Forza, pazienza e intelligenza: le tre virtù capitali dell’imprenditore

Dallo scorso 2 maggio – cinquecentenario dalla scomparsa del più noto genio italiano, simbolo del Rinascimento – si sono avviati i 6 mesi di celebrazione di Leonardo da Vinci, con una giusta serie di lodevoli iniziative.
Per coincidenza, a quattro anni esatti dall’inizio di “Expo Milano 2015” dedicato all’alimentazione sostenibile, il nostro Paese si mobilita intorno ad un altro motivo di orgoglio, di espressività e identità.

L’analisi “costi/benefici” è sempre stata la base sulla quale qualsiasi persona, non necessariamente imprenditore, prende le sue decisioni.
Ogni scelta, cioè, è normalmente connessa alla risoluzione di un dilemma economico, affiancato da un esercizio di logica, che porta poi a scelte (o rinunce) in funzione del peso e dal confronto delle due citate componenti principali del processo decisorio.
I problemi intervengono quando i singoli elementi o le circostanze sono indeterminate o condizionate da fattori che vanno oltre le conoscenze del singolo e la soluzione diventa un “viaggio di esplorazione dell’incognito”, come la definisce il sociologo ed economista Friedrich A. von Hayek, la cui realizzazione diventa un processo di implementazione e aggiustamento progressivo.
Sembrano ragionamenti complessi, ma in un mondo che ogni giorno accresce la sua complessità, sono anche ragionamenti di grande attualità; basti pensare alla TAV e alle carenze infrastrutturali del nostro Paese, con le discussioni tra gli interventisti e i contrari, tra efficienza economica ed equità sociale, passando per i grandi temi della sostenibilità ambientale, sui quali ognuno porta la sua esperienza, le sue sensibilità, le sue competenze oltre che i propri legittimi interessi.

CONFERENZA STAMPA 
Presentazione del Rapporto Ristorazione 2018 Fipe – Martedì 29 gennaio 2019 - Ore 11 - Presso Sede Fipe - Sala Cerroni (piazza G.G. Belli, 2 - 00153 Roma)

Turismo: +0,4% su febbraio 2018

In decelerazione i prezzi dei beni e dei servizi turistici la cui variazione tendenziale passa dal +1,1% di gennaio al +0,4% di febbraio. L’aumento dei prezzi nei servizi di ristorazione si attesta ad 1,5% mentre i servizi di alloggio registrano una variazione del +0,4%.   Variazioni negative si registrano per i trasporti (-1,8%) e per le vacanze organizzate (-0,4%).

A febbraio 2019 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,2% rispetto al mese precedente e dell’1,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. A livello generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,0%.

Turismo: +0,6% su marzo 2018

In lieve accelerazione i prezzi dei beni e dei servizi turistici la cui variazione tendenziale passa da +0,4% di febbraio a +0,6% di marzo.
L’aumento dei prezzi nei servizi di ristorazione si attesta ad 1,4% mentre i servizi di alloggio registrano una variazione del +0,4%. Una variazione negativa si registra per i trasporti (-2,6%).

A marzo 2019 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,5% rispetto allo stesso mese di un anno fa. L’inflazione acquisita per l’anno 2019 si attesta sull’ 1,1%. A livello generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,0%.
Bar e ristoranti registrano aumenti dell’1,5%, le pizzerie dell’1,3%. Per la ristorazione collettiva il decremento si attesta sul -0,3%.

Nel primo trimestre del 2019 l’indice del fatturato (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) delle imprese che erogano servizi di ristorazione (bar, ristoranti, mense) è stato pari a 91,8 segnando una variazione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del +2,6%. Nel complesso del turismo (alloggio e ristorazione) l’indice del fatturato ha segnato un incremento del +1,8% per effetto della performance negativa dei servizi di alloggio (-0,9%). 

Il clima di fiducia scende a 93,6, nove punti al di sotto del valore registrato un anno fa (102,2). Il mal tempo condiziona il trimestre. I giudizi sulle prospettive di breve termine restano prudenti.