Sabato, 15 Agosto 2020 09:42

Decreto Agosto: pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. c.d. “Agosto”, approvato dal Consiglio del Ministri lo scorso 7 agosto con la consueta formula “salvo intese”, che con una manovra da 25 miliardi di euro stanzia ulteriori misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia italiana. Come si ricorderà, con quest’ultimo provvedimento le risorse complessivamente messe in campo dal Governo per reagire all’ emergenza arrivano a 105 miliardi di euro, pari a oltre 6 punti percentuali di PIL. 

Si segnalano, in quanto di specifico interesse per le imprese del settore, le seguenti novità:

 

- sono previste ulteriori 18 settimane di assegno ordinario del FIS e di Cassa integrazione guadagni in deroga a partire dal 13 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2020;

- per le imprese che non utilizzano gli strumenti di sostegno al reddito è previsto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL;

per i datori di lavoro che assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato è riconosciuto l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico nel limite massimo di un importo di esonero pari a 8.060 euro su base annua;

- per le assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali è riconosciuto l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL;

- è stata abrogata la proroga obbligatoria dei contratti a termine prevista in conseguenza dell’utilizzo degli strumenti emergenziali di ammortizzazione sociale;

- ai datori di lavoro che non abbiano integralmente fruito dei trattamenti di integrazione salariale riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19 introdotti dal decreto in commento ovvero dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per il mancato utilizzo degli stessi resta precluso l’avvio delle procedure di licenziamento collettivo;

- è stato istituito un contributo a fondo perduto specifico per la ristorazione per l’acquisto di prodotti di filiere agricole e alimentari, compresi quelli vitivinicoli;

- è stato inserito un contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nei centri storici;

- è stato introdotto l’esonero della seconda rata IMU per gli immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

- è stata prorogata la moratoria per le MPMI ex art. 56 del Cura Italia fino al 31 gennaio 2020, tuttavia, per le imprese del comparto turistico la proroga del pagamento delle rate dei mutui, in scadenza prima del 20 settembre 2020, opera sino al 31 marzo 2021;

- è stato ulteriormente sospeso fino al 31 agosto 2020 il termine di scadenza dei titoli di credito;

- per gli esercenti attività d’impresa, anche il mese di giugno rientra nel periodo in cui far valere il credito d’imposta degli immobili a uso non abitativo previsto dall’art. 28 del Rilancio;

- è stata prorogata al 16 settembre 2020 il pagamento del 50% dei versamenti sospesi dagli art. 126 e 127 del Rilancio;

- l’esonero del pagamento di TOSAP e COSAP è stato prorogato sino al 31 dicembre 2020

Vuoi saperne di più? Contatta la nostra Associazione a te più vicina

 

 

15-08-2020

 

Letto 2126 volte