Mercoledì, 02 Settembre 2020 14:33

Silb-Fipe in audizione al Senato per chiedere un intervento concreto al Governo

Questa mattina 2 settembre 2020 il Presidente Silb-Fipe Maurizio Pasca, Roberto Calugi - direttore generale Fipe, Fabrizio Fasciolo – presidente provinciale Silb-Fipe Savona , Fabio Facchini - presidente provinciale Silb-Fipe Vicenza, hanno portato il grido di allarme delle imprese di intrattenimento e ballo in audizione al Senato.

Il presidente Pasca "Non dobbiamo farci facili illusioni, parliamo di quasi 3mila imprese che rischiano di non esserci più il prossimo anno. Stiamo parlando di una chiusura quasi annuale con cali di fatturato che si aggirano ormai intorno all’80% e non credo che nessuno possa farsi facili illusioni sulla possibilità delle imprese di poter sopravvivere a una situazione del genere. Credo sia chiaro a tutti che ci sia stata da una parte una legittima attenzione alla salute pubblica, dall'altra forse si è voluto trovare nel comparto delle imprese di intrattenimento e spettacolo un bersaglio più semplice di altri da colpire.

Il 2020 è stato un anno da dimenticare, i locali sono chiusi dal 23 febbraio. Le riaperture delle attività stagionali a giugno e luglio a macchia di leopardo nelle varie regioni italiane con tempistiche, modalità e regole più o meno rigide differenti da Regione a Regione, hanno aggiunto grave confusione a una situazione già precaria.

In questi mesi siamo passati come luogo degli untori. Noi crediamo invece che il mondo dell'intrattenimento e dello spettacolo sia una componente importante, comprendiamo le ragioni sanitarie ma se non si interviene con misure specifiche, poderose e immediate condanniamo alla morte 2700 imprese. Bisogna esserne consapevoli e assumersene la responsabilità".

Le richieste presentate dal Silb-Fipe in 7 punti:

1 - Contributi a fondo perduto 
2 - Esenzione IMU per i settori del turismo e dello spettacolo 
3 - Prolungamento Credito d’imposta per locazioni commerciali ed affitti d’azienda anche per i mesi luglio-dicembre 2020
4 - Abolizione dell’ISI (Imposta sugli Intrattenimenti) o almeno la sospensione per gli anni 2020, 2021,2022
5 - Applicazione dell’IVA ridotta del 10% sugli ingressi 
6 - Applicazione del regime IVA del 10% sulla somministrazione di alimenti e bevande svolta all’interno dei locali
7 - Prestiti garantiti dallo stato

 

La registrazione video dell'audizione

02-09-2020

Letto 559 volte