Giovedì, 11 Febbraio 2016 16:33

LA CUCINA ITALIANA SEMPRE PIÙ APPREZZATA DAL TURISMO INTERNAZIONALE: PREVISTA UNA SPESA NEL 2016 DI 9 MILIARDI DI EURO IN BAR E RISTORANTI

• Nel 2015 i turisti stranieri hanno speso 8,4 miliardi di euro nel fuoricasa del Belpaese
• Tra le preferenze pizza, cappuccino, caffè e gelati in pole position ma non manca una predilezione anche per i ristoranti di qualità
Un amore che non conosce crisi. Così possiamo definire l'attrattiva che i turisti stranieri continuano a nutrire nei confronti del Belpaese, con 8,4 miliardi di euro spesi nel corso del 2015 tra bar e ristoranti.

In occasione della Bit la Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi fa il punto sull'andamento del turismo internazionale nello Stivale, destinato a crescere in modo significativo anche per il 2016. "Le previsioni dell'Ufficio Studi della Fipe parlano di una spesa complessiva nel fuoricasa che arriverà a sfiorare i nove miliardi di euro - dichiara a questo proposito Luciano Sbraga, Direttore dell'Ufficio Studi -. Un'ulteriore conferma del valore di un settore, quello dei pubblici esercizi, che si dimostra ancora una volta uno dei fiori all'occhiello per l'intero sistema ricettivo e uno dei punti di forza nell'attirare la clientela di tutto il mondo con proposte di qualità. Previsioni che fanno ben sperare per il futuro dell'intero settore, come anticipato in autunno dai dati positivi del Rapporto Ristorazione 2015: in base alle nostre previsioni infatti oltre l'80% dei consumatori ha in programma di spendere maggiormente nel fuoricasa nei prossimi mesi".

Entrando nello specifico dei dati Fipe, cappuccini, caffè, panini, pizza e gelati sono i prodotti più apprezzati dai turisti a cui si devono aggiungere pranzi e cene completi, talvolta in ristoranti gourmet. Ma il valore della ristorazione non si misura soltanto in termini di spesa ma, anche e soprattutto, per la capacità di generare attrazione verso l'Italia e soddisfazione da parte dei turisti. Ai primi posti della motivazione dei loro viaggi i turisti indicano il patrimonio culturale e l'enogastronomia, mentre gli aspetti considerati più importanti, durante la vacanza, risultano il sentimento di ospitalità degli italiani e, ancora, la qualità del mangiare e del bere. Parlando invece di destinazioni preferite, le pagelle dei turisti confermano che la ristorazione resta un punto di forza trasversale a tutte le tipologie di località.

Ma la presenza di Fipe a Bit non si esaurisce con la presentazione dei dati sul turismo internazionale. In occasione della manifestazione Fipe prenderà parte, con il Direttore dell'Ufficio Studi Luciano Sbraga, al convegno in programma il prossimo giovedì 11 febbraio nel quale Confguide presenterà "La prima indagine nazionale sulle guide turistiche" (ore 11, Sala Lem 3 - Fieramilano Rho), con l’obiettivo di individuare forme di collaborazione tra guide turistiche e il mondo dell’enogastronomia.


Gli aspetti ritenuti più importanti durante il soggiorno

  graduatoria
Cortesia/ospitalità 1
Qualità del mangiare e bere 2
L’offerta di intrattenimento 3
Il rispetto per l'ambiente 4
L’organizzazione del territorio 5
L’offerta culturale 6
L’accoglienza nelle strutture di alloggio 7
La pulizia dl luogo 8
Il costo della ristorazione 9
Informazioni turistiche 10

Fonte: elaboraz. C.S. Fipe su dati ONT

Giudizio su “Qualità del mangiare e del bere” per destinazione turistica

 (1=min. e 10=max)

cs 2016 02 11

 

Fonte: elaboraz. C.S. Fipe su dati ONT

BIT 2016 (11 - 13 FEBBRAIO)
Roma, 11 febbraio 2016

Letto 2480 volte