Approda in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del decreto Milleroroghe 2016. Il provvedimento contiene importanti differimenti normativi, tra i quali il rinvio dell’applicazione del contributo di licenziamento negli appalti.
La legge 28 giugno 2012, n. 92 (cd. Riforma Fornero), all’articolo 2, comma 31, aveva introdotto il ticket sui licenziamenti, in base al quale in tutti i casi di interruzione di un rapporto di lavoro per uno dei motivi che generi in capo al lavoratore il diritto all’indennità Aspi (oggi NASpI), a prescindere dall’effettiva percezione della stessa, l’impresa deve versare un contributo pari al 41% del massimale mensile NASpI per ogni 12 mesi di anzianità degli ultimi tre anni.

"Un importante segnale a beneficio del lavoro di tante imprese della ristorazione ". Così Marcello Fiore, Direttore Generale di Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi commenta la proroga dell'esenzione del pagamento del ticket licenziamenti per i cambi di appalto, contenuta all'interno del decreto Milleproroghe 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 26 febbraio 2016.