Mercoledì, 31 Maggio 2017 08:58

Alternanza Scuola Lavoro a misura di impresa

E' on line la guida pratica sull' "Alternanza Scuola Lavoro" pensata a misura di pubblico esercizio, in allegato a questo articolo.
Fipe con questa guida intende fornire semplici indicazioni alle imprese su come accogliere al meglio gli studenti in alternanza nonché informazioni sulle forme di raccordo tra scuola e impresa, sull’organizzazione dei percorsi e sui requisiti delle strutture ospitanti. Per fare questo la Fipe ha risposto alle 8 principali domande che più frequentemente le imprese si pongono sul tema dell’alternanza.onsabilità civile verso terzi competono all’istituto scolastico.


Chi
Identikit dello studente in alternanza
Lo studente in alternanza è un giovane delle scuole secondarie di secondo grado che presumibilmente ha tra i 16 e i 19 anni.


Che cosa
Cosa può fare lo studente in azienda
Lo studente può entrare in contatto con tutte le diverse aree di attività dell’azienda utili alla crescita professionale dello studente stesso.
Le attività di alternanza non costituiscono rapporti di lavoro.


Quando
Periodo per accogliere studenti in alternanza
Sulla base del progetto messo a punto dalla scuola l’inserimento degli studenti può essere organizzato nell’ambito dell’orario scolastico oppure nei periodi di sospensione, per esempio nel periodo estivo.

Dove 
Le caratteristiche dell’impresa
L’alternanza scuola lavoro si può realizzare anche nelle piccole imprese purché abbiamo adeguate capacità strutturali, tecnologiche e organizzative.


Perché 
I vantaggi dell’impresa e dello studente
L’impresa è facilitata a trovare le figure professionali di cui ha bisogno. Lo studente acquisisce competenze professionali e trasversali spendibili nel mercato del lavoro.

Quanto 
Durata dell’alternanza
La durata dell’alternanza scuola lavoro da effettuare nel corso dell’ultimo triennio di scuola è differente per tipologia di istituto scolastico: per i licei almeno 200 ore, per gli istituti tecnici e professionali almeno 400 ore.

In che modo 
Come attivare percorsi di alternanza
La scuola unitamente all’azienda progettano i percorsi di alternanza coerentemente con le competenze, abilità e conoscenze che possono essere esercitate in azienda.
I percorsi di alternanza si attivano con una Convenzione stipulata tra scuola e azienda.

Con quali mezzi
Risorse e coperture assicurative
Non è prevista nessuna forma di retribuzione o di rimborso spese da erogare allo studente.
All’impresa sono attribuiti i costi della formazione (ad es. sicurezza sui luoghi di lavoro). I costi per la copertura assicurativa INAIL e quelli relativi alla polizza per la responsabilità civile verso terzi competono all’istituto scolastico.

 

Il convegno:

31-05-2017

Letto 1195 volte

Articoli a cura di FIPE

  • Mixer sett. 2017 - Focus sull’alternanza scuola/lavoro
    Mixer sett. 2017 - Focus sull’alternanza scuola/lavoro Come è noto, con la riforma denominata “La Buona Scuola”, ora Legge n. 107/2015, l’alternanza scuola lavoro è entrata ufficialmente nel curriculum scolastico e coinvolgerà dal prossimo anno, a partire dalle terze classi, tutti gli studenti delle scuole superiori. Questo vuole dire che tutti gli studenti italiani devono svolgere nell’ultimo triennio della scuola secondaria superiore un numero di ore di alternanza pari ad almeno 200 nei licei ed almeno 400 negli istituti tecnici e professionali.
    Scritto Martedì, 12 Settembre 2017 14:46 Leggi tutto...
  • Mixer sett. 2017 - Clima di fiducia positivo
    Mixer sett. 2017 - Clima di fiducia positivo La percezione dei ristoratori verso un miglioramento della congiuntura nel secondo trimestre 2017 si traduce in un segno positivo dei saldi. L’ottimismo si concentra principalmente sulla perfomance delle aziende mentre sull’intero settore il margine di miglioramente risulta più contenuto.
    Scritto Martedì, 12 Settembre 2017 14:38
    Tags: mixer prezzi
    Leggi tutto...
  • Mixer lug. - ago. 2017 - Buoni Pasto. Al bar servirebbe il doppio listino
    Mixer lug. - ago. 2017 - Buoni Pasto. Al bar servirebbe il doppio listino L’ultima gara Consip per i buoni pasto dei dipendenti della pubblica amministrazione è stata aggiudicata con sconti rispetto al valore nominale che vanno dal 16,59% al 20,75% e con commissioni agli esercenti che variano dall’1,80% al 5,32%. Si tratta di commissioni virtuali, funzionali solo a portare a casa il “malloppo” da parte di questo o quell’emettitore perché anche un bambino capirebbe che un conto economico con uno sbilancio di quindici punti percentuali tra uscite (sconto a favore della stazione appaltante) ed entrate (commissione chiesta all’esercente) non sta in piedi.
    Scritto Mercoledì, 19 Luglio 2017 13:19 Leggi tutto...
Archivio News Articoli a cura di FIPE