I DATI FIPE: 6,3 MILIONI FESTEGGERANNO AL RISTORANTE  
- In vista della lunga sequenza di ponti e festività di primavera la parola d'ordine è "aperti per ferie": domenica 21 aprile saracinesche alzate per il 90% dei ristoranti, a Pasquetta per l'82,2%, mentre il 25 aprile e il 1 maggio la quasi totalità dei pubblici esercizi sarà aperta (98,2%). 
- Cresce sempre più l'attenzione al tema dello spreco: il 76% dei ristoratori è pronto a dare la possibilità ai clienti di portare a casa cibi e bevande ordinati e non consumati. 

• La spesa per il cibo degli italiani in vacanza è di 6,5 miliardi. Si tratta della prima voce nel budget del turista;
• Il fenomeno dell’estate è il food sharing, la condivisione sui social di foto di piatti e pietanze, da quelli degli chef a quelli “casalinghi”;
• Il bilancio dei consumi estivi rimane comunque precario, tra i ristoratori la maggioranza pensa che la stagione chiuderà pari, o anche peggio, di quella dello scorso anno.

Forza, pazienza e intelligenza: le tre virtù capitali dell’imprenditore

Dallo scorso 2 maggio – cinquecentenario dalla scomparsa del più noto genio italiano, simbolo del Rinascimento – si sono avviati i 6 mesi di celebrazione di Leonardo da Vinci, con una giusta serie di lodevoli iniziative.
Per coincidenza, a quattro anni esatti dall’inizio di “Expo Milano 2015” dedicato all’alimentazione sostenibile, il nostro Paese si mobilita intorno ad un altro motivo di orgoglio, di espressività e identità.

CONFERENZA STAMPA 
Presentazione del Rapporto Ristorazione 2018 Fipe – Martedì 29 gennaio 2019 - Ore 11 - Presso Sede Fipe - Sala Cerroni (piazza G.G. Belli, 2 - 00153 Roma)

Turismo: +0,4% su febbraio 2018

In decelerazione i prezzi dei beni e dei servizi turistici la cui variazione tendenziale passa dal +1,1% di gennaio al +0,4% di febbraio. L’aumento dei prezzi nei servizi di ristorazione si attesta ad 1,5% mentre i servizi di alloggio registrano una variazione del +0,4%.   Variazioni negative si registrano per i trasporti (-1,8%) e per le vacanze organizzate (-0,4%).

A febbraio 2019 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,2% rispetto al mese precedente e dell’1,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. A livello generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,0%.

Turismo: +0,6% su marzo 2018

In lieve accelerazione i prezzi dei beni e dei servizi turistici la cui variazione tendenziale passa da +0,4% di febbraio a +0,6% di marzo.
L’aumento dei prezzi nei servizi di ristorazione si attesta ad 1,4% mentre i servizi di alloggio registrano una variazione del +0,4%. Una variazione negativa si registra per i trasporti (-2,6%).

A marzo 2019 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,5% rispetto allo stesso mese di un anno fa. L’inflazione acquisita per l’anno 2019 si attesta sull’ 1,1%. A livello generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,0%.
Bar e ristoranti registrano aumenti dell’1,5%, le pizzerie dell’1,3%. Per la ristorazione collettiva il decremento si attesta sul -0,3%.