Note per la stampa 2011

Mercoledì, 16 Febbraio 2011 01:00

RIMINI 2011: “SAPORE” DI FIPE

RIMINI 2011: “SAPORE” DI FIPE

Anche quest’anno sarà una ricerca del centro studi Fipe ad aprire “Sapore 2011”, la prestigiosa fiera di Rimini. La Federazioneitaliana pubblici esercizi si conferma ancora una volta partner di estremo prestigio per il salone della riviera romagnola.

Martedì, 15 Febbraio 2011 01:00

LUTTO PER IL BARISTA DI TAURIANOVA

FIPE, LUTTO PER IL BARISTA DI TAURIANOVA

La Fipe, federazione italiana pubblici esercizi, l’associazione di riferimento del settore, è simbolicamente in lutto per la morte di Antonino Battaglia, il barista di Taurianova (Reggio Calabria) colpito domenica scorsa con uno sparo di pistola da parte di un quindicenne.

SAN VALENTINO AL RISTORANTE A DISPETTO DELLA CRISI

Saranno 15 milioni i cuori trepidanti che nel giorno degli innamorati si regaleranno fiori, cioccolatini, profumi e abbigliamento, ma soprattutto cene al ristorantegenerando un giro di affari complessivo di circa 400 milioni di euro.

Martedì, 08 Febbraio 2011 01:00

BUONI PASTO «CAMBIARE REGISTRO»

BUONI PASTO, FIPE: «CAMBIARE REGISTRO»

Il buono pasto non è più buono. E neanche più pasto. Il tagliando sostitutivo del servizio mensa ora non funziona più. È inadeguato nel valore defiscalizzato, svalorizzato nelle gare di appalto del servizio con il meccanismo delle gare al ribasso che l’hanno dequalificato ed è utilizzato nella maggior parte dei casi per acquisti di genere che hanno portato al limite estremo l’intero meccanismo.

Mercoledì, 12 Gennaio 2011 01:00

SÌ A GIORNATA CUCINA ITALIANA

FIPE: «SÌ A GIORNATA CUCINA ITALIANA»

Fipe, la federazione dei pubblici esercizi, sostiene e rilancia l’iniziativa di Itchefs, l’associazione dei cuochi italiani nel mondo, di ufficializzare la giornata internazionale della cucina italiana.

La proposta arriva in occasione della quarta edizione della Idic (International Day of Italian Cuisines), la manifestazione mondiale dedicata questa volta al pesto alla genovese.

Venerdì, 06 Maggio 2011 02:00

LA RISTORAZIONE CHE VUOLE GUARDARE AL FUTURO

TUTTOFOOD 2011
FIPE,  LA RISTORAZIONE CHE VUOLE GUARDARE AL FUTURO

nonostante le nuove minacce del codice del turismo…

Chef e ristoratori contro il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla. Il salone della Fiera di Milano che ospita Tuttofood diventerà il ring sul quale gli operatori della ristorazione si batteranno contro il codice del turismo, la cui entrata in vigore sconquasserà il mercato dell’offerta ristorativa. È proprio lì, nella capitale lombarda, che infatti verranno decise da Fipe le misure drastiche di contrasto al provvedimento. La Federazione Italiana Pubblici Esercizi ha infatti convocato di urgenza per il 10 maggio un Consiglio direttivo proprio per definire i dettagli dell’azione di contrasto che sarà comunque forte e volta a provocare ripercussioni nelle alte sfere politiche milanesi.

Giovedì, 05 Maggio 2011 02:00

CODICE TURISMO UCCIDE LA RISTORAZIONE

CODICE TURISMO UCCIDE  LA RISTORAZIONE

La parte relativa alla ristorazione del codice-riforma del ministro Brambilla è l’implosione del turismo e stravolge l’ordinamento giuridico del settore.

Mercoledì, 20 Aprile 2011 02:00

ALFREDO ZINI, PRESIDENTE EBNT

ALFREDO ZINI (FIPE), PRESIDENTE EBNT

Passaggio di testimone alla guida dell’Ente bilaterale del Turismo. Alfredo Zini,  vice presidente della Federazione Italiana Pubblici Esercizi,

Mercoledì, 11 Maggio 2011 02:00

PIENA SINTONIA CON IL MINISTRO FAZIO

PIENA SINTONIA CON IL MINISTRO FAZIO

La ristorazione italiana ha un ruolo molto importante nella tutela della salute dei cittadini che scelgono di mangiare fuori casa.

La collaborazione fra Fipe e ministero della Salute è fondamentale e sta dando risultati interessanti e utili.

Lunedì, 09 Maggio 2011 02:00

SI MANGIA SEMPRE DI PIÙ FUORI

SI MANGIA SEMPRE DI PIÙ FUORI

Oltre 12 milioni di persone, di cui nove milioni di lavoratori, mangiano ogni giorno al bar o al ristorante, consumando ogni anno 1,8 miliardi di pasti e producendo un valore complessivo stimabile in 12 miliardi e mezzo di euro. È questa la fotografia dell’Italia che sta sempre più fuori casa, per scelta