Pubblici esercizi: un sistema di imprese che danno servizi creando ricchezza.

Dimensione Font
Sab, nov 01, 2014
Comunicazione La voce di Fipe Note per la stampa NO AIUTI DI STATO PER LA CHIESA, NÉ PER SAGRE

NO AIUTI DI STATO PER LA CHIESA, NÉ PER SAGRE
mario_montiLa Commissione europea ha individuato come “aiuto di Stato” alcune esenzioni a favore degli istituti ecclesiastici, dei circoli privati, degli impianti sportivi e delle sagre. Non si capisce come mai il decreto sulle semplificazioni fiscali che sarà presentato venerdì prossimo in Consiglio dei ministri cercherà di correggere  la facilitazione per gli immobili della Chiesa, ma non terrà nella stessa considerazione le facilitazioni per gli altri soggetti indicati.
Per questo motivo Fipe, la Federazione dei pubblici esercizi aderente a Confcommercio,

ha scritto oggi al presidente del Consiglio, Mario Monti, nonché ministro dell’Economia, e ha ricordato come la Commissione europea considera con il comma 4 dell’articolo 159 del Tuir come ‘aiuto di Stato’ il regime di esenzione e di agevolazione per la somministrazione di alimenti e bevande da parte di alcuni soggetti che così creano una concorrenza sleale a danno delle imprese che svolgono la medesima attività commerciale.
«Siamo sicuri – afferma il presidente Fipe, Lino Stoppani – che sarà posta in essere una misura correttiva al testo del dl anche nei confronti di circoli privati e sagre, come ci richiede l’Europa».

scarica la nota

Share

icona_ass2014

banner-mobilita2014

CORSO_RISTORAZIONE1

presidente

LE MANIPOLAZIONI DEI DATI
punto_presidente


petizione-ok

jobmath

fipedecanter

____________________________________

copertinalibretto_alcol

salvabirra



manuale_haccp2013  

  art62OK


gif-per-ccnl


  fipeforma_per_slides



guidariformalavoro

Share  

adapt

Urgente ai soci

  • 1
  • 2
  • 3
Novembre 2014
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

lepillole

fbPixel