Giovedì, 18 Ottobre 2012 12:24

CON DO.RE.MI. PICCOLE IMPRENDITRICI CRESCONO

CON DO.RE.MI. PICCOLE IMPRENDITRICI CRESCONO

logo_doremiLe donne fanno già molto nell’imprenditoria. Se messe in rete possono fare ancora di più. È quanto verrà illustrato a Bologna, domani 19 ottobre, con il convegno che si terrà alle ore 10,00 nella sede della Confcommercio Bologna, Strada Maggiore, 23 (Salone Carracci), organizzato da Fipe, la federazione italiana dei pubblici esercizi aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia.


Saranno presentati i risultati ottenuti con DO.RE.MI. (donne in rete per migliorare), un progetto approvato dal gennaio 2011 e avviato nella sua attività di formazione dal maggio successivo con l’obiettivo di promuovere e rafforzare la presenza delle donne nei ruoli di rappresentanza dell’associazione. Da un’indagine interna effettuata dal Centro Studi Fipe è emerso infatti che i consigli provinciali della federazione sono composti solo per il 12 per cento da donne, ma ben il 63% dei consigli ha almeno una donna (o più) al suo interno.  
Ben 25 imprenditrici si sono messe in gioco con un percorso di formazione di 94 ore complessive dedicate all’individuazione di buone prassi da concretizzare, promozione di metodi prodotti e strumenti innovativi e sulla relazione tra cultura femminile e associazionismo di categoria. E proprio la relazione, intesa anche come spirito di solidarietà e condivisione fra donne, è stata il perno di tutto il progetto. Il percorso formativo è stato qualcosa che è andato ben oltre la didattica impartita a distanza ad una classe, perché prevedeva la interazione, cioè un vero e proprio sistema di rete fra le partecipanti per scambiare conoscenze e condividere le esperienze.
“Saluto e accolgo  con molto piacere - dichiara Donatella Bellini Presidente Terziario Donna Confcommercio Bologna - i partecipanti a questo convegno che ha l’obiettivo di affrontare un tema caro alle nostre imprenditrici associate, quello dell’importanza di valorizzare e diffondere la presenza delle donne nei molteplici ruoli di rappresentanza”.
La connessione di rete attuata anche attraverso mezzi informatici che ne facilitano l’attuazione è stata sviluppata a partire dalle esigenze e dai bisogni di ciascuna delle donne coinvolte in termini di fabbisogni formativi e capacità di lettura dei problemi. L’azione reticolare capace di attivare una comunità di pratica si è quindi concretizzata a partire dall’autovalutazione imprenditoriale per allargarsi a una visione partecipata e condivisa delle competenze necessarie, dei problemi irrisolti e delle soluzioni necessarie per rafforzare la rappresentanza di Fipe e, all’interno di essa, per inquadrare al meglio il ruolo svolto dalla componente femminile del quadro dirigenziale. Non a caso, il progetto DO.RE.Mi. è basato sul presupposto che il consolidamento delle conoscenze e delle competenze delle imprenditrici costituisca la base per rafforzare il quadro complessivo dell’organizzazione oltre che per promuovere le donne nelle posizioni apicali.

Bologna, 18 ottobre 2012

scarica la nota

 

link correlati:

il  programma


informazioni sul progetto

Letto 1673 volte