste dagli artt. 2 e 3 del DPCM 3 novembre 2020.