Il giorno 11 giugno 2020, la Commissione Europea ha pubblicato un documento all’interno del quale incoraggia gli Stati membri a revocare i controlli alle frontiere interne entro il 15 giugno 2020 e a prorogare le restrizioni temporanee ai viaggi non essenziali nell'UE, da parte di paesi terzi, fino al 30 giugno 2020.

Si riporta in allegato l'intervista del Presidente Stoppani pubblicata su La Repubblica del 7 luglio 2020.

Si riporta l'intervista del Presidente Stoppani andata in onda su TgCom24 Zerovirgola il 25 luglio alle ore 21:00

ANBC e le principali sigle sindacali dei lavoratori del turismo chiedono un piano di intervento per un settore messo in ginocchio dalla pandemia e dal rinvio al 2021 di eventi, convegni e convention aziendali.

(ANSA) - FIRENZE, 24 AGO - La morte di un ristoratore del
centro storico di Firenze, trovato suicida il 22 agosto, sta
sollevando lo sgomento e il dolore delle categorie dei
commercianti che, ricordando il collega, hanno sottolineato il
disagio di questa fase per tutto il settore.

ANSA- ROMA, 25 AGO "Sicuramente la parte centrale di agosto e in generale il mese  per i luoghi legati ai posti di villeggiatura, come mare e  montagna, non è andata male, è stata una boccata di ossigeno"  per bar e ristoranti "perché c'è stato il turismo italiano"  mentre "nelle città d'arte, dove è mancato tantissimo il turismo  straniero, la situazione è drammatica". 

Stoppani: “Perdite di fatturato ancora pesanti fanno crescere il pessimismo tra gli imprenditori, perché è sempre più difficile vedere la luce in fondo al tunnel. Rafforzamento degli indennizzi a fondo perduto, proroga degli ammortizzatori sociali, credito di imposta sui canoni di locazione e riduzione dell’IVA le chiavi per dare una spinta alla ripresa”

“Accogliamo con soddisfazione la proposta del Ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova di istituire un fondo per indennizzi a fondo perduto per i ristoratori e ci rendiamo disponibili sin da subito per approfondirne i dettagli”. Dichiara Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe-Confcommercio.

Così la Federazione dei Pubblici Esercizi in una nota: "Le promesse di intervento per rilanciare i consumi, ripopolare i centri storici e supportare gli imprenditori con indennizzi e ammortizzatori sociali incontrano le necessità del settore. Ora semplifichiamo le procedure per facilitare il lavoro degli esercenti e dare una spinta forte alla ripresa"

I criteri di scelta del locale per quelli che vogliono mangiare fuori sono l’attenzione alle norme igieniche (47,4%), il distanziamento tra i tavoli (35,2%) e la presenza di spazi all’aperto (34%). Tra questi poco meno della metà (45,5%) ha apprezzato il ritorno alla socialità con amici e famiglia